Il saggio di Tollens
Bug 
Questa prova (nata da un suggerimento di Max nel thread dell'estrazione della cuminaldeide) poteva stare anche di là ma probabilmente è più utile separatamente in analitica dato che il Tollens era stato citato più volte ma mai postato come esperienza pratica.
Il test, oltre che facilissimo, è fondamentale per la rilevazione dei gruppi in chimica organica, specificamente per le aldeidi.
Il reattivo di Tollens prepara in questo modo (le quantità non sono critiche):

-aggiungere a 2 ml di una soluzione 0,1 M di AgNO3 1 ml di NaOH 1 M; si formerà un precipitato bruno di Ag2O.
- aggiungere goccia a goccia ammoniaca a media concentrazione, agitando ogni volta, finchè tutto il precipitato si scioglie e la soluzione diventa perfettamente limpida.
- non eccedere con l'ammoniaca.

   

La soluzione del complesso di argento che si ottiene é un debole ossidante.

Ag2O + 2NH3 + H2O ——> 2 [Ag(NH3)2]+ + 2 OH-

Procedura

Aggiungere ad alcune gocce di campione circa 1 ml di reattivo. Agitare e riscaldare delicatamente. In presenza di aldeide, questa si ossida ad acido e riduce l'[Ag(NH3)2]+ ad argento metallico che si deposita sulle pareti della provetta formando un caratteristico specchio argentato secondo la reazione:

R-CHO + 2 [Ag(NH3)2]+ + 2OH- —--> R-COOH + 2 Ag + 4 NH3 + H2O

Ho eseguito la prova sulla cuminaldeide usando un paio di ml di reattivo e una goccia di aldeide.
Riscaldando leggermente si è forma un precipitato bruno di Ag metallico

   

che con riscaldamento ulteriore si trasforma in uno specchio, irregolare ma assolutamente inconfondibile.

       

Naturalmente si vede meglio dal vivo che in foto.
Basta pochissima aldeide per far avvenire la reazione; ho provato con una frazione di goccia e l'annerimento è ancora visibilissimo.

(E' noto che il Tollens residuo non va conservato per i noti motivi... lo ripeterò anch'io).
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
ale93, AgNO3, Franc, Max Fritz, Sandro, jobba
questa reazione è sempre affascinante...solo un dubbio. La sintesi dello ione [Ag(NH3)2]+ è fata a paartire da Ag2O o AgOH (che sapevo che non si formava dalla reazione AgNO3+NaOH)?
Cita messaggio
(2012-01-13, 22:49)AgNO3 Ha scritto: questa reazione è sempre affascinante...solo un dubbio. La sintesi dello ione [Ag(NH3)2]+ è fata a paartire da Ag2O o AgOH (che sapevo che non si formava dalla reazione AgNO3+NaOH)?

Giustissima precisazione!
Talvolta la bibliografia lascia erroneamente il precipitato come idrossido (da questo discende la svista...).
Correggo perchè è giusto Ag2O.
Cita messaggio
Mai visto nessun testo dichiarare che il Tollens derivi dall'AgOH.
Infatti ho sempre studiato e sempre appreso esso derivi dalla dissoluzione dell'Ag2O in ammoniaca.
Cita messaggio
Hai ragione Clor, ma il fatto è che l'ho trovato TRE volte in rete, (ovviamente ora non ho la più pallida idea dove) e mi è rimasto lo svarione attaccato azz!
Mai fidarsi del tutto... *Fischietta*
Cita messaggio
Ah ah, povero Al !
Io ora come ora mi fido dei miei meravigliosi volumi fine '800- primi '900, chiaramente non per l'università.
Lì si trova di tutto, dal Tollens partendo direttamente dall'ossido a come placcare in oro etcc.
Cita messaggio
(2012-01-14, 00:40)NaClO3 Ha scritto: Ah ah, povero Al !
Io ora come ora mi fido dei miei meravigliosi volumi fine '800- primi '900, chiaramente non per l'università...

Già, capita... (e pensare che è una vita che considero Ag2O e non AgOH...).
Allora sei riuscito a trovare della buona roba storica, bravo!
Cita messaggio
Sì, ora è una passione, ho fatto su una bella libreria di soli volumi e volumetti, manuali hoepli, lavagnolo e similae sull'argomento chimica.
Di cose interessanti se ne trovano: sull'annale di chimica applicata 1937 trovai un interessante saggio, per le aldeidi, colorimetrico utilizzava un reagente che riusciva a scovarne 0.000356g.
E' della biblioteca dell'università, se riesco lo riprendo in prestito e magari ne faccio una piccola discussione, se interessa!
Cita messaggio
Interessa, interessa clor :-)

Un saggio a duplice "effetto" quello di Tollens: da una parte possiamo accertarci che quella sia la cuminaldeide (esclusi, ragionevolmente, altri potenziali riducenti), dall'altra ci rimane una bellissima provetta argentata. Non lo trovate magnifico? :-D
Cita messaggio
Potenza della fotografia, direbbe il nostro mordr3d!
In realtà, due minuti dopo la foto, una bella pipettata di HNO3 si è divorata tutto lo specchio e pace all'anima sua... O:-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)