Identificazione minerale
Domenica scorsa sono andato a fare un'escursione dalla parti di Libiola (GE) dove sono presenti delle vecchie miniere ormai abbandonate da dove si estraeva in tempi antichi l'oro e in tempi più moderni rame e ferro. Il territorio è parecchio aspro, nei mesi estivi credo sia impraticabile una camminata perchè letteralmente evapori, in più ad aumentare ancora l'atmosfera marziana c'è il fatto che le rocce sono di colore arancione fino al giallo canarino. Molte di esse sono cariche di zolfo tanto è vero che mettendoci il naso vicino si sente il caratteristico odore di questo elemento. Mentre mi arrampicavo su una pietraia ho trovato questo campione di cui allego le foto (la prima sotto luce artificiale) che mi ha attratto perchè sotto i raggi del sole scintillava come se fossero tanti cristallini d'oro (di cui ricordano anche il colore oltre lo scintillio). Io credo siano cristallini di pirite inglobati nella roccia anche a causa della loro forma parecchio squadrata quasi quadrata ( e come ho detto nella zona si estraeva il ferro tanto è vero che le rocce erano tutte rosse/arancioni/gialle). Purtroppo di minerali non ne so niente per cui mi affido a voi che sicuramente saprete aiutarmi.

   

   

   
Cita messaggio
Pirite o calcopirite quasi sicuramente, ti scrivo il link della località https://www.mindat.org/loc-2082.html

Potrebbe anche essere pirrotina, altro solfuro di ferro

Sembrano molto le rocce dell' Elba, dove ho trovato cristalli simili
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano technetium 99 per questo post:
Geber, FLaCaTa100, ChemLore
Bello questo link grazie mille! E grazie per l'identificazione!
Te ne chiedo un altro allora: c'erano molte rocce con sopra come delle scaglie verdastre/azzurine sembravano proprio le squame di un rettile quasi. Purtroppo non ho una foto ma riusciresti a darmi un'idea circa?
Cita messaggio
Considerando la località un minerale di rame sicuramente, forse malachite. Se trovi altro sentiti libero di pubblicarlo.
Cita messaggio
Si potrebbe essere pirite o calcopirite come dice technetium, prova ad effettuare qualche analisi sul campione determinandone la durezza, il colore della polvere e qualche altra analisi chimica (prova a tritare in un mortaio un cristallo e solubilizza la polvere ottenuta in acqua distillata, se é pirite si forma H2SO4) oppure prova ad effettuare un saggio alla fiamma, se é calcopirite ovviamente impartirà una colorazione verde alla fiamma data la presenza di rame
Per quanto riguarda i minerali verde-azzurri, oltre a malachite potrebbe essere la crisocolla (CuSiO3 * nH2O) che può essere rinvenuta a Libiola
Cita messaggio
Puoi fargli quel trattamento acido / precipitazione / saggio per identificare un po' di cationi / anioni. Ricordi al primo anno di universitá di sicuro ve lo hanno fatto fare o almeno sapere.
" Trasformare rifiuti in risorse "

https://www.youtube.com/watch?v=yNikr1W5zWk
Cita messaggio
Alcune riprese del luogo:
https://www.youtube.com/watch?v=rUMR6zBBjYw&t=12s
Cita messaggio
Bel paesaggio  ;-)
Hai saggiato i minerali che hai trovato?
Cita messaggio
(2021-03-15, 16:59)ChemLore Ha scritto: (prova a tritare in un mortaio un cristallo e solubilizza la polvere ottenuta in acqua distillata, se é pirite si forma H2SO4) 
Piccola correzione:
La pirite è un solfuro di ferro (lo zolfo ha stato di ossidazione -2). Non reagisce con l' acqua nella quale è, tra l'altro, molto insolubile (altrimenti non esisterebbe in natura, soprattutto in spazi aperti).
Altri solfuri vengono idrolizzati dall' acqua a dare acido solfidrico H2S e non acido solforico  (dove lo zolfo ha numero di ossidazione +6).

Un test facile per vedere se si tratta di pirite sarebbe quello di provare a solubilizzare una piccola quantità di minerale in HCl concentrato (puro, esente da Fe) e rilevare la presenza di acido solfidrico tramite cartina all' acetato di piombo (ma sicuramente ci sono altri metodi).
Poi sulla soluzione si possono fare i vari saggi su Fe(II)/(III), adesso non solo quale sia presente nella pirite.
COCl2
[tossico]
R: 26-34

La chimica organica e' la chimica dei composti del carbonio. La biochimica e' lo studio dei composti del carbonio che strisciano. (Mike Adams)
Cita messaggio
(2021-03-22, 21:37)fosgene Ha scritto: Piccola correzione:
La pirite è un solfuro di ferro (lo zolfo ha stato di ossidazione -2). Non reagisce con l' acqua nella quale è, tra l'altro, molto insolubile (altrimenti non esisterebbe in natura, soprattutto in spazi aperti).
Altri solfuri vengono idrolizzati dall' acqua a dare acido solfidrico H2S e non acido solforico  (dove lo zolfo ha numero di ossidazione +6).

Un test facile per vedere se si tratta di pirite sarebbe quello di provare a solubilizzare una piccola quantità di minerale in HCl concentrato (puro, esente da Fe) e rilevare la presenza di acido solfidrico tramite cartina all' acetato di piombo (ma sicuramente ci sono altri metodi).
Poi sulla soluzione si possono fare i vari saggi su Fe(II)/(III), adesso non solo quale sia presente nella pirite.
Strano, nella mia guida dei minerali c'è scritto chiaramente che la pirite sviluppa acido solforico a contatto con umidità e quindi acqua
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)