Legami chimici
1)Si consideri la reazione N2+ 3H2= 2NH3. discutere come variano 1) la kp e 2) la composizione all'equilibrio al vriare di a) temperatura b) pressione parziale di NH3, pressione parziale di H2, pressione totale a parità di altre condizioni. dire quindi quando varrà kc nell'ipotesi che per la reazione precedente sia kp=25
 
 
 
2)1)Si consideri la reazione H2O2+2NO2= 2HNO3. discutere come variano 1) la kc e 2) la composizione all'equilibrio al variare di a) VOLUME TOTALE b)TEMPERATUR C) NUMERO DI MOLI DI HNO3 E LA PRESSIONE TOTALE . dire quindi quando varrà kp nell'ipotesi che per la reazione precedente sia kc=5
Cita messaggio
Elimina questa discussione dalle altre tre sezioni in cui lo hai postato (Analisi e chimica analitica, Chimica organica e Chimica fisica).
Lascialo solo in questa sezione cambiando però il titolo... "Legami chimici" non c'entra nulla :-@

La reazione
H2O2 + 2NO2 --> 2HNO3
è in fase omogenea all'equilibrio, ovvero sono tutti e tre dei gas, oppure no?
Le risposte dipendono anche da questo fattore.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
puoi darmi una mano gentilmente?
Cita messaggio
Ti ho fatto una domanda, prima rispondi.
Grazie
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
non lo so il prof ha dato quest'esercizio dove dice che molto teorico e poco numerico.. se puoi dammi una mano
Cita messaggio
N2(g)+ 3H2(g) <==> 2NH3(g)
Si tratta di un equilibrio gassoso in fase omogenea che avviene con una diminuzione del numero di moli:
Δn = 2 - (1 + 3) = -2

H2O2(g) + 2NO2(g) <==> 2HNO3(g)
Ammettiamo che anche questo sia un equilibrio gassoso in fase omogenea, quindi anche in questo caso avviene con diminuzione del numero di moli che, a P costante, equivale ad una diminuzione del volume del sistema:
Δn = 2 - (1 + 2) = -1

Le relazioni che legano tra loro la Kp, la Kc e la Kx sono:

Kp = Kc(RT)^Δn
Kp = KxP^Δn

La Kp e la Kc dipendono solo dalla temperatura.
La Kx dipende sia dalla temperatura che dalla pressione.

Ora bisogna che ragioni prendendo in esame una ad una le condizioni che ti vengono richiese applicando al sistema il principio di Le Châtelier.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
possiamo parlarne in privato gentilmente? solo le può darmi una mano.. la prego!
Cita messaggio
Scusami, ma già queste risposte pubbliche sono in pratica delle lezioni private "a gratis", non mi metto certo a dare lezioni private in privato.
Quello che scrivo, giusto o sbagliato che sia, deve essere condivisibile da tutti: questo è lo spirito di un forum ;-)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
No no, qui non ci siamo, ma che storie sono?! Gabriele te ne vai in vacanza una settimana per maleducazione, visto anche il 50% di warn.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)