Esercizi stechiometria (solubilità, tampone, pH)
La fonte è:
"Autori vari: raccolta di esercizi e di prove d'esame svolti in chimica generale", trovati su un sito di appunti di vaste materie che non so se posso linkare o è spam.
Domattina guardo un po' tutto e ti posto le mie considerazioni!
Gentilissima. <3
Cita messaggio
Ok è vero, sono io stupido (e forse stressato), sono d'accordo su come hai risolto quei due problemi, scusami se ti ho fatto perdere tempo per delle "stupidate".

Adesso guardo bene effetto sale ed effetto pH acido (cerco qualcosina sulle differenze se pH fosse basico, magari) per un sale poco solubile, come hai suggerito da esercizi!!   ;-)  

La migliore, grazie sempre. ♥
Cita messaggio
La seconda parte dell'esercizio 2 sui gas potrebbe anche essere interpretata nel seguente modo:

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Ho raccolto in un pdf un paio di esercizi delle prove degli anni passati del docente per averli a portata di mano al PC, stamattina con tutta la calma del mondo mi sono messo e arrivato al 17esimo ho trovato uno scoglio che mi ha portato ad avere un punto interrogativo.
Sigh.

Una miscela di 1,0 L di CO, 1,0 L di CO2, 1,0 L di O2 (a condizioni normali) è contenuta in un recipiente da 3 L ed è fatto reagire ad unja temperatura alla quale la reazione:

CO + 1/2 O2 *equilibrio* CO2,
raggiunge l'equilibrio.
La miscela all'equilibrio è fatta assorbire da una soluzione di Ba(OH)2 e si formano 7,9 g di BaCO3.
Calcolare la Kc della reazione.

Poiché condizioni normali,
niCO = niCO2 = niO2 = PV / RT = 1 atm * 1 L / (0.082 * 273.15 K) = 0.044 mol,
neqCO = (0.0446 - x) mol,
neqO2 = (0.0446 -x/2) mol,
neqCO2 = (0.0446 + x) mol.

Poiché la traccia fa dedurre che:
Ba(OH)2 + CO2 = BaCO3 + H2O,
nfBaCO3 = 0.04 mol (da 7.9 g).
nfBaCO3 = neq CO2 --> 0.04 = 0.0446 + x... x = - 4.6 * 10 ^ -3.

Questa x negativa mi turba.  >_>
Cita messaggio
E perché mai ti dovrebbe turbare?!?!?
La reazione di equilibrio in questione ha un Δn = -0,5, cioè avviene con diminuzione del numero di moli e quindi, per il principio di Avogadro, con diminuzione di volume.
Nel recipiente prima del raggiungimento dell'equilibrio è già presente il prodotto CO2 il Qc (8,20) è maggiore della Kc (6,52), di conseguenza il sistema per ridurre l'effetto provocato da una concentrazione di CO2 troppo elevata si sposta verso i reagenti retrocedendo: all'equilibrio la concentrazione dei reagenti aumenta e quella del prodotto diminuisce (da cui la x negativa) come è prevedibile in base al principio di Le Châtelier.

Le concentrazioni iniziali sono:
[CO] = [O2] = [CO2] = 0,0149 mol/L
Qc = 0,0149^(-0,5) = 8,20
Le concentrazioni all'equilibrio sono:
[CO] = 0,0164 mol/L
[O2] = 0,0156 mol/L
[CO2] = 0,0133 mol/L
Kc = 0,0133/0,0164/0,0156^-0,5 = 6,52
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Grazieissimo, non avevo pensato che diminuzione del numero di moli = diminuzione volume.
<3
Cita messaggio
Esercizietto:
Una soluzione di acido acetico 0.1 M viene diluita fino ad ottenere una concentrazione 0.01 M.
Stabilire se l'acido è più dissociato o meno di prima, giustificando la risposta.

CH3COOH *equilibrio* CH3COO(-) + H(+)
All'equilibrio, per ambedue i casi, si ha:
nCH3COOH= n-x,
nCH3COO(-)=x,
nH(+)=x.

