Platinatura del vetro
Photo 
Per platinare un oggetto di vetro occorrono due accorgimenti:
- il vetro deve essere pulito;
- l'oggetto deve essere riscaldabile fin quasi al rammollimento.

In un mortaio si pongono 1 g di acido cloroplatinico o di cloruro di platino, 5 gocce di etanolo assoluto e 10 g di olio essenziale di lavanda. Si inizia a macinare fino ad ottenere una sospensione omogenea. Alla sospensione si aggiunge qualche grammo di pece greca o di colofonia (meglio questa!) per aumentare la consistenza.
La pasta ancora cremosa è spalmata sul vetro e quindi incenerita alla fiamma di un Bunsen. Appena è terminata la combustione, avviene la riduzione del metallo e per aumentarne l'aderenza, si porta al rosso, fino a rammollimento incipiente. Attenzione a non deformare l'oggetto.

Il platino così deposto è passibile di ramatura elettrolitica e quindi di saldatura con altri metalli.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
quimico, Rusty, jobba, Max Fritz
Può essere fatta con altri metalli?
Cita messaggio
Ovvio che no. Altrimenti che platinatura sarebbe?

Comunque con lo stesso procedimento si possono depositare iridio, rodio e palladio. Non l'osmio!
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
E' possibile ripetere la procedura usando acido cloroaurico al posto del cloroplatinico? L'olio essenziale di lavanda è estraibile dai fiori di lavanda similmente come per la trimiristina dalla noce moscata?

Grazie
Cita messaggio
L'olio essenziale si distilla in corrente di vapore dal fiore secco, se non erro; e poi ha detto che si può riprodurre solo per Iridio, Rodio, Palladio, e non Osmio.
Cita messaggio
Scusate la domanda da profano, ma a cosa serve questo trattamento su un vetro?
Cita messaggio
A me sembra una grossa presa per i fondelli XD
Cita messaggio
(2012-04-21, 09:16)Beefcotto87 Ha scritto: A me sembra una grossa presa per i fondelli XD

Ti riferisci a quello che scrivo io? Specifica meglio...
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Non penso che sia una presa in giro.
Un tempo si usava questo procedimento quando si doveva saldare del vetro alla porcellana o altri metalli.
Nella pratica si platinava dapprima l'oggetto in vetro (o porcellana), poi lo si ramava elettroliticamente e infine li si univano mediante saldatura a stagno (o altro procedimento di brasatura). La saldatura così ottenuta era molto resistente alle sollecitazioni meccaniche.

saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
jobba
Penso si riferisse all'utilizzo dell'olio essenziale di lavanda *Si guarda intorno*
Non penso sia assolutamente una presa per il culo. Avrà un suo perché, che ignoro.
Ci spieghi Moreno, per favore?
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)