Etichette reagenti
Queste sono le etichette che uso per composti sintetizzati in piccole quantità, scritte a mano:
   
Queste invece le faccio al computer, e sono sintetizzate in quantità più grandi, uso ancora la vecchia simbologia asd
   
@AgNO3 eccoti l'etichetta dell'idrochinone
   

Cita messaggio
Io di recente mi son messo a farle a computer, ma adotto anch'io la distinzione di ale. Impossibile e poco utile mettersi a scrivere una miriade di dati a computer sull'etichetta della fialetta di sale di Reinecke, ad esempio... mentre risulta molto poco fine un'etichettona a mano in indelebile un po' sbilenca con scritto "K2CO3". Domani, sperando di ricordarmi, mi aggiungo alla galleria fotografica.
Ovviamente i simboli restan quelli vecchi!! Orribili i nuovi... mi verrebbe voglia di cancellarli anche dai prodotti acquistati.
Cita messaggio
in effetti fanno un po' schifo...hanno cambiato anche la forma del teschio....che senso aveva?
comunque unificare tutte le etichette è un lavoro impossibile....
Cita messaggio
(2011-04-10, 16:38)anthonysp Ha scritto: Che ne dite delle mie?? Le uso da un bel pò per i miei reagenti!!


Se vi può interessare posseggo i file word modificabili fatti da measd

gran bel copia incolla da wookiepedia!
Cita messaggio
in effetti....asd sono piuttosto simili,ma non è che devono essere originali...a me non dispiacciono quelle da lui proposte. Solo che per i composti organici preferirei anche la formula di struttura
Cita messaggio
(2011-04-10, 17:36)NaClO3 Ha scritto: gran bel copia incolla da wookiepedia!

ho preso la formattazione da wikipedia, ma il word modificabile "FATTO DA ME" è abbastanza antipatico da fare, per tale motivo ho detto di possederli...*Fischietta* vabbè fatelo direttamente voi 'copia e incolla'*clap clap* poi mi fate sapere se va tutto dritto al primo clik!
Cita messaggio
(2011-04-10, 17:25)Max Fritz Ha scritto: Ovviamente i simboli restan quelli vecchi!! Orribili i nuovi... mi verrebbe voglia di cancellarli anche dai prodotti acquistati.

idem asd
Non mi sembrano neanche tanto funzionali, sono molto più immediati quelli vecchi, questi sono piccoli e senza colore!

Cita messaggio
io uso un metodo ancora più facile da alcuni giorni...prendete un catalogo sigma...o altro...e tagliate la parte con il nome del composto..

spesso c'è stampato il punto di fusione il colore il cas il riferimento bibliografico per sintetizzarlo la formula chimica e struttura della molecola...il tutto in pochissimo spazio...a mano riuscirebbe difficile..
Cita messaggio
L'idea di Chimico è molto "siciliana"! Ottima.

Avere etichette scritte al PC con le frasi di rischio, la massa molecolate a 5 cifre significative, i pittogrammi vecchi o nuovi, altre diavolerie...è cosa decisamente INUTILE. A chi servono le frasi di rischio? A voi soli, che le avete scritte...è come se vi faceste tatuare la vostra data di nascita sulla mano, così la potete leggere...
Scrivete a chiare lettere e in modo indelebile il nome comune del prodotto, se volete la sua massa molecolare con due cifre significative (che bastano e avanzano...) e se vi pare, riportate anche la formula. STOP! Il resto è solo confusione...

Es. Idrochinone: non respirare i cristalli... ma va? Davvero? Neppure Lapo si tirerebbe una pista di idrochinone...
Di questo passo si dovrebbe scrivere: non buttatevi i cristalli negli occhi... non infilateli nelle orecchie (o in altri orifizi...), non leccateli con la lingua...ecc.
Non me ne voglia chi ha creato quella etichetta, è solo per fare un esempio...sulle confezioni originali ci scrivono anche di peggio, ma quelle vanno a terzi e sono previste dalla normativa sull'etichettatura delle sostanze pericolose.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
AgNO3, ClaudioG.
sagge parole Moreno
io riporto solo formula, struttura e PM con 2 cifre significative
tanto basta e avanza
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)