Fosforescenza o Fluorescenza?!
Su su, non voglio litigare. Non era pretenzioso, o quantomeno non voleva esserlo, il mio ultimo messaggio, e non voglio spacciarmi per fisico particellare o altro... nessuno mi crederebbe, giustamente.
Se tu chiami gli elettroni particelle beta... io so che le particelle beta derivano da un decadimento ben specifico e bla bla bla, non scarto l'ipotesi che sia io l'ignorante.
"Mai detto che si muovano solo nel vuoto..."; ora mi chiedo, se dici che ha ragione Al a dire che senza il vuoto non fanno un millimetro... e non che mi faccia comodo intendere ciò che voglio, ripeto, non è mia intenzione insultare, discutere troppo animatamente etc.
Cita messaggio
Grazie a tutti per gli interventi, il vuoto per mia fortuna lo posso fare in lab, attaccandomi ad un bocchettone secondario della pompa ad alto vuoto, la pompa in questione arriva a 0.00001 torr (10 alla meno 5), ma a me basta arrivare attorno al torr. La questione dei fulmini che avete sollevato è molto ma molto complessa tanto che ancora oggi ci sono sopra degli studi, è un argomento molto affascinante e va oltre la visione che abbiamo noi del fulmine (la visione classica diciamo).
Diciamo che vuoto o non vuoto gli "elettroni" andrebbero comunque, ma avrei bisogno di un campo elettrico ordini di grandezza più intenso per rompere il dielettrico "aria" piuttosto che rompere il dielettrico "vuoto" (che mai vuoto assoluto sarà). In aria "secca" diciamo che il campo elettrico necessario per scoccare una scintilla è circa 3 MV/m (3 milioni di volt per metro), ovvero per una scintilla lunga 1 cm mi serve una differenza di potenziale di circa 30 kV, che nel mio tubo "vuoto" si traducono in 2-3 kV, attorno a 2000 V si comincia a vedere il fascio senza problemi. Questo per quanto riguarda la questione tensione, ci sarebbero altro questioni da analizzare come corrente che scorre, surriscaldamento del tubo, materiali per catodo e anodo, particelle emesse, ecc... sotto ai 15-20 kV ad esempio possiamo escludere l'emissione di x-ray (hanno bisogno di molta più energia per essere emessi), ma non escludo che ci sia una certa quantità di raggi UV, alle mie condizioni di lavoro.

La mia domanda era solo inerente allo "schermino" con fosfori, per il resto non voglio annoiarvi con tutte le altre questioni legate all'esperimento.

Grazie a tutti,
Ciao :-P
Cita messaggio
Max, guardando lo schema di Rusty si evince che la sua esperienza non ha nulla a che vedere con le scariche ad alta tensione o la conduttività nei materiali, nei quali casi gli elettroni si muovono diciamo in altro modo.
Una banale valvola termoionica, con catodo emittente elettroni come nell'esperienza di Rusty, funziona solo con un vuoto ultraspinto.
Anche i vecchissimi tubi di Crookes o Geissler (che più si avvicinano all'esperienza citata), funzionano in un vuoto considerevole.
Infatti Rusty ha confermato di avere a disposizione una pompa adeguata... e quindi ha risposto pienamente alla mia domanda.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)