Modifiche per la tutela dell'utente alla sezione G del Regolamento
Information 
Date le recenti questioni, che ci hanno indotti a riflettere seriamente sull'andamento del forum e sul gradimento da parte degli utenti della linea gestionale, e prese in considerazione le svariate richieste e critiche argomentate presentate da alcuni di voi nella discussione "Comportamento disonesto di alcuni utenti.", siamo giunti alla conclusione che Myttex Forum necessitava di certi provvedimenti volti a tutelare maggiormente l'utente, accogliendolo in maniera più comprensiva, mettendolo in una condizione di maggiore libertà nel postare e consentendogli di migliorare e contribuire senza essere corretto brutalmente. A ciò si aggiungono alcune segnalazioni (per le quali segnalante e segnalato sono e DEVONO restare nell'anonimato) di materiale copiato o tradotto alla lettera da altri siti o da fonti cartacee: i casi fin qui successi verranno sistemati dallo staff, mentre una delle modifiche apportate al Regolamento eviterà che ne accadano di nuovi.

Riporto di seguito la sintesi dei cambiamenti operati:

-Alla regola G10) che recita "È severamente vietato insultare altri utenti, anche se hanno cominciato loro, compresi Ammistratori, Super-Moderatori e Moderatori" è stato aggiunto il corollario
G10b) È severamente vietato criticare in modo offensivo il lavoro di un utente: ogni correzione, dovuta e apprezzata, deve essere nel rispetto di colui che ha sbagliato e volta ad incentivarlo a migliorare, non a scoraggiarlo nel contribuire.

-La regola G14) che recitava "Se copiate qualcosa da qualche parte su questo forum, controllate che sia consentito e citate le fonti." è stata così riformulata:
"Ogni testo riportato integralmente, o tradotto alla lettera, superiore al singolo periodo, va obbligatoriamente accompagnato dalla chiara citazione della/e fonte/i, anche nel caso non sia coperto da copyright. Le trasgressioni verranno sanzionate con un warn variabile tra il 10 e il 90%."

-Alla regola G19) che recitava "Non siete obbligati a rispondere a tutti i thread che leggete, quindi, se non avete nulla di importante da aggiungere, non rispondete!" è stato aggiunto il seguente periodo:
"In particolare nella sezione “Presentati” o si accolgono cordialmente gli utenti, o ci si astiene direttamente dal salutarli, ma è vietato aggredirli o trattarli scortesemente."

-E' stata creata una regola
G20) Moderatori e amministratori sono gli unici utenti autorizzati a riprendere (e a sanzionare) altri utenti. Gli altri sono pregati di svolgere le loro faccende senza intralciare il lavoro dello staff. Solo in casi di vera emergenza, come gravi episodi di attacco da parte di troll o spam, e in assenza di un moderatore pronto ad intervenire, gli altri utenti sono autorizzati ad arginare nel limite del possibile il fenomeno.


Tengo inoltre a precisare che, per evitare ulteriori questioni, saremo molto più imparziali nel comminare le punizioni del caso, e ci troveremo costretti a non considerare affatto il contributo apportato dall'utente in questione nell'applicare il Regolamento. A voi la parola per eventuali commenti o richieste di precisazioni.
Grazie per l'attenzione,
Lo staff.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
myttex, Chemistry4888, Guido Gherlenda
Come si valuta il "grado di insulto" per la regola G10b?
Cita messaggio
Qui ci si è dati alla pazza gioia mi sa..
Penso di essermi perso un pò di cosuccie... vedrò di recuperare.


Cita messaggio
Gli insulti veri e propri, più gravi, sono quelli previsti dalla regola G10). Le intimidazioni, gli atteggiamenti di marcata denigrazione e/o di snobismo smodato verranno considerati meno gravi. In genere ogni qualvolta l'utente offeso può dimostrare di aver ricevuto un attacco diretto alla sua persona sarà necessario intervenire. Inutile e non ammissibile concordare nel Regolamento o in qualsiasi altro luogo i dettagli della pena, che verranno affidati al giudizio del moderatore, il quale a sua volta potrà essere messo in discussione solo da un altro moderatore o da un amministratore (eventualmente mobilitati dall'utente che ne avverte la necessità).
Cita messaggio
(2012-06-05, 20:23)Max Fritz Ha scritto: Gli insulti veri e propri, più gravi, sono quelli previsti dalla regola G10). Le intimidazioni, gli atteggiamenti di marcata denigrazione e/o di snobismo smodato verranno considerati meno gravi. In genere ogni qualvolta l'utente offeso può dimostrare di aver ricevuto un attacco diretto alla sua persona sarà necessario intervenire. Inutile e non ammissibile concordare nel Regolamento o in qualsiasi altro luogo i dettagli della pena, che verranno affidati al giudizio del moderatore, il quale a sua volta potrà essere messo in discussione solo da un altro moderatore o da un amministratore (eventualmente mobilitati dall'utente che ne avverte la necessità).

Quindi, come si evince dalle ultime righe, è finita la democrazia e ora vige un'oligarchia. I modedatori, riuniti in assise, si censurano vicendevolmente, senza altre ingerenze. Mi pare davvero un'idea eccellente, ma non originale: in Italia esisteva già negli anni Trenta.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
NaClO3
Un giudice non viene giudicato da un civile, al limite da un altro giudice. Non aggiungo altro, perchè l'intento polemico è evidente.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
myttex
Aveva ragione Myttex, ecco una bella flame-war. Ma fatemi capire bene, qual'è il problema? Perchè per quanto mi riguarda ci si mette poco a tornare come prima.
Cita messaggio
(2012-06-05, 21:05)Max Fritz Ha scritto: Un giudice non viene giudicato da un civile, al limite da un altro giudice. Non aggiungo altro, perchè l'intento polemico è evidente.

Se non vuoi polemizzare, è sufficiente non rispondere alle provocazioni, quando le ritieni tali. Il clima di Terrore che si sta instaurando favorisce più la diaspora che l'unità. Dopo il Terrore segue il Direttorio...
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
No, non voglio proprio polemizzare. Finiamola qui, anche da parte degli altri, per cortesia. Potrebbe finire qualche decina di pagine più in là, ma sappiamo già come. L'intento non era evidentemente quello di arrivare ad una repressione.
Cita messaggio
Ma io non ci credo... Uno viene incontro alle cose, e il risultato è "siete dei dittatori"? Ora, non è che stiam facendo favori o cosa, ma a me sembra un passo verso un patto logico ed un vivere civile! Invece no, dove starebbe la dittatura?
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Beefcotto87 per questo post:
myttex




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)