Il sistema solare
Il sistema solare

Introduzione
Il sistema solare è l'insieme di corpi celesti di cui fa parte anche la terra, il quale comprende non solo pianeti, ma anche: satelliti, comete, meteore e asteroidi. Tutti questi corpi celesti subiscono l'attrazione di un'unica stella: il sole. Il sistema solare ha avuto origine da una nebulosa. Sotto la spinta della forza gravitazionale la nebulosa incominciò a contrarsi con aumenti di pressione, densità e temperatura. Tutto ciò avvenne con maggiore concentrazione nelle zone centrali della nebulosa. Il risultato non fu altro che la creazione di una proto stella, che scaldandosi andò a creare il sole. La stella che inizialmente era circondata da polveri e gas interstellari esercitò la sua forza gravitazionale. Le polveri ed i gas interstellari si aggregarono tra loro fino a raggiungere dimensioni considerevoli. Incominciarono a sviluppare una propria gravità, grazie al quale assunsero forme sferiche dando vita ai pianeti. Il nostro sistema solare è posizionato in un braccio della della nostra galassia; la via Lattea. La via Lattea è una galassia che ha forma spirale barrata che presenta due bracci, noi con il nostro sistema solare siamo situati su quello destro. Le galassie (così come la nostra) ospitano una miriade di stelle e di pianeti. Quando guardiamo la via lattea noi non vediamo altro che uno dei bracci.
In ordine crescente troviamo i seguenti pianeti:
Plutone, Mercurio, Marte, Venere, Terra, Nettuno, Urano, Saturno, Giove.

Immagine: sistema solare

Pianeti del sistema solare: in generale
I paineti del sistema solare fino ad ora conosciuti sono 9 (escludendo il sole poiché è una stella). I pianeti vengono suddivisi principalmente in due gruppi: pianeti rocciosi (o terrestri) e pianeti gioviani (o gassosi). Ciò che divide queste due famiglie all'interno del sistema solare è la fascia di asteroidi, presente tra Marte e Giove. Questa fascia di asteroidi e detriti non è altro che i resti dei pianeti che non sono riusciti a crearsi.
Questa distinzione viene fatta per diversi motivi, tra i principali vi sono:
Pianeti terrestri: [ x ]
a) Le dimensioni dei pianeti rocciosi sono molto ridotte rispetto a quelle di un gigante gassoso.
b) La composizione interna è differente rispetto a quella di un gigante gassoso, in quanto i pianeti rocciosi (così come vuol far intendere il nome) hanno una struttura rocciosa molto simile alla Terra
c) L'atmosfera è presente sulla terra e su venere, mentre è assente su Marte e Mercurio.
Pianeti Gioviani: [ x ]
a) Hanno grandi dimensioni rispetto ai pianeti rocciosi.
b) La composizione interna non è rocciosa ma bensì liquida.
c) I giganti gassosi presentano tutti un'atmosfera. Ognuna varia per la propria composizione chimica.
Questi sono i motivi principali.
Altre classi:
Pianeti Uraniani Da tempo è nota ormai anche un'altra famiglia, quella dei pianeti Uraniani di cui fanno parte Urano e Nettuno, quest'ultimi si distinguono dai pianeti gioviani per le dimensioni ridotte rispetto a Giove e Saturno e per via del colore verde/azzurro che è data dalla presenza significativa di metano. Uno strato di ghiaccio ricopre il nucleo dei due pianeti.
Pianeti nani: Una nuova discussione è nata quando è stato scoperto Plutone (inizialmente considerato come tale), perché non presentava né le caratteristiche dei pianeti gioviani né le caratteristiche dei pianeti terrestri, in quanto si presenta come un corpo completamente ricoperto di ghiaccio e dalle dimensioni similari alla Luna. Dall'agosto 2006 Plutone è stato riclassificato dall'UAI come appartenente ad una nuova classe di corpi celesti, "plutoid".
Cita messaggio
Sono indeciso tra l'incoraggiamento e la stesura di un velo pietoso.
Dipende dall'età che ha. Se adolescente allora merita un plauso e l'invito a continuare.
Tralasciando i numerosi errori grammaticali e non, avrei preferito che l'immagine del sistema solare allegata fosse farina del suo sacco e non un copia/incolla prelevato dal sito di un noto astrofilo. Anche le altre sono copiate (scommetto senza chiedere la necessaria autorizzazione). Seguono alcune sviste davvero madornali:tanto per incominciare la fascia di Kuiper (non Kupier!) non si riferisce agli asteroidi tra Marte e Giove bensì a quelli transnettuniani. Apprendo poi con sgomento e preoccupazione che i pianeti "terrestri" sono privi di atmosfera. Non poteva mancare un'autentica chicca finale, ovvero la collocazione di Plutone e suoi simili nella nube di Oort. Seguono sviste minori ma non voglio calcare troppo la mano. Dopo queste sparate passa quasi in secondo piano l'affermazione che i pianeti siano nove. Si aggiorni, dall'agosto 2006 Plutone è stato riclassificato dall'UAI come appartenente ad una nuova classe di corpi celesti, "plutoid" in lingua inglese.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Kevin.
Critiche e doverose correzioni a parte è un argomento di interesse. Lo considero un mattoncino di una lunga discussione. Speriamo che prosegua...
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano MarcoA per questo post:
Kevin.
si ho 18 anni compiuti, non sapevo di aver fatto tutti questi errori, le immagini si le ho prese da google, scrivendo il nome e prendendo di conseguenza l'immagine, pensavo fosse una cosa carina allegare le immagini per far capire meglio l'argomento in questione, non sapevo che si dovesse chiedere il permesso per prendere le immagini. Io ho cercato di fare una cosa carina perché nella sezione astronomia non era presente un'introduzione. Mi sono adoperato utilizzando un mio vecchio libro di astronomia. Ho cercato di fare qualcosina di decente cercando di ricordare anche le cose fatte in anni passati a scuola. Sapevo di aver fatto qualche errore, così come sapevo di aspettarmi delle critiche, lo prendo come monito per un continuo miglioramento. Ha ragione ho sbagliato per quanto riguarda la fascia di kuiper e anche per quanto riguarda la nube di Oort, mi spiace.

