Non mi ricordo più !
anche se ti hanno gia risposto esaurientemente gli altri provo a contribuire anche io:
da quel che so eseguire una argentatura non è facile, o meglio un'argentatura "bella".

quando abbiamo preparato in laboratorio gli elettrodi di argento per argentatura di elettrodi di platino abbiamo aggiunto alla soluzione di AgNO3 cianuro di potassio perchè CN- forma un complesso molto stabile con l'argento che rende la concentrazione degli ioni Ag+ in soluzione molto bassa.
se ricordo bene:

[Ag(CN)2]- <==> Ag+ + 2CN-

Eseguendo l'argentatura l'equilibrio si sposta verso la formazione di nuovi Ag+ e quindi in pratica mantieni il livello di ioni basso e costante, questo viene fatto per ottenere uno strato uniforme senza grumi. Al contrario si si usasse solo nitrato d'argento la concentrazione di Ag+ sarebbe troppo alta e si potrebbero formare grumi.
Tieni conto che questo procedimento è stato svolto per preparare elettrodi da usare in laboratorio quindi non è che ci interessasse molto se venivano belli o meno, quindi ribadisco come hanno detto già altri che fare un bel lavoro non è facile.
C'è anche da tener conto del materiale su cui la esegui perchè bisona considerare se si attacca bene o no e poi ovviamente anche eventuali trattamenti da fare per preservare il lavoro fatto in quanto l'argento se non sbaglio si ossida e quindi si opacizza col tempo (dovrebbere essere lo stesso problema dell'argenteria).

dimenticavo ovviamente KCN :tossico::tossico::tossico: l'ha eseguita il prof sotto cappa....in poche parole non ci giocherei in casa......
Cita messaggio
Sfido a trovare qualcuno che possieda KCN (o altro cianuro) a casa (forse il Dott.Zolghetti ed Al potrebbero averli ma non ne sono così sicuro). I cianuri sono diventati difficile da reperire anche per le aziende o per le università con questo non voglio dire che hai fatto male a sottolineare la pericolosità del cianuro anzi, in questi casi mai dare niente per scontato.
Chemistry4888
Cita messaggio
Per le università (e per le aziende) sono merce MOLTO rara. Come ho detto anche in altre sedi è assolutamente necessario fare un corso presso la caserma provinciale dei VVdFF, fare un esame, pagare e hai il tuo bell'attestato.
Detto questo trovo ridicolo che vendano il mercurio(II) cianuro, il quale se non erro è forse il più tossico dei cianuri assieme al trimetilsililcianuro, e non quest'ultimo o il sodio cianuro o il potassio cianuro. Son scelte dettate da un motivo (spero).
Cianuri stabili (abbastanza) come il rame(I) cianuro erano venduti fino a pochi anni fa ora non più. Idem per lo zinco(II) cianuro... Ai tempi del mio capo sotto il suo bancone c'era quasi 1kg di questo cianuro (Zn(CN)2)... Non dico sia stata un cosa intelligente ma è per far capire che erano altri tempi. Poi si finisce che si acquistano da strane aziende spesso cinesi... E sono piselli per diabetici.
Non lo trovo giusto. Capisco in mano di una qualsiasi persona che ne abbia accesso possa diventare davvero pericoloso ma non mi pare facciano tutte queste storie per molti altri reagenti decisamente pericolosi *Si guarda intorno* Va beh son solo questioni di lana caprina.
Scusate l'uscita ma ci voleva.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
concordo con te. Il punto è che sono pericolosi e in mano a chi non ha competenze possono causare danni irreparabili :tossico: ...........però c'è anche da dire che in questo modo si creano problematiche a chi invece ha le comptenze e magari deve lavorarci.

tornando in argomento non so magari esistono altre sostanze più semplici da reperire e più sicure per fare lo stesso "trucco" che si fa col cianuro, anche se non ho molte speranze perchè da quel che so il cianuro è il metodo che si usa (o almeno si usava) a livello industriale. Forse si sono trovate altre tecniche, non saprei proprio dirti. Dite che un complesso fatto con ammoniaca potrebbe funzionare? se non erro dovrebbe essere [Ag(NH3)2] o qualcosa di simile...
Cita messaggio
Anche sostanze come il tiofosgene o l'acido perclorico possono diventare pericolosi e causare danni irreparabili ma non mi pare facciano tutto questo fracasso... Boh! Non so che dire.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Quimico, senza andare lontano; lo "sturacessi", vorrei ricordare essere acido solforico a 66°Bè, ovvero al 94-98%p/p.
Cita messaggio
Il complesso di Ag(I) con l'ammoniaca è [Ag(NH3)2]+ (con carica positiva) in quanto l'ammoniaca è un legante neutro e non carico negativamente come il cianuro. Tutto dipende dalla costante di formazione del complesso (Kf) che stai utilizzando in quanto da tale valore dipende la concentrazione di ioni argento liberi presenti in soluzione che come hai ben spiegato determina una buona argentatura o meno. In poche parole la concentrazione di ione argento in soluzione non deve essere nè troppo bassa nè troppo abbondante.

