KPS DI UNA PILA
   vi prego aiutatemi ho un esame e non riesco a capire come trovare il kps di questa pila

non riesco ad andare avanti perché mi blocco e non so proprio cosa fare ed ecco perché non ho aggiunto un tentativo di soluzione, inserita la formula di Nernst non riesco a pensare ad un possibile percorso.


ecco fin dove sono arrivato


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
Come prescrive il regolamento, per ottenere una risposta devi postare un tuo tentativo di risoluzione.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Quoto luisa
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Bene, allora scrivi:
- la formula di Nernst che hai applicato,
- tutto quello che capisci da come è scritta la schematizzazione di questa pila,
- tutto quello che sai sul Kps.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Il disegno della pila che hai postato è in parte sbagliato e incompleto. :-(
Il ponte salino (che nella schematizzazione si sigla //) è costituito da una soluzione acquosa di un elettrolita forte molto concentrata, ad esempio KNO3, in modo che durante il funzionamento della pila venga mantenuta l'elettroneutralità all'interno delle soluzioni acquose nei due comparti: il catione K+ si sposta verso il comparto catodico, l'anione NO3- si sposta verso il comparto anodico.

Adesso bisogna capire quale comparto funziona da anodo (-) e quale da catodo(+):
- il comparto di destra è costituito dal semielemento Ag+/Ag con [Ag+] = 0,100 M
- il comparto di sinistra è costituito dal semielemento Ag+/Ag con [Ag+] = x, dove x è la concentrazione degli ioni Ag+ della soluzione satura di AgI(s).
Essendo AgI(s) un elettrolita poco solubile in acqua, la sua soluzione satura ha una concentrazione di [Ag+] sicuramente inferiore a 0,100 M, quindi il comparto di sinistra avrà un potenziale minore rispetto a quello di destra e si comporta da anodo(-).
All'anodo avviene perciò la seguente semireazione di ossidazione:
Ag(s)(anodo) --> Ag+(slz satura) + e-
e al catodo la seguente semireazione di riduzione:
Ag+(0,100 M) + e- --> Ag(s)(catodo)
Il processo elettromotore che avviene nella pila è la somma delle due semireazioni:
Ag(s)(anodo) + Ag+(0,100 M) --> Ag+(slz satura) + Ag(s)(catodo)

   

Si tratta perciò di una pila a concentrazione la cui fem è generata dalla differenza di potenziale fra il catodo e l'anodo:
E(pila) = E(catodo) - E(anodo)
E(catodo) = E°(catodo) + RT/ne- log [Ag+(catodo)]/[red]
E(anodo) = E°(anodo) + RT/ne- log [Ag+(anodo)/[red]
Riunendo insieme i due potenziali in un'unica espressione si ottiene:
E(pila) = (E°(catodo - E°(anodo) - RT/ne- log [Ag+](anodo)/[Ag+](catodo)

Prova ora a proseguire tu.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)