Pirite?
Il solfuro piritico sarebbe la pirite ( FeS2 )??

Grazie
Cita messaggio
FeS2 sicuramente no, il ferro ha +2, +3 e a volte +6. La pirite è FeS.
"Il problema se nell'universo esista vita intelligente dipende, in ultima analisi, da quanto intelligente sia tale vita".
Cita messaggio
Mh...invece credo che la pirite sia proprio FeS2, nota anche col nome di Disolfuro ferroso.
Però tornando alla domanda non saprei, potrebbe darsi Che si chiami anche così.
_________________________________________
When you have excluded the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Cita messaggio
Chiedo venia, ho ricontrollato ed effettivamente si tratta di FeS2. Però non mi quadrano gli stati di ossidazione e la struttura della molecola... qualcuno me lo spiega?
"Il problema se nell'universo esista vita intelligente dipende, in ultima analisi, da quanto intelligente sia tale vita".
Cita messaggio
La pirite, di formula FeS2, rappresenta il composto prototipo della struttura cristallografica pirite. La struttura è un cubo semplice e fu una delle prime strutture cristalliche risolte tramite XRD.

Nella prima sfera di legame, gli atomi di Fe sono circondati da sei atomi di S, i più vicini atomi, in un arrangiamento ottaedrico distorto.
Il materiale è un semiconduttore diamagnetico e gli ioni Fe dovrebbero essere considerati in uno stato divalente a basso spin (come mostrato tramite spettroscopia Mössbauer così come tramite XPS), piuttosto che uno stato tetravalente come la stechiometria suggerirebbe.
Le posizione degli ioni X nella struttura della pirite potrebbero essere derivati dalla struttura della fluorite, a partire da una ipotetica struttura del tipo Fe2+(S)2. mentre gli ioni F in CaF2 occupano le posizioni centrali di otto sottocubi della unita di cella cubica (¼ ¼ ¼) etc., gli ioni S in FeS2 sono spostatati da queste posizioni ad alta simmetria lungo gli assi <111> per stare su (uuu) e posizioni a simmetria equivalente. Qui, il parametro u andrebbe considerato come un parametro atomico libero che assume differenti valori in diversi composti a struttura piritica (FeS2: u(S) = 0.385). Il discostamento dal valore della fluorite u = 0.25 a quello della pirite u = 0.385 è piuttosto grande e crea una distanza S-S che è chiaramente del tipo legante. Questo non sorprende dato che rispetto a F uno ione S non è una specie a guscio chiuso. Esso è isoelettronico con un atomi di cloro, il quale subisce anche un accoppiamento a formare molecole di Cl2. Entrambe le specie a basso spin Fe2+ ed il disolfuro (S)2 sono entità a guscio chiuso, il che spiega le proprietà diamagnetiche e semiconduttrici.
Gli atomi S hanno legami con tre atomi Fe ed un altro atomo S. La simmetria del sito sulle posizioni di Fe ed S rappresentata dai gruppi di simmetria puntuale C3i e C3, rispettivamente. il centro di inversione mancante ai siti del reticolo di S ha conseguenze importanti per le proprietà cristallografiche e fisiche della pirite di ferro. Queste conseguenze derivano dal campo elettrico cristallino al sito del reticolo dello zolfo, che causa una polarizzazione degli ioni S nel reticolo della pirite. La polarizzazione può essere calcolata sulla base delle costanti di Madelung ad alto ordine e deve essere inclusa nel calcolo della energia del reticolo usando un ciclo generalizzato di Born-Haber. Quest riflette il fatto che il legame covalente nella coppia zolfo sia inadeguatamente considerato tramite un trattamente strettamente ionico.

Il termine "solfuro piritico" è una vecchia dizione, usata per distinguere questa forma dello zolfo dalle altre (organico ad esempio) tra gli inquinanti del carbone.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
ionizator, NaClO, Matteo2000
Perchè nel disolfuro esiste l' anione disolfuro, appunto, che ha carica 2- (S2^2-)
_________________________________________
When you have excluded the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano RhOBErThO per questo post:
Matteo2000
Questo è ciò che sta scritto su di un testo di chimica generale preso in biblioteca:
   
Tratto da:
Martin S. Silberberg
Chimica
La natura molecolare della materia e delle sue trasformazioni
McGraw-Hill; Milano, 2006
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)