Libro: Le teorie chimiche dal '500 al '700
Per gli amanti di storia della chimica, questo libro di sole 240 pagine (ma molto "dense"...) è come una piccola antologia del periodo più significativo della nascita di questa scienza, che va da Paracelso a Stahl, ovvero dalla fine del '500 agli inizi del '700.
Quasi tutto il libro è basato sugli scritti originali dei vari personaggi che hanno fatto quella storia e ne rende chiaro il pensiero, ma soprattutto si comincia a comprendere l'evoluzione del pensiero chimico nel tempo, che nasce proprio in questi due secoli.
Ciò che stupisce veramente è proprio questa evoluzione (assolutamente ancora incompiuta ai primi del '700), che passa da idee "filosofiche" per noi strampalatissime, ai bagliori delle particelle di Boyle e arriva al famigerato (ma innovativo) flogisto di Stahl.
Se si vuol dare un'occhiata alle teorie chimiche di Philipp Aureolus Theophrast Bombast von Hoheneim e di tanti altri nomi noti e famosi che non cito (garantisco che sono interessanti e del tutto inaspettate!), questo libro è una buonissima lettura, anche se abbastanza impegnativa (non si legge "tutto in un colpo").
Dello stesso Autore (Ferdinando Abbri) e stessa collana di storia della scienza fa parte "La chimica del '700", che costituisce il naturale prosieguo e l'aggancio verso la chimica ottocentesca che conosciamo, ormai finalmente scevra da implicazioni teologiche o filosofiche che hanno pesantemente pervaso tutti gli uomini di scienza dei secoli precedenti.
E' incredibile verificare come il concetto (in senso lato) "l'ha detto Aristotele o la Bibbia" abbia impiegato secoli a morire.

Ferdinando Abbri
Elementi, principi e particelle
Loescher Editore, 1980
(la foto fa un po' schifo ma avevo fretta...)


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
Max Fritz, raelmozo
Ma che fi....ata, non è così vecchio, ma non importa.
Sarà facile trovarlo in libreria?
Cita messaggio
(2012-04-24, 23:18)NaClO3 Ha scritto: Sarà facile trovarlo in libreria?

Mah, ho qualche dubbio in proposito.
In ogni caso ordinandolo costerebbe sicuramente abbastanza poco.
Cita messaggio
Buono, buono, l'importante che sia di carta!!
Cita messaggio
(2012-04-25, 00:16)NaClO3 Ha scritto: Buono, buono, l'importante che sia di carta!!

Carta? Men che mai... :-@
Una mistione dei Tre Arcani, direbbe Paracelso, ovvero Zolfo, Mercurio e Sale.
Così si ragionava fino all'altro ieri!
Cita messaggio
Ah, Bè. Giusto. Ma preferisco l'era del flogisto.
Cita messaggio
Certamente è un libro stimolante, specie perchè parla di argomenti suggestivi. La chimica moderna ha il grande svantaggio di fornire all'immaginario collettivo solo danni e di evocare nelle menti solo colpe.
Le patetiche politiche di adescamento delle università italiane (vedi Pisa in particolar modo) verso genitori e studenti, sono prive di contenuto. Se fa più seguaci Wanna Marchi, ci sarà un motivo...o no?
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Qual è la politica patetica di adescamento di Pisa? Son curioso!

Ad ogni modo, il numero di studenti di Chimica a Pisa è salito moltissimo negli ultimi anni (non so se sia un bene...)
Cita messaggio
Cercati in rete il filmatino (non recente) con il commento sonoro del compianto Caludio Capone.
Aumentano gli studenti, meno i chimici laureati, meno ancora i chimici lavoranti nel settore chimico. Il famoso mezzo pollo di Trilussa.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Ah, sì l'avevo visto a suo tempo il filmatino!
Comunque ti posso assicurare che, l' ultimo anno (cioè quando mi sono laureato io), il numero di laureati in Chimica a Pisa è aumentato rispetto agli anni precedenti; sono aumentati anche i laureati in corso. Non voglio dire che sia merito del filmatino, però...
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)