Perossidi
È da un pò di tempo che volevo aprire questa discussione... specialmente da quando ho comprato un Rotavapor.

Esempio etere etilico: forma facilmente perossidi esplosivi se non trattato per evitarlo. Così come l'etere penso che anche altri solventi ne formino.

Quando lavoravo nella chimica, avevamo delle cartine indicatrici di perossidi, che all'occorrenza usavamo, non so cosa contenevano. Di fronte ai rotavapor, non a caso avevamo in genere uno schermo protettivo.

Non ho controllato ma mi sembra che si usano sali di Fero(II) per prevenirne la formazione (ossidazione Fe(II) ---> Fe(III) + e-).

Voi come fate per non :esplosivo: in aria ? asd

In allegato, una lista di prodotti che potenzialmente formano perossidi, e alla fine del PDF, i gruppi funzionali che potenzialmente formano perossidi (http://safety.dri.edu/Hazards/PeroxideFo...pounds.pdf)


Allegati
.pdf  PeroxideFormingCompounds.pdf (Dimensione: 109.55 KB / Download: 359)
Cita messaggio
oltre al buon Fe(II) da usare
o si usano stabilizzatori (come ad esempio il BHT o 2,6-di-tert-butil-4-metilfenolo)
oppure si tratta l'etere etilico sospetto con sodio/ benzofenone... cui segue distillazione dell'etere fresco
è pure facile vedere se la reazione è andata ed è finita... questo a causa della colorazione assunta dal radical anione del benzofenone che si forma, che, se non ricordo male, è colorato di un blu intenso
nel mio caso era una bottiglia di THF ad esser sospetto...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
gli eteri in generale danno perossidi...
per vedere se ci sono perossidi ricordo che si usa un saggio con lo ioduro!
Si prende un po di etere e si mescola con una soluzione acquosa acida per H2SO4 di ioduro di potassio. A questo punto se ci sono molti perossidi i vede subito il colore dello iodio ma più realisticamente va aggiunta alla soluzione una piccola quantità di salda d'amido per evidenziare lo iodio anche se presente in piccole quantità!
Cita messaggio
mi complico sempre la vita quando ci sono altri metodi...
beh io partivo già dal fatto che sapevo della presenza dei perossidi
essenziale la salda d'amido se no col piffero vedi lo iodio o per esser precisi l'anione I5-
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Bene, e probabilmente questo è anche come sono fatte le cartine indicatrici di perossidi, poichè viravano al blù...
Cita messaggio
immagino di sì... devono esser stra comode... da me mai viste... va beh

allego immagine della tecnica con sodio e benzofenone (in questo caso si doveva purificare del toluene)

[Immagine: 220px-Distillation_of_dry_and_oxygen-free_toluene.jpg]

Link High Resolution: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en...oluene.jpg (edit Rusty)

come si può vedere all'inizio il chetil radical anione del benzofenone è colorato di un blu scuro... tale colore rimane finché non incontra una specie con cui reagire... queste può essere acqua o ossigeno atmosferico... o anche un perossido
è necessario ovviamente poi distillare il prodotto fresco, sotto corrente di un gas inerte, quale ad es. argon
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
stai parlando delle cartine amido-iodurate??
Cita messaggio

e sicuramente la tizia del lab ce le avrà (saranno anche facili di fare) ma mai viste...
non che siano necessarie ma farebbero comodo... comunque...
a meno di usare etere vecchio di qualche anno o conservato alla cazzo di cane è difficile trovare perossidi
nel caso si può ricorrere a metodi tipo "air-free" o si usano eteri stabilizzati con scavenger di radicali come il sopracitato BHT
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Stavo cercando un pò di info su incidenti avvenuti per colpa di perossidi:
vi linco questo articolo ad un sito tedesco direi attendibile con una breve traduzione...

Nell'aprire una bottiglia da 250ml di etere dietilico apparentemente vuota, la bottiglia è esplosa.
Il tentativo di aprire una vecchia bottiglia di etere diisopropilico ha generato un'esplosione che costò la vita al chimico (...)


Incidenti in laboratorio con formatori di perossidi
Cita messaggio
sticàzzi. da me in deposito non so se ci siano bottiglie vecchie o lasciate mezze aperte. non le userei MAI,
se ci fossero bottiglie vecchie di 20 anni... sarebbe il colmo
non capisco perché debbano rimanere lì... sono un pericolo.
non saprei neanche come fare per smaltirle...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)