Etere dietilico
Question 
Ragazzi so che se disidrato alcool etilico con acido solforico concentrato ottengo l'etere dietilico, secondo la seguente reazione:

CH3CH2OH + H2SO4 --> (CH3CH2)2O + H2SO4 * H2O

Ps: se ho sbagliato qualcosa nella reazione scritta sopra ditemi pure, sono alle prime armi con l'organica..

Vorrei sapere come poi separare l'etere.
Grazie.
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
Premetto che di organica so moooolto poco, ma così mi sembra molto azzardata la cosa...
Cioè, non penso basti per "ottenerlo", ma solo per "annusarlo", essendo volatile! (credo)
Cita messaggio
Il Salomone riporta la tecnica, d'altronde si parla di una sintesi abbastanza pericolosa... distillare l'etere non è per nulla una bella cosa.
La reazione comunque funziona.
Ecco la procedura:

I. L’etere solforico (C2H5)2O chiamato anche etere etilico od etere ordinario, si ottiene disidratando
parzialmente l’alcol etilico per riscaldamento con acido solforico; si forma in un primo tempo del
solfato acido di etile (acido etil-slforico):
C2H5OH + H2SO4 C2H5HSO4 + H2O
che reagisce con l’eccesso di alcol dando origine all’etere etilico e rigenerando l’acido solforico:
C2H5HSO4 + C2H5OH (C2H5)2° + H2SO4
Si prende un pallone da un L e lo si chiude con un buon tappo di sughero portante tre fori: si fa
passare in uno un termometro, nel secondo un tubo di vetro che giunge sino al fondo del pallone ed
è unito in alto mediante un pezzo di gomma ed una bottiglia di Mariotte contenente dell’alcol di
95° (la comunicazione è fatta attraverso un rubinetto che permette di regolare la discesa dell’alcol);
nel terzo foro si fa passare un tubo a collo d’oca che si unisce ad un refrigerante di Liebig
discendente piuttosto lungo e raffreddato con una abbondante corrente d’acqua. L’estremità libera
del refrigerante si unisce ad un tubo di vetro che penetra nel recipiente destinato a raccogliere
l’etere. Poiché questo volatilizza facilmente ed i suoi vapori sono molto infiammabili è bene
separare il recipiente raccoglitore dalla fiamma posta sotto il pallone mediante uno schermo di
cartone di amianto.
Si introducono nel pallone 90 cm3 di alcol etilico di 95°, si aggiungono con precauzione 100 cm3 di
acido solforico concentrato, si chiude bene il tappo (lo si può impermeabilizzare con un po’ di
collodio dopo averlo messo a posto) e si riscalda a fiamma diretta o meglio con un bagno di sabbia.
Appena il termometro segna 130° si lascia cadere dalla bottiglia di Mariotte l’alcol goccia a goccia
regolando l’afflusso ed il riscaldamento in modo che la temperatura si mantenga fra i 130° e 140°
ed il volume del liquido nel pallone rimanga presso a poco costante. Quando sono stati impiegati
400-500 cm3 di alcol si interrompe la distillazione. Si versa il distillato in una boccia separatrice, lo
si lava con una soluzione diluita di soda caustica, poi con acqua; lo strato di etere è successivamente
essiccato per distillazione su bagno maria.
Cita messaggio
Grazie per i consigli, ma almeno so che la reazione funziona di certo non la farò dato che è molto pericolosa :infiammabile: :esplosivo: --> O:-)
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
l'etere etilico è da sintetizzare con le precauzioni e attenzioni del caso
stai attento a non aver in giro fiamme libere
e se devi fartelo proprio lavora sotto cappa e indossa tutte le protezioni
l'ideale è lavorare con bagno ad olio su piastra riscaldante o termomanto
la distillazione dell'etere dietilico è vivamente sconsigliata, anche ai più esperti
per il resto è abbastanza semplice come reazione...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Se proprio dovrò eseguirla, la farò in lab dove almeno posso prendere tutte le precauzioni possibili. Sempre sperando bene :-S
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
(2010-09-18, 13:43)**R@dIo@TtIvO** Ha scritto: 2CH3CH2OH + H2SO4 --> (CH3CH2)2O + H2SO4 * H2O

Cita messaggio
Grazie Chimico, coreggo subito Rolleyes
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
(2010-09-18, 14:49)**R@dIo@TtIvO** Ha scritto: Se proprio dovrò eseguirla, la farò in lab dove almeno posso prendere tutte le precauzioni possibili. Sempre sperando bene :-S
Basta che usi una piastra riscaldante e che in giro non ci siano fiamme accese, inoltre devi stare attento anche dopo la distillazione perchè i vapori che fuoriescono tendono a despositarsi in basso e a formare miscele esplosive con l'aria


Cita messaggio
Quest'idea è stata assolutamente ABBANDONATA per il rischio che ne consegue.. *Tsk, tsk*
E' meglio comprarselo a 10 euro litro che farselo
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano **R@dIo@TtIvO** per questo post:
Max Fritz, Nexus




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)