Pentaminoclorocobalto dicloruro
Mi sono cimentato anchio in questa sintesi, molto sofferta devo dire, in quanto estate e ho dovuto spesso rimandare per finirla, le soluzione è stata per un po di tempo nel banco del mio laboratorio, cosa che non spero abbia alterato la reazione. Sono partito da 6 g di cloruro di cobalto, dimezzando tutte le dosi della sintesi, non ho ancora calcolato la resa, che magari aggiungerò più tardi.
Mi sono avanzati circa 100 ml di acque di lavaggio, che pensavo di usare come "campo di prova" per la successiva reazione col nitrito.

Confesso che ho fatto questa sintesi più per il bel colore e per l'euforia di provare per la prima volta il cobalto che per i meccanismi o per successivi usi, quindi vorrei chiedervi alcune delucidazioni di carattere teorico: mi ha molto colpito quell'atomo di cloro che prende il posto della sesta molecola di NH3 rispetto al gemello esaminocobalto tricloruoro che però usa O2 come ossidante e non H2O2,un po confuso in tutto ciò mi chiedo come mai un cambio di ossidante, a prima vista cosi banale, possa cambiare cosi tanto una sintesi.

Grazie mille, più in là sostituirò quel cloro col nitrito e posterò i risultati :-D


AllegatiAnteprime
   
In physica veritas!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)