Elettrochimica
Come mai la concentrazione di zinco all'equilibrio ti viene 3 mol/L, e non 3.05?
Sostituendo la x al rame, non viene 0?

Sono confusa.

Grazie a tutti, in anticipo.
Cita messaggio
Perché faccio i calcoli senza arrotondamenti intermedi ed esprimo i risultati finali con il corretto numero di cifre significative.

Ti allego il foglio di calcolo, ma è ovvio che si può fare anche con una calcolatrice scientifica imparando ad usare le parentesi e le memorie.

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Ciao a tutti, mi dareste una mano con questo esercizio cortesemente?

Quale deve essere la concentrazione degli ioni Cu2+ affinché il potenziale del semielemento Cu2+/Cu sia 0.20 V, sapendo che Eo Cu2+/Cu=0.34V?

Devo usare l'equazione di Nerst, no?

Grazie a tutti, come sempre.
Cita messaggio
Certo che devi usare l'equazione di Nernst!!!

Considerato che l'E° rappresenta il potenziale del semielemento quando la [Cu2+] è 1 M, la concentrazione degli ioni Cu2+ per avere un potenziale di 0,20 V deve essere minore di 1 M.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Si questo lo so, ma non so ricavarmi Cu+2, maledetta matematica :-(
Cita messaggio
   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Grazie Luisa, gentilissima, disponibile e chiara come sempre.
Cita messaggio
Ciao! Quest'esercizio è identico a quello fatto sopra, ma ho un problema con il risultato: a me esce 1,8672^10-4, il risultato è 2,0 ^10-4.
Quale deve essere la concentrazione degli ioni Fe2+ affinché il potenziale dell’elettrodo
Fe/Fe2+ sia -0,55 V?
E0 Fe2+/Fe=-0,44 V

Come mai? Sbaglio qualcosa? Grazie a tutti come sempre, per la cortesia e la disponibilità.
Cita messaggio
L'ordine di grandezza è lo stesso.
Il calcolo è corretto; la piccola diversità del valore numerico del risultato dipende da:
- che valore di E° è riportato nella tabella in uso;
- che arrotondamento si usa per la costante (RT/F)x2,30258... in volt
R = 8,3145... J·K^-1·mol^-1
T = 298,15... K
F = 96485 A·s·mol^-1
2,30258... = fattore di conversione del logaritmo naturale in logaritmo decimale.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Buongiorno, ho un problema di fondo con l'elettrochimica in generale purtroppo. Vi propongo questo problema, credo sia banalissimo, se occorre solo applicare l'equazione di Nerst:
Sapendo che il potenziale per la semireazione: Zn2+ + 2e- ➝ Zn(s) risulta -0,76 V,
calcolare il potenziale per le seguenti semireazioni:
2Zn2+ +4e- ➝ 2Zn(s)
Zn ➝Zn2+ +2e

Nella prima avrei: E = E° + 0.0592/4 log [ox]/[red]
Nella seconda avrei: E = E° + 0.0592/2 log [ox]/[red]
Non capisco cosa sbaglio, le concentrazioni sono unitarie.
I risultati sarebbero: -0.76V nella prima, + 0.76 V nella seconda.

Grazie, come sempre.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)