Ipse dixit
Penso che nella vita di una persona vi siano episodi e soprattutto frasi che costituiscono poi delle linee guida che ne influenzano  il comportamento.
Vi elenco le mie e sarei felice se vi avessi  interessato e se vorrete fare altrettanto.

Nei primi anni di lavoro, inesperto ed insicuro, due frasi che mi sono state rivolte mi hanno veramente cambiato la vita:
“Se hai un problema… risolvilo!” Me lo disse il mio capo di allora che spesso mi lasciava solo in laboratorio per sue trasferte all'estero, mi tolse la brutta abitudine di chiedere sempre conferma e soprattutto mi spinse a prendere decisioni in prima persona e non a delegarle o peggio a non decidere. Prendendo una decisione si può sbagliare o azzeccarci, non decidendo si sbaglia sempre.
“Non bisogna mai avere paura di avere coraggio” questo me lo disse un tecnico quando vide la mia faccia sgomenta all'incarico da parte del mio capo della manutenzione del macchinario che il tecnico sta avviando. Successivamente, ogni volta che dovevo intervenire su questa macchina mi ricordavo della frase e dopo un anno l’avevo smontata e correttamente rimontata tutta  
      
Due frasi famose che mi hanno guidato e fatto risolvere tanti misteri quando mi occupavo di ricerca analitica:
“Chi non si aspetta l’inaspettato non troverà la verità!”  Eraclito
“Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità” Sir Arthur Conan Doyle
Ricordo ancora con nostalgia quando guardavo il gas cromatografo, occhi negli occhi (il monitor) e gli dicevo “ Io sono l’umano e tu sei la macchina, quindi tu fai quello che ti dico io e non quello ti pare!”

Poi, dopo essermi occupato dello sfuggente comportamento delle molecole, sono passato ad occuparmi degli ancora più sfuggenti  comportamenti degli esseri  umani e qui troneggia la geniale frase della saggezza napoletana che delinea esattamente l’unica e basilare regola su cui si basano tutte le organizzazioni:
“O pesce fèta da 'a capa" (Il pesce inizia il processo di putrefazione dalla testa)
Quando vi diranno che un’azienda, un reparto, una attività non funziona bene per colpa dei clienti, del mercato, dei concorrenti, dei fornitori, delle materie prime, delle attrezzature, dei dipendenti, delle leggi, del clima, della scomparsa dei dinosauri, ecc. pensate a questa frase ed avrete trovato il vero motivo!
Cita messaggio
La prima frase che hai scritto è forse quella che ritengo più vera, Almeno per me. Nell'estate tra la terza e la quarta superiore, ho lavorato in un laboratorio di R&D e controllo qualità di una piccola azienda che produce resine. Ricordo che dopo un paio di settimane arrivò una materia prima che veniva comprata in grandi autocisterne qualche volta all'anno. Andava fatta una titolazione in soluzione di toluene, con NaOH in etanolo anidro come titolante, blu di bromotimolo come indicatore e utilizzando una buretta da 5ml. Proprio mentre il chimico che mi seguiva sta per spiegarmi la procedura scritta a mano su un foglio di carta ricoperto di macchie di resina epossidica, suona il telefono e risponde, facendomi il segno che la telefonata non sarebbe durata poco. Allora decido di arrangiarmi e faccio la titolazione da solo. Dopo 30 minuti torna il responsabile del laboratorio e gli porgo la scheda dell'analisi con il risultato analitico, solo da firmare e timbrare. Lui sbalordito mi fa i complimenti. Questo per dire che spesso arrangiarsi e, talvolta, rischiare di sbagliare, ha più valore di chiedere una cosa due volte. Questo episodio mi ha poi consentito di fare anche cose interessanti come la preparazione di formulazioni sperimentali, oltre che le solite analisi di routine che affidano agli studenti in stage e che stancano dopo la prima mezza giornata.
Una frase che mi piace molto invece è questa: “se sei la persona più intelligente nella stanza, sei nella stanza sbagliata”. Bisogna sempre avere l'umiltà di ascoltare e imparare chi è più competente di noi, indipendentemente dal titolo di studio. Questo non serve solo per mettersi nelle condizioni di imparare, ma serve anche per evitare di diventare degli spocchiosi e cinici saputelli, come quelli che questo forum ha visto nel corso della sua esistenza.
Cordiali saluti,
Edoardo 


"Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e sulla prima ho dei dubbi"  (A.Einstein)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)