Poiché il grado di dissociazione alfa = x/n --> x = alfa*n
Ka = [CH3COO(-)][H(+)] / [CH3COOH]
Ka = ((alfa*n)^2)/(volume^2)/(n*(1-alfa)/V) --> Ka = (alfa^2)*n/V / (1-alfa)
Poiché n/V è Ca, calcolo alfa nella prima e nella seconda situazione.
E' giusto come logica? :O

//

Un recipiente di 0.25 dm^3 contenente 1 g di PCl5 è scaldato a 600 K per far avvenire:
PCl5 *equilibrio* PCl3 + Cl2
All'equilibrio la pressione è di 1.45 atm. Calcola Kc.

Dai g passo alle moli di PCl5 e so che all'equilibrio:
nPCl5 = 4.8 * 10 ^ -3 -x
nPCl3 = x = n Cl2

Poiché ho P e V, penso che ntot all'equilibrio posso calcolarle.
ntot = PV / RT = 7.56 * 10 ^ -3 = 4.8 * 10 ^ -3 -x +x +x.

Per cui, 7.56 * 10^-3 = 4.8 * 10 ^ -3 + x
da cui trovo x = 2.56 * 10 ^ -3 = nCl2 = nPCl3
nPCl5 equilibrio= 2.24 * 10 ^ -3

Da qui, posso trovare Kc dato che ho moli e volume... risultato 0.01.
Come ragionamento credo ci stia, anche se mai fatto qualcosa così ahaha
Cita messaggio
Sono giusti entrambi. ;-)

HA 0,1 M --> alfa = 0,0133
HA 0,01 M --> alfa = 0,0415

Kc = 0,0116
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Luigi
Grazie mille come sempre <3.
Pensavo di star migliorando... e invece, sigh. :-(

"La costante di equilibrio a 1000°C per la reazione:
C(s) + H2O(g) *equilibrio* CO (g) + H2(g)
è 16.7.
Calcolare la quantità di idrogeno prodotto quando, in un reattore del volume di 3 L, a 1000 °C, vengono poste 3,0 mol di acqua e un eccesso di carbonio."

Sono bloccato all'inizio: è un equilibrio eterogeneo, però quella costante di equilibrio penso sia di concentrazione e non di pressione.
Inizialmente ho: 3mol di H2O, x mol di C.
All'equilibrio avrò: 3 mol di H2O - y, x mol di C - y, y mol di CO e y mol di H2.
Vuole la massa di H2.
Ok, c'è scritto eccesso di C, però non penso che H2O si consumi completamente e quindi giochi da limitante, essendo una reazione all'equilibrio.
Posso sommare le moli, con il giochetto di ieri, ma che me ne faccio?
PV = n*R*T
ntot ho due incognite, non potrei neanche trovare la pressione.
Non so.
So già che è quell' "eccesso di C" che mi sta mandando in confusione ahahaha

___

"Determinare la costante di dissociazone Ka dell'acido barbiturico C4H4N2O3 (monoprotico debole) sapendo che la f.e.m. della seguente pila è 0.466 V e che il potenziale standard dell'elettrodo a calomelano è 0.268 V."

Pt, H2(P = 1 atm) / C4H4N2O3 (0.20 M) / Cl (-) (0.1 M), Hg2Cl2 (saturo) / Hg

Qui non capisco perché mi dia il potenziale std dell'elettrodo a calomelano.
Io non potrei applicare la formula f.e.m/0.059 = pH, risalire ad H+ e poiché H+ = radicequadrata di Ka * Ca, risalire a Ka?
Cita messaggio
Per l'esercizio sui gas ti bacchetto le mani all'istante. :-@ :-P

In un equilibrio in fase eterogenea la concentrazione, la pressione e la frazione molare dei componenti solidi e/o liquidi è sempre unitaria.
Io penso invece che 16,7 sia il valore della Kp.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)