Esercizio: durezza totale di un'acqua, titolazione EDTA Excel
Elenco brevemente la seguente titolazione complessometrica che dovro fare:

a) Prelevare col matraccio da 50ml il campione di acqua da rubinetto previamente raccolta. Trasferire poi il campione di acqua da analizzare in un matraccio da 100ml e portare a volume con acqua deionizzata

b)trasferire il contenuto del matraccio da 100ml im un becker da 125ml. Per assicurarsi che il trasferimento sia quantitativo lavare matraccio con acqua deionizz.

c) addizionare punta di spatola del complesso Mg-EDTA , 2.5ml di tampone ammoniacale e una piccola quantita di NET

d) titolare con EDTA 0,01M . Ripetere tre volte

e) calcolare la durezza in gradi francesi F e in mg/l di CaCO3 come media delle repliche eseguite. Calcolare deviazione standard.



Ora ipotizziamo che faccio 3 titolazioni e che ottengo 3 valori di volume V_i di EDTA aggiunto per avere il punto equivalente


Da queti 3 V_edta mi posso calcolare:

mol edta1: 0,01M * V_1
mol edta2: 0,01M * V_2
mol edta3: 0,01m * V_3

Ora so che:
mol EDTA = mol Mg2+ + Ca2+

Quindi posso calcolarmi la concentrazione di Mg2+ + Ca2+ del mio campione facendo:

Conc (Mg2+ + Ca2+ ) : mol EDTA / V originario campione
A) Il volume originario immagino sia 50ml giusto?? Cioè quel volume di acqua da analizzare da cui derivano i miei ionic Ca2+ e Mg2+ titolati.
Penso sia 50ml, cioè all'inizio avro riempito fino a 50ml di campione il mio matraccio

Otterrò 3 valori di conc associati in mol/l.
A questo punto posso ricavarmi tre valori di concentrazione g/L e poi in mg/l con il fattore di conversione 1000
Calcolo la deviaz standard per i valori in g/L ottenuti di conc.


B) Infine come ottengo i gradi francesi: nel senso passo dal VALOR MEDIO di conc. in mg/l ottenuto al valore in gradi francesi OPPURE mi calcolo i corrispettivi gradi francesi per ciascun valore di mg/L ottenuti dalle 3 repliche e poi faccio la media + deviaz standard??

GRAZIE
Cita messaggio
In allegato trovi il file Excel con i calcoli che devi eseguire.
Nelle celle evidenziate in giallo puoi cambiare i valori numerici; nella tabella sottostante i calcoli si aggiorneranno in modo automatico.


.xlsx  Determinazione della durezza totale di un'acqua.xlsx (Dimensione: 12.94 KB / Download: 53)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
xshadow, Geber, myttex
(2021-04-23, 13:16)LuiCap Ha scritto: In allegato trovi il file Excel con i calcoli che devi eseguire.
Nelle celle evidenziate in giallo puoi cambiare i valori numerici; nella tabella sottostante i calcoli si aggiorneranno in modo automatico.

Fantastico!!

Con queste tavelle Excel e' tutto molto chiaro
Sei riuscita a rispondere al mio dubbio riguardo ai gradi francesi

In pratica li calcolo per ogni valore in mg/L e poi faccio la media (e la deviazione) e NON invece ottengo il valore medio in mg/L e poi da solo questo passo al singolo valore in gradi francesi

Grazie :-D
Cita messaggio
In tanti anni di insegnamento non so quante tabelle simili a queste ho fatto per correggere le analisi dei miei studenti. Ogni anno cambiavo i dati... et voilà, il gioco era fatto!!! In poco tempo, quello di immettere i dati, controllavo i calcoli e l'accuratezza del risultato di ciascun studente. L'analisi statistica la facevo con il T di Student. Lo conosci???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
xshadow
(2021-04-23, 14:18)LuiCap Ha scritto: In tanti anni di insegnamento non so quante tabelle simili a queste ho fatto per correggere le analisi dei miei studenti. Ogni anno cambiavo i dati... et voilà, il gioco era fatto!!! In poco tempo, quello di immettere i dati, controllavo i calcoli e l'accuratezza del risultato di ciascun studente. L'analisi statistica la facevo con il T di Student. Lo conosci???

Si abbastanza...in teoria dovrei esprimere il risultato:

X medio +- t student * deviazione standard
E per il t-student dovrei cercare una di quelle tabelle che mi da i valori a seconda del numero di repliche fatte
Cita messaggio
Esatto.
Con Excel c'è già la formula preimpostata per un numero di repliche indipendenti N-1.


.xlsx  Determinazione della durezza totale di un'acqua.xlsx (Dimensione: 12.94 KB / Download: 49)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
xshadow
Perfetto

Vorrei aggiungere una mia curiosità
Spesso ho visto che nei calcoli oltre alla deviazione standard e richiesta la deviazione standard %

Mi sono chiesto il motivo e alla fine ho pensato al fatto che la sola deviazione standard (simile al concetto di errore assoluto) a volte è difficile da interpretare nel senso che non si capisce bene se rappresenta un incertezza accettabile o meno

Invece paragonandola con il valor medio si ha un valore % che fornisce intuitivamente un indicazione migliore sulla correttezza della riproduzioni della titolazioni e la loro concordanza

Ha senso come ragionamento?

A tal proposito quali sono valori accettabili di deviaz. Standard %? Un RSD% del 5% è tollerabile?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)