Olii essenziali
Ok, dopo una serie di PM di Al (decisamente illuminanti) e un pomeriggio dedicato a spulciare il forum e la rete sull'argomento (con annessa chattata con chimico :-) )
ho le idee un po più chiare.

visto che mi piacerebbe provare ad estrarre gli olii essenziali degli agrumi (vivendo in sicilia la materia prima abbonda) avevo pensato di attrezzare un sistema di estrazione in corrente di vapore casalingo.
l'idea è questa:
la caldaia sarebbe un comune bollitore di quelli per fare il tè, innestanto un tappo con tubo, al posto del fischietto.
il tubo però dovrebbe essere di silicone (non so dove si compra).
poi ho pensato di usare un barattolo di vetro (da 500/750 ml) con due fori sul coperchio, dal primo foro farei passare un tubicino di rame che arriva sino al fondo del barattolo e che sarebbe collegato al tubo di silicone proveniente dalla caldaia. dall'altro foro uscirebbe un altro tubicino di rame che continua in un condensatore (pensavo di usare il rame anche per questo).

ora, il punto è questo:

- questo "accrocchio" un po improvvisato secondo voi può funzionare?
- quali oli essenziali potrei estrarre con questo sistema?
- i tubi di rame possono contaminare in qalche modo il prodotto?
- gli oli essenziali estratti in questo modo, conserverebbero la loro commestibilità? potrei usarli in cucina?

a me non interessa distillare l'etere o l'acetone, sono ancora troppo giovane :-D

Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
ci faresti uno schizo, un disegnino?
Cita messaggio
Tutto si può fare ma... dipende! *Fischietta*

Ti metto questa immagine così si capisce bene come funziona la distillazione in c.v. - Il setup potrebbe essere leggermente diverso (per es. pallone a due colli, magari riscaldato anch'esso) ma il principio rimane identico.
Se te la senti... asd



AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
mordr3d
il disegno mi piace molto e mi chiarisce molti dubbi.

in merito al rame che mi dici ?

mi date un idea di quanto costano e come si chiamano i singoli pezzi del disegno?

in merito al condensatore, ho letto un certo liebig (sarà parente di quello dei dadi ) ma ne esistono altri ?

Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
Approfitto di questo theard per fare una domanda sulla distillazione in corrente di vapore. Si discuteva tra di noi se fosse possibile in alcuni casi produrre in situ il vapore riscaldando dell'acqua direttamente nel prodotto da distillare sotto forte agitazione o se qualcuno avesse mai provato qualcosa di simile.
Saluti B-lab

Cita messaggio
Ci sono dei casi in cui il prodotto da sottoporre a distillazione in corrente di vapore viene posto su una graticola, su un sostegno a maglie metalliche insomma, al di sotto del quale vi è l'acqua che bolle. Invece tu intendi proprio mettere il prodotto all'interno dell'acqua bollente... Non ne ho mai sentito parlare, non escludo che in qualche caso possa funzionare.
Cita messaggio
a scuola, per l'estrazione dell'eugenolo abbiamo utilizato un normalissimo apparato di distillazione, nella caldaia vi era acqua a sufficienza e un bello strato di 2 cm di chiodi di garofano, distillando si raccoglieva tanta acqua e qualche ml di olio essenziale. È un metodo quasi arcaico, meglio utilizzare un dispositivo fatto ad hoc.
O un distillatore come quello descrittdn da Al, o una specie di grande moka ove nel filtro trova posto la pianta o campione di sorta, sotto di esso, un gran vapore che penetrando nel campione si porta via microgocce di olio che verranno raccolte previa distillazione del vapore
Cita messaggio
(2011-01-23, 19:03)mordr3d Ha scritto: ...in merito al rame che mi dici ?
mi date un idea di quanto costano e come si chiamano i singoli pezzi del disegno?
in merito al condensatore, ho letto un certo liebig (sarà parente di quello dei dadi ) ma ne esistono altri ?

Tre domande, ma mi piace partire dai dadi, che hai citato per scherzo!
Rendiamo onore al grandissimo chimico Justus von Liebig *Hail* , considerato l'inventore dei dadi, ma che ha fatto ben altro nella storia della chimica!
(Liebig si chiama anche quel particolare tipo di condensatore che si vede nell'immagine, ma leggiti tutta la storia sulla distillazione sul forum).
Sul rame ripeto quello che ho detto prima: dipende! (cioè dalla manualità e attrezzatura per fare tutto il marchingegno, che poi non sarà trasparente e non si vedrà una mazza. Io preferirei di gran lunga il vetro).
Sui prezzi il discorso è lungo: facendo la somma di quello che si vede nell'immagine verranno circa una ottantina di euro (molto a spanne).
Sulla distillazione in c.v. per semplice bollitura hanno già risposto gli altri e io concordo.
Cita messaggio
ti ringrazio al e chiedo venia per la sfrontatezza (dettata da semplice ignoranza).
sono andato a leggermi qualcosina su Liebig *Hail*

stavo pensando:

esiste una specie di pallone con due colli in posizione PARA (uno sopra e uno sotto) da montare direttamente sopra la caldaia tipo caffettiera?

ha senso usare un termometro per fare estrazione in corrente di vapore?

Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
(2011-01-23, 23:04)mordr3d Ha scritto: ...esiste una specie di pallone con due colli in posizione PARA (uno sopra e uno sotto) da montare direttamente sopra la caldaia tipo caffettiera?

Bella questa, hai reso l'idea perfettamente! :-D
Però io i colli multipli dei palloni li ho sempre visti solamente in posizione ORTO... *Fischietta*

Direi che il termometro ha poco senso (per es. nell'immagine di prima non c'è).
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)