saluti
Cita messaggio
(2012-08-01, 14:06)Kevin. Ha scritto: Il sistema solare


In ordine decrescente troviamo i seguenti pianeti:
Giove, Saturno, Nettuno, Urano, Venere, Terra, Marte, Mercurio, Plutone
La Terra è più grande di Venere e Urano lo è più di Nettuno... Quindi la serie diventa: Mercurio, Marte, Venere, Terra, Nettuno, Urano, Saturno, Giove.
La modestia è il solo splendore che si possa aggiungere alla gloria. Duclos, Considérations sur le Moeurs, 5.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Christian per questo post:
Kevin.
grazie ho modificato :-) ho modificato alcune cose, ditemi se ora va bene
Cita messaggio
(2012-08-01, 20:27)Kevin. Ha scritto: grazie ho modificato :-) ho modificato alcune cose, ditemi se ora va bene

Non se la prenda a male Kevin, ma è riuscito nella non facile impresa di peggiorare la situazione. Quando si dice che il rattoppo è peggiore del buco...
A confronto Wikipedia assume la dignità della Treccani.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Kevin.
(2012-08-01, 20:11)Kevin. Ha scritto: si ho 18 anni compiuti, non sapevo di aver fatto tutti questi errori, le immagini si le ho prese da google, scrivendo il nome e prendendo di conseguenza l'immagine, pensavo fosse una cosa carina allegare le immagini per far capire meglio l'argomento in questione, non sapevo che si dovesse chiedere il permesso per prendere le immagini. Io ho cercato di fare una cosa carina perché nella sezione astronomia non era presente un'introduzione. Mi sono adoperato utilizzando un mio vecchio libro di astronomia. Ho cercato di fare qualcosina di decente cercando di ricordare anche le cose fatte in anni passati a scuola. Sapevo di aver fatto qualche errore, così come sapevo di aspettarmi delle critiche, lo prendo come monito per un continuo miglioramento. Ha ragione ho sbagliato per quanto riguarda la fascia di kuiper e anche per quanto riguarda la nube di Oort, mi spiace.

saluti

Non ti scoraggiare, piuttosto sii preciso e meticoloso, giacchè in questo forum si cerca di mantenere un livello qualitativo piuttosto alto: il che da una parte è un gran bene dall'altra richiede un grande impegno che poi è quello che fa crescere ognuno. Ribadisco che l'argomento che hai scelto è interessante e come tale merita una trattazione approfondita. Correggi per bene l'introduzione e rileggi sempre bene per evitare gli errori di battitura: ne avrai soddisfazione e rispetto.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano MarcoA per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, Christian, GabriChan, Kevin.
Ditemi per favore se ora è migliorato. Per quanto riguarda il discorso dell'atmosfera nei pianeti rocciosi; io sapevo che per via della velocità di fuga presente sui pianeti non poteva esserci atmosfera, e caso mai ce ne fosse sarebbe davvero poca. Sbaglio ?

saluti :-)
Cita messaggio
(2012-08-02, 01:08)Kevin. Ha scritto: Ditemi per favore se ora è migliorato. Per quanto riguarda il discorso dell'atmosfera nei pianeti rocciosi; io sapevo che per via della velocità di fuga presente sui pianeti non poteva esserci atmosfera, e caso mai ce ne fosse sarebbe davvero poca. Sbaglio ?

saluti :-)

Eccome se sbaglia. Sul terzo pianeta a partire dal Sole, dove immagino che lei viva, un'atmosfera c'è.
E c'è anche su Venere, altro pianeta roccioso, dove raggiunge valori di circa 90000 hPa, quasi cento volte superiori a quella terrestre.
Manca invece quasi del tutto sugli altri due pianeti rocciosi, Marte e Mercurio.
La velocità di fuga, che dipende esclusivamente dalla massa e dal raggio planetario, è un parametro che preso singolarmente non dà indicazioni sulla possibilità di esistenza di un'atmosfera. Per esempio, Venere ha una velocità di fuga inferiore (di poco) a quella terrestre, ma la sua atmosfera è ben più consistente. Ma la cosa è ancora più evidente nel caso di Titano, il maggiore satellite di Saturno. Sebbene la sua velocità di fuga sia oltre quattro volte inferiore a quella presente sulla Terra, la sua atmosfera è 1,5 volte più alta.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Kevin.




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)