Esercizi pile: Solubilità / reazione di precipitazione
Ho queste due pile che mi stanno dando parecchie difficolta.  Penso mi manchi un tassello fondamentale per arrivare alla soluzione.
 
Esercizio 1
Una pila é cosi costituita:

Ag| 1litro sol. Acquosa Ag+ 0,1M || 1 litro sol acq. Cu2+  0,1 M | Cu

Il volume di ciascun elemento é di 1 litro. Calcolare la fem prima e dopo che si sono depositati 5 grammi di argento.
Cosa accade se nella semicella di sinistra della pila iniziale vengono aggiunti 200ml di SnSO4 0,6M ? Qual'é la fem? I potenziali e la MAR dell'Argento in foto. 
In allegato mia risoluzione e testo. Comunque penso che non ho ben chiaro cosa succeda se in una stessa semicella si svolgano ben due reazioni elettrochimiche. E poi soprattuto se l'elettrodo è di argento perche mi dovrebbe importare cosa faccia lo SnSO4 se non modificasse la concentrazione di Ag+ ? 

Esercizio 2
A 298.15 K la fem della pila:

Zn | soluz. Acquosa Zn(OH)2 satura | Pt H2 P(H2)=1.1 atm

Vale 0.409V. Noti il potenziale standard di E0 Zn , scrivere il processo elettromotore della pila e calcolare il prodotto di solubilità dell'idrossido di Zinco. In allegato testo e mia risoluzione.
Il problema grosso, innanzitutto, penso sia la mia incapacità di scrivere il processo elettromotore in forma molecolare. Non riesco a trovarne il meccanismo se me lo potreste spiegare o linkarmi qualcosa ve ne sarei grato anche se penso, mia opinione personale da chimico ignorante, sia un esercizio che richieda più l'esperienza che un metodo prestabilito. E secondo punto in questo esercizio non capisco come trovarmi le incognite se la costante di equilibrio si riconduce al caso quando la fem é 0. E anche se considero il quoziente di reazione ho sempre due incognite da soddisfare.
Grazie!


AllegatiAnteprime
            
Cita messaggio
Esercizio 1

         
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Nascor
Esercizio 2

   

È possibile risolvere l'esercizio con questo altro metodo:

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Nascor




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)