Metile acetato sintesi
Bug 
Ogni tanto metto la sintesi di un estere; me li tengo razionati, quando sono a corto di idee ne faccio uno.
Il secondo estere a partire dall'inizio chissà perchè ancora mi mancava (il primo è il formiato di metile, ma questo non lo farò perchè troppo volatile, 31,5°) e quindi oggi è toccato all'acetato di metile.
Il materiale occorrente è quello per le solite Fischer, niente di nuovo, non metto neanche l'elenco.

   

-In un pallone da 250 ml porre 100 ml di acido acetico, 20 ml di metanolo e 4 ml di H2SO4 concentrato. Dati i vicini punti di ebollizione del metanolo (64,7°) e del metilacetato (57°) ho usato un grande eccesso di acido rispetto all'alcool (quasi 3:1) in modo da spostare l'equilibrio a destra il più possibile verso una esterificazione abbastanza completa ed aver meno problemi nella separazione finale. Mettere a riflusso per almeno quattro ore.
Il metilacetato è solubile anche in acqua e pertanto non è possibile una separazione e lavaggio preliminari, quindi si procede subito alla distillazione, raccogliendo poco meno di 30 ml di prodotto (insistendo passa acqua e acido acetico).
Aggiungere al liquido una puntina di spatola di NaHCO3 solido per eliminare eventuale acidità residua della prima distillazione e quindi ridistillare per l'ulteriore purificazione, raccogliendo fin verso i 60°.
Seccare l'estere lasciandolo a contatto una mezz'ora con un un disidratante adatto (in questa occasione ho usato il solfato di rame anidro).
La resa è stata di 23 ml (21 g), circa il 55%, d. 0,93 e p.e. 57°
La bassa resa conferma che l'acetilazione dei due primi alcoli C1 e C2 è abbastanza difficile, poichè anche il classico acetato di etile non è semplice a farsi con alta resa (se si vuole un prodotto degno del nome! E' il più banale e uno dei più difficili).
L'acetato di metile si presenta come un liquido limpido volatile, di odore molto piacevole, somigliante all'omologo estere etilico, ma più brusco e con una nota più "acetica".

Non metto nemmeno foto perchè sarebbero simili alle altre: il solito palloncino a ricadere e la beutina finale con il profumato liquido.
La saga degli esteri continua...
Cita messaggio
Ciao al-ham-bic,

mi sono iscritto da poco al forum...e mi ha subito colpito la tua sezione riguardante gli esteri...io sto progettando (qualcosina ho già) una produzione di profumi, estraendo le essenze che mi occorrono dalle piante o fiori, ma vorrei tanto itraprendere prima o poi (ancora non nè il locale ne l'attrezzatura) la sintesi dei miei amati esteri. Mi fa molto ma davveor molto piacere conoscerti...mi farò risentire sicuramente!!!

Ci si legge

Ciao ciao
Chemistry4888
Cita messaggio
Grazie 4888; sì, gli esteri inferiori sono composti carini e simpatici, almeno io li vedo così!  si si
Naturalmente questi esteri semplici di sintesi non hanno niente a che vedere con i profumi veri e propri, ma lo saprai certamente meglio di me.
Se tra una carmegliptina e l'altra ti metterai a fare anche queste cosucce, sarà sicuramente un divertimento ;-)
Ciao!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)