Galinstan
(2009-12-26, 05:05)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: A me pareva un'altra cosa. Comunque a chi chiedi di poter portare a casa i termometri? L'unico che può autorizzarti, per legge, è il Direttore Generale o su delega il Direttore Sanitario. Tutti gli altri sono dipendenti pubblici (al tuo pari) e non godono dell'esclusiva proprietà di un FICO SECCO. Se ti autorizza la caposala, il direttore di struttura semplice, il direttore di struttura complessa, ecc. ecc., bene, le loro autorizzazioni sono illegittime: tu e loro vi rendete rei di furto. Un termometro sarà anche una cosa di scarso valore, ma il principio è adottabile (e adottato) anche a livelli più elevati.
Se la struttura in cui operi è pubblica, i termometri sono di proprietà della regione competente per territorio.

la struttura in cui opero è privata e l'autorizzazione viene dal direttore sanitario e dal direttore amministrativo/generale (nonchè proprietario della struttura).
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
Vabbè ora non mi pare il caso di fare una guerra per chi si porta a casa un paio di termometri e a chi chiede il permesso, in Italia si sa bene come vanno queste cose ,sta al cittadino farsi un esame di coscienza e valutare se è il caso: io non chiederei mai il permesso in lab per portarmi a casa un po di nastro isolante (valore di 5 euro circa), primo perchè mi piglierebbero per **** tutti, secondo perchè se proprio mi serve lo compro, visto che non costa uno stipendio *Si guarda intorno*

Spero sia finita qui la discussione sul prendere termometri e a chi chiedere il permesso, grazie.

Per quanto riguarda la lista DEA qui non ho "giurisdizione", in quanto non ne so praticamente nulla, a parte qualche post qua e là di qualche utente: mi piacerebbe sapere ora da quimico perchè per lui/per il suo lavoro è importante la lista DEA e perchè ha dovuto impararla per bene, visto che in Italia non ha valore: abbiamo dei link/documenti ufficiali per chiudere qui sto discorso DEA non DEA ecc...!? Se qualcuno vuole replicare o continuare il discorso "DEA non DEA" si accodi a questo thread, grazie: http://myttex.net/forum/Thread-PRECURSOR...UPEFACENTI

Continuate pure con il Galinstan
Cita messaggio
Come vi pare.
Perifrasando: Malcostume,... mezzo gaudio.

Un sassolino però...me lo devo togliere: ogni volta che si entra nel vivo di una questione (anche se collaterale a quella principale) e si esprime una posizione, non necessariamente si "dichiara guerra" a all'interlocutore. E' palese che il mio intervento voleva essere una provocazione sulla deprecabile abitudine di molti frequentatori di laboratori scolastici, ospedalieri, universitari, ecc., a "incamerare" prodotti e accessori, senza tanti complimenti. E anche su questo forum non sono mancate le ammissioni [AUTOCENSURA].
Il punto non è se Mordr3d chiede o meno il permesso, è la sua uscita infelice (o se volete equivocabile) all'inizio della discussione. Tutto qui.
Per natura, mi piace dire le cose come le penso, senza tanti giri di parole. Qualora si fosse offeso qualcuno per il mio intervento, ecco le mie sincere scuse (ennesime, da quando scrivo su questo forum). Per buona pace di tutti, mi limiterò in futuro (è il mio buon proposito per l'anno che verrà...) a interventi strettamente scientifici, senza alcun corollario sociologico, giurisprudenziale o andragologico (anche se dovrei dire più esattamente: pedagogico).
Sassolino tolto... [the end]
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Molto bene allora possiamo tornare alla domanda primordiale ? asd

(2009-12-25, 23:49)al-ham-bic Ha scritto:
(2009-12-25, 19:47)Nexus Ha scritto: Per la separazione dell'Indio dallo Stagno il metodo più semplice che ho trovato è separarli per estrazione con isopropiletere da una soluzione in acido iodidrico 1N. Il fattore di estrazione In : Sn è ben 10'000 : 1

Molto interessante questa separazione In-Sn (posso chiedere dove l'hai trovata?) - I due metalli infatti sono praticamente inseparabili con altri metodi più semplici. Forse si potrebbe giocare sulla leggera differenza di solubilità tra In2S3 e SnS in HCl opportunamente diluito (indio è più sol. di stagno), ma è da verificare.
---

Ecco il link (mi spiace ma è in tedesco )

http://www.springerlink.com/content/vpx0...0dec2&pi=0
Cita messaggio
(2009-12-26, 13:51)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Come vi pare.
Perifrasando: Malcostume,... mezzo gaudio.

Un sassolino però...me lo devo togliere: ogni volta che si entra nel vivo di una questione (anche se collaterale a quella principale) e si esprime una posizione, non necessariamente si "dichiara guerra" a all'interlocutore.

Capisco Moreno, forse guerra è un termine pesante, che ho usato impropriamente, ma vorrei evitare di far degenerare la discussione in un flame; per quanto posso dire la mia, poi è chiaro che non sono qui a dire come e cosa dire a chi e perchè, sono solo un mezzo mod, non il Signore *Si guarda intorno*

Speriamo di aver finito con gli OT (oddio ora arriva anche mordr3d e dovrà riobiettare, e non la finiamo più... )
Cita messaggio
Ho letto l'abstract del link, danke! Per curiosità avevo cercato dovunque un metodo di separazione In-Sn e questo pezzo di Springerlink mi era sfuggito.
E' incredibile (per modo di dire...) come indio e stagno precipitino con tutti i reagenti precipitanti allo stesso identico modo, e vanno sempre giù insieme. Il metodo dell'estrazione organica, previa ox a Sn4+, è interessante, come dicevo prima. Ma è un problema assolutamente irrilevante in questo momento... *Si guarda intorno* ;-)
Cita messaggio
(2009-12-26, 15:00)Rusty Ha scritto:
(2009-12-26, 13:51)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Come vi pare.
Perifrasando: Malcostume,... mezzo gaudio.

Un sassolino però...me lo devo togliere: ogni volta che si entra nel vivo di una questione (anche se collaterale a quella principale) e si esprime una posizione, non necessariamente si "dichiara guerra" a all'interlocutore.

Capisco Moreno, forse guerra è un termine pesante, che ho usato impropriamente, ma vorrei evitare di far degenerare la discussione in un flame; per quanto posso dire la mia, poi è chiaro che non sono qui a dire come e cosa dire a chi e perchè, sono solo un mezzo mod, non il Signore *Si guarda intorno*

Speriamo di aver finito con gli OT (oddio ora arriva anche mordr3d e dovrà riobiettare, e non la finiamo più... )

tranquillo non è mio costume :-)
vi saluto tutti cordialmente e vi auguro buon proseguimento.
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
sarà un retaggio di quello che mi hanno insegnato il volermi affidare ad una lista USA, quella della DEA...
avrò capito male io. mi fido delle parole di Moreno. non perché lui è Dio e quindi dogmaticamente ha sempre ragione.
io in laboratorio, con le dovute conoscenze e rispettando le regole, le leggi e quant'altro, non ho problemi a maneggiare sostanze, anche pericolose, tossiche, cancerogene, potenzialmente esplosive, etc. perché son sotto la superivisione di persone esperte, so abbastanza cosa devo fare, cosa posso usare, in che quantità, bla bla
mi hanno sempre rotto con questa storia della DEA... sbaglierò io. chiudiamo qui e torniamo all'argomento cardine.
saluti
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)