Platinatura del vetro
Photo 
Per platinare un oggetto di vetro occorrono due accorgimenti:
- il vetro deve essere pulito;
- l'oggetto deve essere riscaldabile fin quasi al rammollimento.

In un mortaio si pongono 1 g di acido cloroplatinico o di cloruro di platino, 5 gocce di etanolo assoluto e 10 g di olio essenziale di lavanda. Si inizia a macinare fino ad ottenere una sospensione omogenea. Alla sospensione si aggiunge qualche grammo di pece greca o di colofonia (meglio questa!) per aumentare la consistenza.
La pasta ancora cremosa è spalmata sul vetro e quindi incenerita alla fiamma di un Bunsen. Appena è terminata la combustione, avviene la riduzione del metallo e per aumentarne l'aderenza, si porta al rosso, fino a rammollimento incipiente. Attenzione a non deformare l'oggetto.

Il platino così deposto è passibile di ramatura elettrolitica e quindi di saldatura con altri metalli.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
quimico, Rusty, jobba, Max Fritz
Può essere fatta con altri metalli?
Cita messaggio
Ovvio che no. Altrimenti che platinatura sarebbe?

Comunque con lo stesso procedimento si possono depositare iridio, rodio e palladio. Non l'osmio!
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
E' possibile ripetere la procedura usando acido cloroaurico al posto del cloroplatinico? L'olio essenziale di lavanda è estraibile dai fiori di lavanda similmente come per la trimiristina dalla noce moscata?

Grazie
Cita messaggio
L'olio essenziale si distilla in corrente di vapore dal fiore secco, se non erro; e poi ha detto che si può riprodurre solo per Iridio, Rodio, Palladio, e non Osmio.
Cita messaggio
Scusate la domanda da profano, ma a cosa serve questo trattamento su un vetro?
Cita messaggio
A me sembra una grossa presa per i fondelli XD
Cita messaggio
(2012-04-21, 09:16)Beefcotto87 Ha scritto: A me sembra una grossa presa per i fondelli XD

Ti riferisci a quello che scrivo io? Specifica meglio...
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Non penso che sia una presa in giro.
Un tempo si usava questo procedimento quando si doveva saldare del vetro alla porcellana o altri metalli.
Nella pratica si platinava dapprima l'oggetto in vetro (o porcellana), poi lo si ramava elettroliticamente e infine li si univano mediante saldatura a stagno (o altro procedimento di brasatura). La saldatura così ottenuta era molto resistente alle sollecitazioni meccaniche.

saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
jobba
Penso si riferisse all'utilizzo dell'olio essenziale di lavanda *Si guarda intorno*
Non penso sia assolutamente una presa per il culo. Avrà un suo perché, che ignoro.
Ci spieghi Moreno, per favore?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)