Perossido di idrogeno
Ciao a tutti!
mi sono appena iscritto a questo forum, sperando che gente ben più esperta di me mi possa aiutare a chiarire alcuni dubbi :-S
Avrei una domanda riguardo all'acqua ossigenata, che mi assilla da un po' di tempo

Allora io uso le lenti a contatto, e utilizzo una soluzione di Perossido di idrogeno al 3%, 10 volumi. Vi immergo le lenti a contatto in un portalenti con un catalizzatore metallico, che in 6 ore mi scinde tutto il perossido in acqua e ossigeno.
Una volta l'avevo finito e provai a usare l'acqua ossigenata che avevo in casa per le ferite, anche questa al 3%. La mattina dopo le lenti erano rovinate, e tutta la soluzione puzzava del "classico odore" di acqua ossigenata.
Ora io mi chiedo, visto che la soluzione per le lenti è completamente inodore, le due soluzioni devono essere diverse in qualche modo, ma su entrambe le confezioni c'è scritto perossido di idrogeno al 3%. A cosa è dovuta questa differenza?


E' abbastanza snervante non saperlo, anche perchè la soluzione per le lenti è molto più costosa rispetto a quella per le ferite, e se potessi comprare acqua ossigenata pura in qualche negozio di chimica risparmierei un sacco!

Grazie mille in anticipo!

Jacopo
Cita messaggio
L'acqua ossigenata è una soluzione acquosa di H2O2 a varie concentrazioni.
L'H2O2 è un forte ossidante che, usato per disinfezione, ossida le sostanze organiche e inorganiche contenute nella "sporcizia" e riduce se stessa ad H2O; in pratica la reazione che avviene può essere schematizzata come:
"sporcizia"red + H2O2 + 2H+ --> "sporcizia"ox + 2 H2O

Più bassa è la concentrazione della soluzione di H2O2, minore è la velocità di reazione.
Ecco perché per disinfettare le lenti a contatto unisci un catalizzatore che non fa altro che aumentare la velocità della reazione sopra scritta.

La soluzione di H2O2 alla stessa concentrazione venduta in farmacia come disinfettante per le ferite contiene invece uno stabilizzante (che è l'esatto contrario di un catalizzatore) per impedire la seguente reazione di autodecomposizione:
2H2O2 --> 2H2O + O2(g)
Se immergi le lenti a contatto in questa soluzione stabilizzata di H2O2, l'ossidazione della sporcizia non avviene e dopo un tot di tempo si sente ancora il classico odore dell'H2O2 perché non ha reagito.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
ClaudioG., luigi_67, jacopo bettin
Grazie Luisa,
Chiarissima, finalmente mi torna! Non capisco perchè non scrivano tutti i componenti nel foglietto del prodotto, uno deve scervellarsi per capire cos'ha sotto mano..

Grazie mille,

Jacopo
Cita messaggio
In genere sul flacone di acqua ossigenata per la disinfezione delle ferite c'è scritto che è stabilizzata ;-)

   
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
ClaudioG., jacopo bettin
Con cosa viene stabilizzata? Non l'ho mai capito
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
Con gli ioni stabilizzati!

Chi capisce la citazione si guadagna una palla di zinco da 500 grammi!
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
jacopo bettin
(2016-05-26, 17:56)ClaudioG. Ha scritto: Con cosa viene stabilizzata? Non l'ho mai capito

Quella farmaceutica/alimentare (F.U.) e per uso analitico solitamente con BHT, quella per uso tecnico con acido ortofosforico o citrico, quella per uso tessile (di sbianca ) con acetanilide .
comandante diavolo *yuu*
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano comandantediavolo per questo post:
LuiCap, ClaudioG., jacopo bettin
A seconda del produttore vengono usati diversi stabilizzatori.
I più usati sono stannato colloidale e sodio pirofosfato (presenti a 25 - 250 mg/L).
Gli organofosfonati sono sempre più comuni.
Nitrati (per aggiustare il pH e inibire la corrosione) e l'acido fosforico (per aggiustare il pH) vengono anch'essi usati.
Il silicato colloidale è usato per sequestrare i metalli e quindi minizzare la decomposizione del perossido di idrogeno in alcune applicazioni che dipendono dall'abilità di candeggiante del perossido di idrogeno in alcali.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
LuiCap, ClaudioG., luigi_67, jacopo bettin
Sì, in effetti ho letto che c'è scritto "stabilizzata". Solo che non sapevo che fosse dovuto a composti, pensavo fosse qualcosa relativo al processo di fabbricazione :-)
Grazie mille a tutti!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)