Neutralizzazione campione di acido con NaOH
Salve a tutti,
avrei bisogno di aiuto per la risoluzione di questo esercizio:
   
Per la risoluzione ho chiamato x le moli di acido malonico e y le moli di cloruro di anilinio. 
Essendo la massa totale 0,2376, allora ho pensato che 104,06x+129,59y=0,2376; es essendo le moli totali nel campione uguali alle moli di NaOH, ho pensato che x+y=2,984*10^(-3).
Ho poi messo a sistema le due equazioni, esplicitato un'incognita e risolto il sistema, ma i risultati non tornano (x diventa maggiore del numero di moli totali e y minore di zero).
Vi allego la foto del sistema da me impostato.
   
Vi chiedo se potreste dirmi se sono presenti errori concettuali, e in tal caso se potreste spiegarmi il corretto procedimento e ragionamento. Nel caso invece ci siano errori di calcolo, provvederò io a correggerli.

Vi ringrazio per l'attenzione.

Cordiali saluti.
Cita messaggio
L'acido malonico è un acido debole diprotico; 1 mole di acido malonico richiede per la sua neutralizzazione 2 moli di NaOH.
Il cloruro di anilinio è un acido debole monoprotico; 1 mole di cloruro di anilinio richiede per la sua neutralizzazione 1 mole di NaOH.

n NaOH = 0,0877 mol/L · 0,03402 L = 2,98·10^-3 mol

Chiamiamo:
x = massa di acido malonico
y = massa di cloruro di anilinio

Il sistema da risolvere è:
x + y = 0,2376
2,98·10^-3 = 2x/104,06 + y/129,59

Acido malonico = 42,08% m/m
Cloruro di anilinio = 57,92% m/m
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa, RhOBErThO, AccettoreQ
Ciao Luisa, ho provato a fare anche Io questo esercizio per vedere se sarei riuscito a risolverlo...
La percentuake di cloruro di Anilinio che ho trovato è 57.91%. Questo valore si discosta di poco da quello risultato del libro per le approssimazioni che ho fatto?
_________________________________________
When you have excluded the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Cita messaggio
Io non arrotondo mai i risultati intermedi di una serie di calcoli.
Utilizzando i dati forniti dal testo, il risultato corretto della % m/m di cloruro di anilinio è 57,92% come puoi vedere nel file Excel allegato.
Certo, la differenza non è significativa, ma il risultato fornito dal testo è "sbagliato".


.xlsx  Composizione di una miscela.xlsx (Dimensione: 8.34 KB / Download: 17)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
AccettoreQ, Rosa
(2017-04-30, 12:58)LuiCap Ha scritto: L'acido malonico è un acido debole diprotico; 1 mole di acido malonico richiede per la sua neutralizzazione 2 moli di NaOH.
Il cloruro di anilinio è un acido debole monoprotico; 1 mole di cloruro di anilinio richiede per la sua neutralizzazione 1 mole di NaOH.

n NaOH = 0,0877 mol/L · 0,03402 L = 2,98·10^-3 mol

Chiamiamo:
x = massa di acido malonico
y = massa di cloruro di anilinio

Il sistema da risolvere è:
x + y = 0,2376
2,98·10^-3 = 2x/104,06 + y/129,59

Acido malonico = 42,08% m/m
Cloruro di anilinio = 57,92% m/m

Salve,
la ringrazio nuovamente per la disponibilità e la chiarezza nella risposta. Non avevo considerato che l'acido malonico fosse diprotico. Inoltre, posso chiederle per quale motivo lei ha considerato x e y le masse e non le moli?

La ringrazio anche per aver allegato il foglio con i calcoli.

Cordiali saluti.
Cita messaggio
Io ho considerato le moli che sono uguali alla massa diviso la massa molare:
n NaOH = 2n acido malonico + n cloruro di anilinio
2n acido malonico = 2 · massa acido malonico / MM acido malonico = 2x/104,06
n cloruro di anilinio = n cloruro di anilinio / MM cloruro di anilinio = y/129,59
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
AccettoreQ




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)