Neofita con tanti dubbi.
Ciao ragazzi, come già detto nella sezione dedicata alla presentazione mi sono appena avvicinato a questo mondo che ho sempre ritenuto affascinate. Essendo il mio primo microscopio binoculare (seben sbx5) ho molte domande da chiedervi, sono domande sicuramente banali ma per me un po meno Blush

Premetto che ho letto molto ma i dubbi mi rimangono.

Parto con una domanda :-D

Se io volessi guardare al microscopio esseri viventi come ostracodi senza ucciderli devo compare dei vetrini particolari?
Cita messaggio
Vero che gli ostracodi sono piuttosto grandini, ma ti conviene lo stesso metterli su di un vetrino normale e coprire con il copri oggetto.
Piuttosto, metti abbondante acqua, in questo modo il copri oggetto resta abbastanza sollevato per permettere al crostaceo di muoversi liberamente.
E vedrai che si muove si, anche troppo, per cui farai fatica a seguirlo e fotografarlo.

Le osservazioni migliori le farai proprio quando l'acqua, evaporando, si sarà ridotta e la lamella comincerà a "pesare" sul soggetto. Quello è il momento migliore per fare le foto.

Se poi vuoi proseguire la visione, a questo punto, ti conviene aggiungere altra acqua, altrimenti la povera bestiolina verrebbe schiacciata dal peso e dall'attrazione della lamella.

Altro metodo è quello di utilizzare i vetrini con l'incavo, quelli per "goccia pendente", ma allora dovresti avere degli obiettivi per immersione in acqua.

Auguri
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
Non c'è molto da aggiungere all'esaustiva risposta di Enotria.
Vorrei solo fare due considerazioni.
La prima è che io spesso utilizzo la tecnica a goccia pendente, ma ho sempre impiegato obiettivi a immersione in olio (quelli ad acqua non li ho mai visti in vita mia, me tapino!) però non ho mai fatto foto e quindi non mi sento di dire che sia adatti anche alla ripresa fotografica. Su questo Enotria ci può stra-illuminare.
La seconda è più una domanda: se si vuole conservare vivo l'oggetto dell'osservazione microscopica ci sono fondamentalmente due ragioni.
Una di natura "scientifica" e una di natura "etica". Bene, quella scientifica è ragionevolissima, quella etica lo è soltanto per chi manca di approccio scientifico allo studio dei fenomeni naturali. Il sacrificio della cavia da esperimento è imprescindibile dal buon esito dell'intero processo di ricerca scientifica.

Da neofita accetta un suggerimento: esiste in commercio un testo-atlante molto interessante che aiuta a fare ottime osservazioni. Costa sui 20 € ed è molto maneggevole. Troverai, oltre a bellissimi disegni (nessuna fotografia, questo è l'unico difetto), anche alcune indicazioni per "allevare" protozoi e piccoli animali acquatici. Gli Autori propongono anche un rimedio alla motilità eccessiva di alcuni oggetti di osservazione, ricorrendo all'uso dell'MS222, ai più nota come tricaina. Questa molecola organica è un potente anestetico (però non superiore alla cocaina) che ha il vantaggio di essere efficace a basso dosaggio e di non uccidere o alterare l'osservato.
Sullo stesso testo troverai qualche indicazione per realizzare semplici colorazioni e altri interessanti suggerimenti per le tue osservazioni.

Prima che divampi la polemica: ho scritto che il potere della tricaina è inferiore a quello della cocaina per due ragioni: la cocaina è efficace anche sui ciliati e sui flagellati, mentre la tricaina no. La dose di cocaina da impiegare è dieci/venti volte inferiore a quelle della tricaina.
Unico svantaggio della cocaina: è uno stupefacente, quindi per l'acquisto, la detenzione e l'uso, occorre richiedere l'autorizzazione alla questura competente per territorio.
La tricaina è invece in libera vendita. Solitamente si usa diluita 1:1000 o 1:10.000, a seconda della specie da narcotizzare, sciolta direttamente nell'acqua in cui sono contenuti gli organismi da osservare.

Piccola nota: un tempo, quando ancora valeva in detto: "l'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento", s'impiegava in laboratorio un liquido (liquido di Ludin e Feissly) per il conteggio dei trombociti nel sangue. Funzionava di un bene che non vi dico...ma aveva come ingrediente principale il cloridrato di cocaina e quindi... addio!


AllegatiAnteprime
   
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Max Fritz, Rusty
(2013-02-05, 20:26)tek86 Ha scritto: Se io volessi guardare al microscopio esseri viventi come ostracodi senza ucciderli devo compare dei vetrini particolari?

Io partirei con il cambiare microscopio.
Se il suo interesse è rivolto all'osservazione di tali crostacei, perchè non ha acquistato uno stereomicroscopio?

saluti
Mario
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)