Esercizi sull'equilibrio in fase gassosa
Buongiorno...allego un esercizio e lo svolgimento sperando siano giusti...ringrazio in anticipo per il tempo e la pazienza...


AllegatiAnteprime
         
Fiat lux
Cita messaggio
Ti invito a non aprire mille discussioni sullo stesso argomento.
Cambia il titolo di questa discussione in "Esercizi sull'equilibrio in fase gassosa" e, in seguito, scrivi in questa discussione tutti gli esercizi di questo tipo.
Grazie.

La prima parte dell'esercizio è svolta correttamente.
La seconda parte no... basta osservare il valore numerico di alfa che hai ottenuto per capire che è sbagliata :-(
Entro quali limiti può variare il grado di dissociazione???
A differenza dell'esercizio che hai postato ieri sera [NH4HS(s) <==> NH3(g) + H2S(g)], questo è un equilibrio in fase omogenea: la pressione totale è dovuta sia ai prodotti che al reagente.
Riprova.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
domy73
Dovrebbe essere ( se ho capito bene ) 1,28 dopo aumento volume...e la prima alfa è pure sbagliata?
Non ho capito se ho sbagliato anche nel calcolo Kp...
Fiat lux
Cita messaggio
No, alfa è sempre compreso fra 0 e 1:
0 quando nel c'è alcuna dissociazione
1 quando tutte le moli iniziali sono dissociate
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
domy73
Non ho capito l'errore...scusami
Ho sbagliato anche nel calcolo Kp?
Fiat lux
Cita messaggio
Ti confermo che il primo grado di dissociazione e la Kp sono corretti:

   

Per risolvere la seconda parte bisogna partire dal presupposto che, a temperatura costante, sia la Kp che la Kc restano costanti.
Prima ancora di cercare una soluzione numerica bisogna aver chiaro cosa accade dentro a quel recipiente.
Ad equilibrio raggiunto se si raddoppia il volume, in base alla Legge di Boyle, la pressione all'interno del recipiente deve diminuire; è come se si applicasse dall'esterno una pressione inferiore: dato che la reazione ha Δn > 0, una diminuzione della pressione esterna provoca uno spostamento dell'equilibrio verso le sostanze che occupano il volume maggiore, cioè verso i prodotti.

Equilibrio 1
n PCl5 = 0,0610 mol
n PCl3 = n Cl2 = 0,109 mol
α PCl5 = 0,642
Kp = 1,68
Kc = 0,0391

Equilibrio 2
Kp = 1,68
Kc = 0,0391
n PCl5 = 0,0420 mol < rispetto a Equilibrio 1
n PCl3 = n Cl2 = 0,128 mol > rispetto a Equilibrio 1
α PCl5 = 0,311

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
domy73
Grazie infinite...allego qui l'altro esercizio di stamattina...grazie in anticipo...


AllegatiAnteprime
      
Fiat lux
Cita messaggio
La risoluzione è corretta.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
domy73
Grazie....grazie...
Fiat lux
Cita messaggio
Sono in dubbio su questo esercizio...ho cominciato a svolgerlo ma vorrei gentilmente sapere se il mio ragionamento è corretto...grazie


AllegatiAnteprime
      
Fiat lux
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)