Elettrochimica
Il potenziale di riduzione standard E° non dipende dal verso in cui è scritta la reazione, infatti essa è un equilibrio che può andare nei due sensi a seconda dell'altra semicoppia con la quale viene messo a confronto:
Zn2+ + 2e- <==> Zn(s)

L'apice ° sta proprio ad indicare che siamo in condizioni standard (concentrazioni delle specie in soluzione acquosa = 1 M, pressione delle specie gassose = 1 atm).
E° rappresenta il voltaggio di una ipotetica pila costituita dal semielemento in questione e il semielemento H2/H+ (P H2 = 1 atm, M H+ = 1 mol/L a 25°C) a cui, per convenzione un valore di 0 volt:
Zn2+ + 2 e- <==> Zn(s)................. E° = - 0,76 V
2 H+ + 2 e- <==> H2(g)....................E° = 0,00 V
Questo significa che lo ione H+ ha una maggiore tendenza a ridursi rispetto allo ione Zn2+ perchè possiede un E° > di -0,76 V.

Quindi per la semicoppia Zn2+/Zn il potenziale è:
E = -0,76 + 0,0592/2 x log [Zn2+]
Se [Zn2+] = 1
E = -0,76 + 0,0592/2 x log 1
E = -0,76 + 0,0592/2 x 0 = -0,76 V

Se raddoppiamo tutti i coefficienti della reazione:
2 Zn2+ + 4 e- <==> 2 Zn(s)................. E° = - 0,76 V
il valore del potenziale non cambia:
E = -0,76 + 0,0592/4 x log [Zn2+]^2
Se [Zn2+] = 1
E = -0,76 + 0,0592/4 x log 1^2
E = -0,76 + 0,0592/4 x 0 = -0,76 V
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Grazie Luisa.
Ma nella seconda semi-coppia dovrebbe essere +0.76 V, almeno così riporta la soluzione.
Cita messaggio
+0,76 è il potenziale di ossidazione standard della semicoppia, non quello di riduzione ;-)

Significa che lo zinco elementare, Zn(s) ha un potere ossidante maggiore rispetto all'idrogeno elementare, H2(g).

Nella tabella della serie elettrochimica degli elementi costruita con i poteri ossidanti i valori numerici sono gli stessi, ma i segni algebrici invertiti.

Sarei curiosa di sapere su quale testo hai trovato quel risultato.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
In realtà sono tracce di esami di chimica generale con risultati annessi :-(
Cita messaggio
Ciao a tutti! Oggi vorrei confrontarmi con voi su quest'esercizio:
Elettrolizzando il cloruro di un metallo bipositivo MCl2 allo stato fuso, si svolge all’anodo cloro gassoso che, raccolto su acido solforico concentrato occupa il volume di 1 dm3 alla pressione di 105 Pa e 273 K. Contemporaneamente al catodo si depositano 1,09 g del
metallo. Trovare il peso atomico del metallo.
Partendo dalla reazione del cloruro:
2Cl- ----> Cl2 + 2e-
Posso calcolarmi le moli dai dati forniti, con l'equazione di stato dei gas ideali, e anche i grammi, corretto?
Dopodichè non so come muovermi. Non ho dati relativi alla corrente o al tempo trascorso.

Grazie a tutti, come sempre!
Cita messaggio
Tu sei certa che la pressione sia 105 Pa e non 105·10^3 Pa?
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
Luisa scusami, hai ragione. È 10^5
Cita messaggio
Affinché possa avvenire la reazione non spontanea:
M2+ + 2e- --> M(s)
2Cl- --> Cl2(g) + 2e-
--------------------------------
MCl2(s) --> M(s) + Cl2(g)

abbiamo:
2 mol e- = 1/2 mol Cl2
2 mol e- = 1/2 mol M
perciò le moli del metallo che si depositano al catodo sono uguali alle moli di Cl2 che si svolge all'anodo.

Trovi le moli, hai la massa in grammi, trovare il peso atomico è una banalità ;-)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù
n moli = 0.44/2 = 0.22
Per trovare PM: g/n = 1.09/0.22
Ma non mi trovo con il risultato che deve venire 24.7 g/mol

Grazie, come sempre!
Cita messaggio
10^5 Pa = 0,987 atm
n Cl2 = 0,0440 mol = n M
MM = 1,09 g / 0,0440 mol = 24,8 g/mol
Quindi il metallo è Mg ;-)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Mariù




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)