Passata (forse)
Non trovo nessuno che dice i quantitativi del salicilico... i rari che ne parlano dicono solo che si aggiunge un pò di salicilico dopo la cottura ,prima di imbottigliare.
Al dove sei? sei il primo che ho sentito parlare del salicilico per la passata della nonna! toglici 'sto dubbio .


Cita messaggio
MA perchè questo acido salicilico??
A casa mia si è sempre fatta la passata di pomodoro e nessuno ha mai messo niente dentro!!E ci mancherebbe aggiungo!;-)
Cita messaggio
l'acido salicilico serve solo se la durat di conservazione diventa alta, si tratta di mesi.
serve come antimicotico penso, soprattutto contro le muffe che su substrati acidi come il pomodoro fanno festa!
Cita messaggio
Forse ho trovato qualcosa ma ......
..Passarli poi al setaccio, aggiungere 1 gr di acido salicilico per ogni kg di salsa, mescolare bene e invasare.

Fonte
http://www.gennarino.org/diego/pomodoro.html

@ Marzio anche io la ho sempre fatta senza. Mai avuto problemi.... (dovrebbe essere usato come conservante) sono curioso,se c'è qualcuno che lo usa ancora magari saprà dire le differenze,pro e contro.


Cita messaggio
(2011-06-28, 20:18)NaClO3 Ha scritto: l'acido salicilico serve solo se la durat di conservazione diventa alta, si tratta di mesi.
serve come antimicotico penso, soprattutto contro le muffe che su substrati acidi come il pomodoro fanno festa!

Allora, andiamo per gradi.
Dopo aver passato i pomodori con la macchina che li spreme e separa la polpa/succo dalle bucce, la passata viene messa in bottiglie appena lavate a pulite.
Con l'apposita macchinetta si tappano queste bottiglie con un tappo metallico (quello come i succhi di frutta in bottigliette di vetro per intenderci).
FAtto questo si mettono tutte le bottiglie in un grosso pentolone (di solito un bidone di acciaio diviso a metà), tutte sistemate bene e a contatto, in modo che non possano sbattere.
FAtto questo si riempie di acqua il pentolone fino a sommergere le bottiglie.
Ora si accende il fuoco sotto (con legna o gas) e si porta ad ebollizione l'acqua. L'ebollizione deve durare almeno 1 ora. Trascorsa un ora di ebollizione si spegne il fuoco e si lascia raffreddare. Il mattino dopo si vuota l'acqua e le bottiglie sono pronte per essere conservate anche anni!
Se l'ebollizione non è stata sufficiente, ve ne accorgerete dopo qualche giorno perchè le bottiglie, (che non si conserverebbero bene) comincieranno a esplodere!

Spero di essere stato chiaro, Non servono conservati tranquilli! Altrimenti che le facciamo a fare in casa?!
Cita messaggio
OT sarà deformazione professionale ma tu fai esplodere tutto! anche la passata..haha OT
Tralascerò il salicilico e farò come sempre mi sa che è meglio..Per quanta salsa io possa fare ...la finisco sempre prima di un anno...


Cita messaggio
(2011-06-28, 20:27)Marzio Ha scritto: Se l'ebollizione non è stata sufficiente, ve ne accorgerete dopo qualche giorno perchè le bottiglie, (che non si conserverebbero bene) comincieranno a esplodere!

Spero di essere stato chiaro, Non servono conservati tranquilli! Altrimenti che le facciamo a fare in casa?!

se ti esplode è davvero grave, significa per la maggior parte di casi, Clostridio pasteurianum!

il pomodoro ha un pH basso a livello industriale la sterilizzazione di aggira si aggira a 105°C con vapore surriscaldato, per 35 minuti, unico conservante A. Ascorbico!
Cita messaggio
(2011-06-28, 20:37)jobba Ha scritto: OT sarà deformazione professionale ma tu fai esplodere tutto! anche la passata..haha OT
Tralascerò il salicilico e farò come sempre mi sa che è meglio..Per quanta salsa io possa fare ...la finisco sempre prima di un anno...


Eheh!!Scherzi a parte se non bolle abbastanza sono ca*** amari sul serio! Una anno qui a casa è successo e abbiamo dovuto ritinteggiare tutta la cantina!!Rolleyes

Però se ti abitui con la passata fatta in casa poi...quella del supermercato non la vedi più!
Cita messaggio
1) Il prodotto industriale offre delle garanzie sulla lunga conservazione.
2) L'acido salicilico a dosi micro (come si usa normalmente, in ambito domestico) serve a ZERO.
3) L'acido salicilico a dosi idonee NON è indicato se il prodotto si sottopone a pastorizzazione o a "sterilizzazione".
4) L'acido salicilico ha funzione di batteriostatico (blanda) e di micostatico. NON è un antimicrobico in senso stretto.
5) L'acido ascorbico NON è un antimicrobico.
6) La "sterilizzazione" a 100°C per 60 min non elimina i batteri sporulanti. Alcune spore resistono a questo tipo di trattamento.
7) I casi di tossinfezione o di intossicazione da conserve di pomodori sono rari.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
jobba
(2011-06-28, 23:23)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: 1) Il prodotto industriale offre delle garanzie sulla lunga conservazione.
2) L'acido salicilico a dosi micro (come si usa normalmente, in ambito domestico) serve a ZERO.
3) L'acido salicilico a dosi idonee NON è indicato se il prodotto si sottopone a pastorizzazione o a "sterilizzazione".
4) L'acido salicilico ha funzione di batteriostatico (blanda) e di micostatico. NON è un antimicrobico in senso stretto.
5) L'acido ascorbico NON è un antimicrobico.
6) La "sterilizzazione" a 100°C per 60 min non elimina i batteri sporulanti. Alcune spore resistono a questo tipo di trattamento.
7) I casi di tossinfezione o di intossicazione da conserve di pomodori sono rari.

1)sì, gia detto
2)ma alla fine, quanto ne servirebbe ?
3)idem come 1)
4)antiossidante
6)se i 100°C per 60 min non sono sufficienti, aggiungi un rapido raffreddamento subito dopo.
7)meglio non fidarsi, si parla di prodotti casalinghi
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)