Elettrolisi
In una cella elettrolitica, la differenza di potenziale che si deve applicare ai due elettrodi deve essere almeno uguale, in valore assoluto, a quella che avrebbe il processo spontaneo. In realtà la ddp deve essere leggermente maggiore perché nel caso si abbia un elettrodo in platino esso, come avviene nell'elettrolisi del rame, si ricopre di rame nativo quindi è come avere un elettrodo in rame.
La mia domanda è: in che modo il rame nativo ricoprendo la superficie dell'elettrodo in platino aumenta il valore della ddp richiesta per il processo di elettrolisi?

Grazie in anticipo
Cita messaggio
La risposta la trovi in queste scansioni tratte da:
Daniel C.Harris
Chimica analitica quantitativa
Zanichelli, Bologna, Prima edizione italiana 1991


      
      
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)