N,N'-etilenebis(acetilacetone)immina - H2acen
Solitamente non faccio molte sintesi organiche, però ultimamente mi sto avvicinando alla chimica organica pratica! La sintesi qui descritta è quella di una base di Schiff (immina secondaria), che è anche un legante per metalli di transizione.

Materiali:
- acetilacetone
- etilendiamina
- vetreria base

Materiali:

In un becker o un palloncino si pongono 21ml di acetilacetone (eccesso) e un'ancoretta magnetica, si accende l'agitazione magnetica e si aggiungono lentamente 6,6ml di etilendiamina tramite imbuto gocciolatore o semplicemente pipetta graduata munita di pipettatore che tiene bene. Alle prima aggiunte si noterà la formazione di un solido bianco, ma man mano che l'etilendiamina viene aggiunta, il calore di reazione porta a fusione la massa e fa evaporare via l'acqua sviluppata come sottoprodotto. Si formerà un liquido giallognolo che per raffreddamento si rapprende in una massa biancastra.
[Immagine: dscf9076k.jpg]

[Immagine: dscf9080v.jpg]

Nell'articolo che ho trovato erano consigliate due ricristallizzazioni da acqua, ma non era specificato il volume di solvente da utilizzare. Ho visto che un buon compromesso è utilizzare 40 ml di acqua. Si aggiungono quindi circa 40ml di acqua alla miscela fredda e si scalda su piastra fino a che tutto il solido non si è dissolto a dare una soluzione limpida e giallina. La molecola è molto solubile in acqua calda, poco in acqua fredda. Quando tutto si è dissolto, si procede come per una normale cristallizzazione e, al raffreddamento si ottiene una massa quasi solida di un bel colore bianco, appena sporcato di giallino. Si filtra su bukner e si lava con poca acqua, le acqua di lavaggio diventano gialline, mentre il solido nell'imbuto rimane bianco candido.
[Immagine: wp000142q.jpg]

Si procede ad un'altra cristallizzazione per avere un prodotto più puro, ma questa volta anche la soluzione calda sarà incolore.
Quando tutto è cristallizzato si filtra nuovamente su bukner e si fa asciugare all'aria o su un calorifero. Il composto si presenta come aghi setosi bianco candido, dalla consistenza sembra amianto. Resa 55% (la fonte ne otteneva il 60%).

[Immagine: dscf9094.jpg]

Allego il pdf dell'articolo utilizzato come fonte.

Adesso sarebbe interessante preparare qualche complesso con qualche bel metallo di transizione. So che esistono i complessi [Ni acen], [Cu acen], [Co acen], [Mn X acen] con X=Cl, Br, I, NCS, ecc e [Co acen (amina)2]X, con X come per il Mn. Solo che non ho ancora trovato una metodica seria e che usi solventi reperibili....Non si trova molto in rete riguardo a questa molecola.
Anche nel pdf qui allegato si parla della sintesi di qualche complesso, peccato che si siano scrodati di scrivere che solvente utilizzare...*Tsk, tsk*
Stavo quasi pensando di usare le stesse procedure utilizzate per preparare i complessi con l'H2salen, cambiando ovviamente la base di Schiff.

Ecco la reazione che porta alla formazione del composto, ho tralasciato l'acqua che si forma come sottoprodotto.

.pdf  H2acen +complessi.pdf (Dimensione: 686.03 KB / Download: 81)


AllegatiAnteprime
   
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
ale93, Mario, fosgene, quimico, Max Fritz
Ho appena sintetizzato questo interessante composto con la procedura fornita da Marco.
Ho usato un pallone a due colli con tappo e imbuto gocciolatore
A differenza di Marco ho usato etilendiammina anidra, dato che avevo solo quella, e raccomando di usarla con cura perchè fuma molto all'aria e corrode rapidamente plastica la plastica (va prelevata con pipette o siringhe in vetro)
Ho quindi inserito 21ml di acetilacetone nel pallone, che subito dopo ho tappato. Nell'imbuto gocciolatore ho versato 6,6ml di etilendiammina anidra.
   
Ho aggiunto l'etilendiammina all'acetilacetone abbastanza lentamente, a ritmo di una goccia al secondo.
La reazione è molto violenta, la soluzione si colora di giallo e inizia a bollire rilasciando fumi bianchi.
Una volta aggiunta tutta l'etilendiammina ho lasciato raffreddare e ho aggiunto 40ml di acqua.
      
Inizialmente non è precipitato nulla, ma dopo alcuni minuti si sono depositati i primi cristalli.
Ho lasciato riposare per circa mezz'ora, dopo ho tenuto per 10 minuti a bagno di ghiaccio per completare la precipitazione.
Ho filtrato su buchner e ho lavato più volte con acqua. Ho lasciatto essiccare il solido all'aria.
Non ho effettuato un'altra ricristallizzazione ritenendo il prodotto abbastanza puro per i miei scopi.
Il prodotto finale si presenta come un solido bianco, leggermente giallino.
      
La resa è stata di 18g corrispondente a circa il 60-65% della teorica.
Ho notato che il prodotto forma molto facilmente soluzioni in acqua che per agitamento cristallizzano interamente (tipo hot ice)
Il solido è fluorescente ai raggi UV-A e presenta una fluorescenza blu-verde alla lampada di Wood. La foto sotto gli UV purtroppo non è venuta molto bene, proverò a farne una migliore!

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ale93 per questo post:
quimico, Mario, marco the chemistry, Roberto
Imbuto separatore? Eh? Non diciamo fesserie, per favore. Quello, mio caro, è un imbuto GOCCIOLATORE con equilibratore di pressione...
Per il resto niente da dire... Bravo.
Attendiamo la foto sotto la luce UV ^_^

PS: I fumi bianchi penso siano acqua che per il calore sviluppato dalla reazione evapora e forma un vapore...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Molto bene ale, solo una cosuccia...non tappare ilpallone..così l'acqua che si forma se ne bolle via e fa avvenire la reazione quantitativamente. Teoricamente bisognerebbe usare l'en anidra..però non avevo nessuna voglia di distillare la mia su NaOH...
Il prodotto è stato ricristallizzato due volte perchè la prima volta puzzava di Hacac... Confermo il fatto delle soluzione supersature, però se esse vengono lasciate riposare al fresco per uan notte cristallizzano spontaneamente formando dei lughi cristalli fibrosi..
Molto bene comunque!
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Ops hai ragione quimico correggo!
Grazie a entrambi per i complimenti :-)

Cita messaggio
Ecco una foto migliore del prodotto agli UV
   

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)