Per il complesso [Ag(NH3)2]+ ho trovato la costante di instabilità (Kins) che corrisponde al reciproco della Kf ed è la seguente:

Kinst [Ag(NH3)2]+ = 6,8 * 10-8 --------> Kf [Ag(NH3)2]+ = 1,4 * 10-7

mentre per il complesso [Ag(CN)2]- la sua Kf è la seguente:

Kf [Ag(CN)2]- = 1,0 * 10-21

La Kf di un complesso deriva dalla seguente reazione: M + nL -----> MLn
quindi possiamo esprimere la costante di formazione di un complesso (Kf) secondo questo rapporto: Kf = [MLn]/[M][L]n

Il valore di Kf per il complesso [Ag(CN)2]- è minore rispetto al valore di Kf del complesso [Ag(NH3)2]+ ciò vuol dire che nella soluzione con il complesso [Ag(CN)2]- avrò una concentrazione di ione argento libero (M) maggiore rispetto allo ione argento libero presente nella soluzione contenente il complesso [Ag(NH3)2]+.

In conclusione, credo che utilizzare ammoniaca al posto del cianuro porti alla formazione di un complesso troppo stabile che apporta una concentrazione di ione argento in soluzione troppo bassa per poter effettuare una corretta argentatura.

La soluzione potrebbe essere, provare con un complesso di Ag(I) che abbia una Kf simile a quella del complesso [Ag(CN)2]- ma non possiedo la tabella con le varie Kf dei vari complessi di Ag(I) quindi non posso aiutarti in tal senso.
Chemistry4888
Cita messaggio
Sono tutte supposte effervescenti.
Per un chimico procurarsi cianuro è un giochetto da bambini. Certo, se sei un decerebrato, diventa impegnativo. Il guaio di questa generazione perversa di universitari (esclusi i presenti ;-) ) è che si dividono in due categorie: quelli che vorrebbero fare, ma non sanno fare e quelli che sanno fare e fanno guai. Una via di mezzo ci potrebbe pur essere, ma è impegnata a fare altro.
Nei laboratori delle università si può fare di tutto, intendo come sintesi, ma il problema resta essere capaci di fare. KCN lo si ottiene purissimo con pochissima fatica. Quello che invece è difficile fare sono le connessioni tra i neuroni.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
In effetti il prodotto casalingo per le otturazioni dei sanitari o wc dir si voglia non è una giocattolo, idem il barattolo da 1kg di sodio idrossido che vendono.
Concordo sia facile come detto da Moreno per un chimico procurarsi del cianuro. Io saprei benissimo come fare *Si guarda intorno* avendo le giuste conoscenze ma non mi interessa. Già ora che uso il cianuro di mercurio(II) vado con i piedi di piombo, cerco di lavorare al meglio evitando ogni contatto con esso, e soprattutto evito che gli altri possano essere danneggiati da tale sostanza.
Anche lo smaltimento deve essere fatto con grande e seria attenzione. Ogni oggetto entrato in contatto con tale sostanza deve essere posto in soluzione di NaClO completamente per un paio di ore o più almeno. Il mio camice (uno dei tanti) quando uso i cianuri finisce direttamente in una bacinella colma di candeggina. I guanti prima di finire nel bidone nero dei rifiuti speciali stanno a mollo per almeno un giorno in candeggina. E tutta la vetreria almeno tre giorni. Forse esagero ma la prudenza non è mai troppa.
Io penso, e qui chiudo, che sostanze come queste dovrebbero essere nelle mani di pochi. Forse è troppo o difficili da farsi come cosa ma... Come dice sempre il mio capo non si sa mai cosa possa passare per la testa di una persona. Non dico che altre sostanze non possano arrecare GRAVE danno ma... i cianuri hanno la loro maledetta fama, quest'aura strana attorno.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Ciao Quimico, forse la cattiva nomea e data dal fatto che ci ammazzano ancora le persone,

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012...-33340207/

la cosa interessante è che questo farmacista ha venduto del cianuro per uccidere i ratti,...
e poi lo vendi ad una "amico" che ti deve dei soldi????

Per tornare in tema, un ponte salino, e l'alimentatore messo in modo che eroghi una corrente costante non andrebbe bene?
Credo comunque serva fare qualche test, per avere un risultato ottimale, non credo si riesca ad ottenere un buon risultato al primo tentativo.
Ciao.
“Grandi menti parlano di idee, menti mediocri parlano di fatti, menti piccole parlano di
persone”
Eleanor Roosevelt
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)