Equilibrio chimico 3
In un recipiente vengono poste 2,80 mol di HCl e 0,650mol di O2 che reagiscono a 350,0°C secondo la seguente reazione:
4HCl (g) + O2 (g)<-> 2Cl2 (g) + 2H2O (g) 
Considerando che all'equilibrio si sono formate 0,510 mol di Cl2 e che la pressione totale è di 1,50 atm, calcolare il Kc e Kp


                               4HCl                      O2                      2Cl2        2H2O
moli iniziali               2.80                     0.650                      0              0
moli formate               0                          0                       0.510        0.510
moli consumate        2*0.510=1.02     0.510/2=0.255           0              0
moli all'equilibrio   2.80-1.02=1.78      0.65-0.255=0.395     0.510        0.510

Buon pomeriggio, ho un dubbio sulla composizione della tabella, in particolare sulle moli formate dell'acqua. Non conoscendone il valore l'ho posto uguale a quello di Cl2 visto che hanno gli stessi indici, tuttavia trattandosi di un equilibrio non sono certo che questo sia l'approccio giusto.
Qui se sibi magistrum constituit, stulto se discipulum facit.
Cita messaggio
Credo di aver capito l'errore.


AllegatiAnteprime
   
Qui se sibi magistrum constituit, stulto se discipulum facit.
Cita messaggio
Commetti due errori:
- nella Kc bisogna utilizzare le molarità perché la variazione del numero di moli non è nulla;
- sbagli il calcolo della trasformazione da °C a K.

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Gianni10
Grazie mille prof, però non ho capito perché ho sbagliato la conversione in Kelvin; 350,0°C + 273.15 = 623.15K. Perché dovrebbe essere 648.15?
Qui se sibi magistrum constituit, stulto se discipulum facit.
Cita messaggio
Perché sono suonata io Blush. Scusami.
Rifai tu i calcoli corretti, grazie.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Ecco.


AllegatiAnteprime
   
Qui se sibi magistrum constituit, stulto se discipulum facit.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)