Fango rosso nel bel Danubio blu
Ciao a tutti.
Cercando online informazioni riguardo l'ennesimo disastro ambientale mi chiedevo quale sia la composizione (o i principali componenti) della fanghiglia rossa. I giornali non si spingono molto sul tecnico parlando generalmente di liquido tossico, alcalino, corrosivo, contenente metalli pesanti.

Voi che idea vi siete fatti del suo contenuto?
Cita messaggio
Ottima domanda. Anche io non ho trovato niente di soddisfacente nelle news, riguardo alla composizione della fanghiglia.
A titolo di ipotesi potrei pensare che il rosso siano ossidi di ferro, contenuti nella bauxite, ma non sò...
Nella lavorazione della bauxite viene usato idrossido di sodio, questo spiegherebbe l'alcalinità e i loro interventi di neutralizzazione con acido cloridrico, ma anche questa è solo un'ipotesi senza grandi fondamenta.
Cita messaggio
Già... anch'io avevo sentito questa notizia, e ho sentito che si parlava di "allumina" (Al2O3, bauxite appunto) che però non è per nulla corrosiva *Si guarda intorno* L'unica spiegazione potrebbe essere quella di Nexus.
Cita messaggio
ho studiato la lavorazione dell'alluminio e per separare questo dagli ossidi di silicio principalmente si usa NaOH...
oltre a questo poi si fa fondere (prima dell'elettrolisi) l'allumina con composti esafluoroalluminati (criolite) in modo tale da abbassare il punto di fusione e risparmiare energia...ora io non ho capito se nei fanghi ci siano i fluoruri o basi come OH- o non so cosa...
una cosa è certa...i TG sanno di chimica quanto io so di latino...(sono stato ammesso con 4 in latino alla maturità)

una cosa che proprio mi ha fatto incazzare è stato l'aver sentito ''nei fanghi è presente silicio un composto molto corrosivo'' ma porca della mamma del giornalista....non mi pare che in spiaggia ci si ustioni a stare a contatto con la sabbia...
Cita messaggio
Io mi sono meravigliato ad apprendere che l'idrossido di alluminio fosse corrosivo O_o
Cita messaggio
(2010-10-08, 13:18)Chimico Ha scritto: non mi pare che in spiaggia ci si ustioni a stare a contatto con la sabbia

Dipende da quanto caldo fa! asd

Quindi mi pare che la pericolosità sia data principalmente dalla tossicità della criolite e dalla corrosività della soda caustica, mentre il colore rosso è praticamente ruggine.
Nei vari articoli si legge anche di arsenico e mercurio.
Cita messaggio
sono pericolose, ma ansicchè andare a vedere i fatti all'estero vediamo i fatti nostri che sono MOLTO più gravi...
http://www.youtube.com/watch?v=YBWwlulD1EE

questo video mostra come un'impresa che estraeva oro, abbia lasciato un ambiente deturpato dal cianuro di sodio, dal mercurio e dal piombo.
probabile non vuol dire certo.
Cita messaggio
(2010-10-08, 15:55)as1998 Ha scritto: sono pericolose, ma ansicchè andare a vedere i fatti all'estero vediamo i fatti nostri che sono MOLTO più gravi...
http://www.youtube.com/watch?v=YBWwlulD1EE

questo video mostra come un'impresa che estraeva oro, abbia lasciato un ambiente deturpato dal cianuro di sodio, dal mercurio e dal piombo.

Dio, che schifo.

Ed a quanto pare i sardi non hanno imparato niente, visto che l'uomo che ha la maggior parte della responsabilità è ancora al governo e se la spassa con l'auto blu. Mi sto vergognando per loro.
Cita messaggio
troppa ignoranza chimica da parte dei giornalisti
per citare un esempio l'altro giorno su repubblica si diceva che i flavonoidi sono presenti nel magnesio (elemento chimico) oppure quando si sparavano cazzate sul Nobel 2010 dato a Suzuki, Negishi e Heck...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Tanto per ritornare in tema, in sostanza è come ha detto Chimico.
Il problema ambientale è l'NaOH (usato per fare l'alluminato e separare l'alluminio dal resto). Il rosso è il ferro residuo.
La criolite (artificiale, non quella naturale che non ce n'è quasi più) si mette solo per la fusione, non c'è fluoro nei fanghi.
Per le notizie demenzial-televisive, NO COMMENT (ho già detto troppo la volta scorsa per altro argomento).
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)