Lentamente muore...
Lentamente muore

chi diventa schiavo dell’abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marcia,

chi non rischia e cambia colore dei vestiti,

chi non parla a chi non conosce.


Muore lentamente chi evita una passione,

chi preferisce il nero su bianco

e i puntini sulle “i”

piuttosto che un insieme di emozioni,

proprio quelle

che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno

di uno sbadiglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore

davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore

chi non capovolge il tavolo,

chi e’ infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza

per l’incertezza per inseguire un sogno,

chi non si permette

almeno una volta nella vita

di fuggire ai consigli sensati.


Lentamente muore chi non viaggia,

chi non legge,

chi non ascolta musica,

chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente

chi distrugge l’amor proprio,

chi non si lascia aiutare;

chi passa i giorni a lamentarsi

della propria sfortuna o

della pioggia incessante.


Lentamente muore

chi abbandona un progetto

prima di iniziarlo,

chi non fa domande

sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde

quando gli chiedono

qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo

richiede uno sforzo

di gran lunga maggiore

del semplice fatto di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà

al raggiungimento

di una splendida felicita’.

[Pablo Neruda]
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Ecco che il dottore mi ruba le idee: riflessioni sul destino del forum e su cosa non va ;-)
Cita messaggio
Io non ho mai rubato in vita mia. Ho solo anticipato un tuo pensiero, forse troppo audace perchè tu lo pubblicassi. ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Max Fritz
Sì, è una questione un tantino più complessa. L'attribuzione è incerta, tanto che il nome l'ho messo tra parentesi quadre, con l'evidente, implicito, significato di dubbio attributivo. E' una regola che usano i filosofi, ma che non tutti conoscono. ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2012-07-24, 20:02)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Lentamente muore
...
...

Ogni processo tende, dal punto di vista termodinamico, all'aumento del grado di disordine. La vita, nelle sue cellule, organizza gli elementi in modo talmente ordinato che alla morte esse si decompongono rapidamente: apparentemente si ha un aumento entalpico e una diminuzione entropica e sembrerebbe essere contro natura: dal mio punto di vista la poesia ci dimostra come nel bilancio termodinamico totale la vita, dopo la morte dell'individuo, porti all'aumento entropico e quindi sia un processo pienamente naturale. Ma forse qui stiamo uscendo dalla scenza per entrare nel delicato mondo della filosofia ;-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)