Finalmente l'Argon!!!
Luigi, pensi io possa sostituire l'argon con il gas per condizionatori d'aria che è una miscela di fluorocarburi per fare sintesi in atmosfera inerte ?
" Trasformare rifiuti in risorse "
Cita messaggio
Per quanto riguarda organometallica... ti serviranno accorgimenti particolari, conenitori ermetici adatti al passaggio di reagenti senza doverli aprire e tanta tanta pazienza ed attenzione. Io stesso un giorno a lezione udi un boato pazzesco proveniente dal lab di organica. Cose che capitano pure ad esperti, si fa il caso che qualcuno ha avuto la brillante idea di aprire  un barattolo ermetico e... boom.
Questo è quello che ho potuto sapere.
Nulla si CREA, nulla si DISTRUGGE -Democrito & Lavoisier-
Cita messaggio
Zodd, io penso che non dovrebbero esserci problemi "chimici" ad utilizzare quei gas in quanto sono pressochè inerti.
Il problema però è sicuramente ambientale: i CFC sono dannosi per lo strato di ozono e contribuiscono all'effetto serra, e gli HFC contribuicono all'effetto serra allo stesso modo e per questo non possono essere rilasciati liberamente nell'atmosfera, tant'è che negli impianti di condizionamento, quando vengono svuotati i circuiti, il gas deve essere recuperato.
Credo inoltre che costino di più del semplice azoto e/o argon.

Questi ultimi due invece sono gas "sostenibili" in quanto naturalmente presenti nell'atmosfera dalla quale sono ricavati per distillazione e il loro rilascio non provoca danni di nessun tipo in quanto tornano in pratica da dove sono venuti.

@Guglielmo: hai ragione, occorre naturalmente attenzione dato che alcuni di questi composti vanno davvero maneggiati con cautela a e farsi male è un attimo se non si sta attenti [Esplosivo] [Ossidante] [Perocoloso per la salute] ... vedremo :-)


Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
ClaudioG., thenicktm, Guglie95
Ne ho viste di cotte e di crude pure io avendo fatto organometallica in tesi.
Se non si sta accorti si rischia di farsi male e di far male agli altri.
Sicuramente se si maneggiano sostanze piroforiche l'ambiente inerte deve essere totale. Spesso infatti si usano glove box ma a casa non si possono avere...
Al massimo si possono usare tecniche tipo vuoto/argon ma stando attenti...

Eviterei di usare i CFC per avere atmosfera inerte. Meglio l'azoto o l'argon. Un occhio ai problemi ambientali SEMPRE.

Quindi ocio.
Cita messaggio
Se Lei ha una pompa da vuoto meccanica si potrebbero fare due buchi su questa gove-box casalinga,in cui in uno si inserisce il tubo dell'argon e nell'altro la pompa da vuoto che caccia via l'aria e poi si manda l'argon.

http://www.myttex.net/forum/Thread-Glovebox-fai-da-te
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
La pompa a vuoto può essere utile per facilitare il "lavaggio" del contenitore dall'ossigeno mentre si immette argon ma non per fare il vuoto altrimenti la struttura, che non è progettata per questo, imploderebbe.
Questa tecnica la utilizzo con l'essicatore, che è progettato per andare sotto vuoto.
Il sistema che utilizzo nella mia "scatola inerte" nella quale conservo alcune cose, è quello di insufflare argon attraverso un tubo che immette nella parte bassa e far fuoriuscire l'aria dall'alto del contenitore: se l'immissione è molto lenta in modo da non creare turbolenze eccessive, sfruttando la maggior densità dell'argon rispetto all'ossigeno, si riesce ad ottenere un ambiente pressoché inerte.
Se invece è necessario condurre operazioni in una glove box casalinga dove bisogna scongiurare anche il minimo ingresso di aria, l'immissione di argon deve essere continua e anzi il box dovrebbe essere sempre in leggera sovrappressione rispetto all'ambiente proprio per essere sicuri che non rientri nulla. Certo con una glove box vera la cosa è facile, a casa ovviamente ci si deve arrangiare... :-)
Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
ClaudioG., quimico, NaClO
Spulciando sul sito della Sigma-Aldrich ho trovato questa,non è troppo dispendiosa e se l'argon e fatto fluire lentamente,come dicevi prima,puoi ottenere una "sacca inerte" piena di argon.Basta gingillarsi con tubi e collegamenti vari....

Dimenticavo:non bisogna mandarla troppo in pressione altrimenti esplode insieme al contenuto
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)