Potassio (e sodio?) bis-ortoperiodato diidrossocuprato (III)
Lightbulb 
HALLELUJAH!!!

Dopo tanto patire, sono riuscito a sintetizzare questo complesso di rame (III).
Ho alcune osservazioni da fare a riguardo, ma le esporrò pian piano.
Posto in "I vostri esperimenti" e non in "Sintesi inorganica", per ora, aspettando prima di chiarire i dubbi che mi sono rimasti con voi ;-)

Reagenti:
-Rame (II) solfato pentaidrato
-Potassio idrossido
-Potassio periodato (o acido periodico)
-Sodio o potassio persolfato

Procedura:
Si sciolgono 0,4g di rame (II) solfato pentaidrato in 30mL di acqua distillata. Si aggiungono poi 2,14g di potassio periodato o, alternativamente, una soluzione preparata sciogliendo 2,13g di acido periodico in 5mL di acqua e aggiungendovi 0,52g di potassio idrossido.
Si forma un precipitato bianco, che tende al verdastro:

   

Si addizionano poi 2g di KOH e 5mL di acqua. Inizialmente il precipitato verdastro diventa sempre più scuro e voluminoso, ma poi inizia a ridisciogliersi lasciando il posto ad una soluzione limpida e di un blu molto intenso (se questo non succedesse, aggiungere ancora un po' di KOH; la tonalità è nettamente differrente dai sali di tetramminorame):

   

Si aggiungono infine 1,8g di sodio persolfato e altri 10mL di acqua distillata (o 2,16g di potassio persolfato). La soluzione vira al verde, probabilmente rimarrà un piccolo precipitato indisciolto:

   

Il tutto viene scaldato lentamente fino ad ebollizione, mescolando se possibile. Si osserva una graduale colorazione marrone che prende il posto della tonalità verde scuro, fino a farla del tutto scomparire:

   

A questo punto si lascia evaporare e cristallizzare lentamente, per molto tempo (minimo 2 settimane). Si formeranno nei primi giorni dei cristalli trasparenti, da scartare. Eccone un esempio:

   

Queste scorie vanno di volta in volta filtrate e il liquido va lasciato ulteriormente ad evaporare, fino a che, al precipitare delle scorie, non cristallizza anche il complesso marrone scuro di rame (III). Nella seguente foto la soluzione, fatta evaporare fino a secco (senza scaldare!), ha formato i due tipi di cristalli ben distinti, il complesso di rame (le cristallizzazioni nero-marroni) e i sottoprodotti (la parte giallo-aranciata che le contorna), visibili dal fondo del cristallizzatore:

   

Qui la separazione si fa complessa, e bisogna procedere per successive ricristallizzazioni, tenuto conto che in acqua si scioglie più facilmente il complesso desiderato che le scorie. Alla fine, dopo varie altre settimane di ricristallizzazioni, sono riuscito ad isolare qualcosa di accettabile (sono ancora visibili tracce di sottoprodotti; inoltre la foto non è delle migliori, vedrò di farne altre che rendano meglio l'aspetto dei cristalli):

   

Il complesso ha un fortissimo potere colorante. Una quantità difficilmente visibile, comparabile ad un granello di sale fino, impartisce questa forte colorazione all'acqua:

   

Di seguito la soluzione precedente diluita in 250mL di acqua di rubinetto:

   

Osservazioni:
Ho ottenuto 1,35g di prodotto. Non faccio alcun calcolo di resa, poichè li ritengo abbastanza futili nel caso di molecole così complesse e dalla formula non del tutto certa.
La formula ipotizzata del composto è K3[Cu(H3IO6)2(OH)2]
Tra le divergenze principali da segnalare, devo dire di aver usato l'acido periodico anzichè il potassio periodato (neutralizzandolo con KOH come descritto) e del potassio persolfato al posto del sale sodico. Inoltre ho notato una grandissima difficoltà nell'ottenere il prodotto in forma cristallina. Ciò mi porta a formulare un'ipotesi: nelle procedure in rete, l'utilizzo del sodio persolfato potrebbe portare ad un bis-periodato diidrossocuprato (III) di sodio E potassio, probabilmente meno solubile, mentre nel mio caso si è formato effettivamente il sale potassico (non essendo presente da nessuna parte Na) che pare essere molto più solubile e anche igroscopico.
Lascio a voi gli ulteriori commenti ;-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
TheChef, marco the chemistry, Beefcotto87, al-ham-bic
Ciao, bel lavoro! dove hai trovato la ricetta? è la prima volta che vedo un Cu(III) :-) grazie
Chef.
Cita messaggio
figata. complesso mica da poco asd bravo Max.
penso che il fatto che tu abbia solo il potassio come controione del complesso giochi in qualche modo un ruolo sulla riuscita netta della sintesi. evidentemente la presenza sia di sodio che di potassio rende totalmente insolubile il complesso. e questo mi lascia attonito. il potassio è più grosso del sodio *Si guarda intorno* non so che dirti.
se trovo in rete qualcosa posto... anche se avevo già cercato e non ho trovato una cippa :-(
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Grande Max! Alla fine ce l'hai fatta, son contento asd
La ricetta penso sia questa (una delle tante) http://woelen.homescience.net/science/ch...index.html
Cita messaggio
Qui si trova dell'altro materiale utile: http://www.sciencemadness.org/talk/viewt...?tid=10354

Inoltre ci sono diversi video su youtube, ma i due link precedenti hanno un'affidabilità senz'altro migliore ;-)

Grazie a tutti :-D
Cita messaggio
Spettacolare questo complesso, peccato mi manchi KIO4 e abbia pochissimo persolfato (pure di ammonio)! Max ma è stabile oppure lentamente si riduce?
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
E' molto stabile, a quanto pare. La soluzione acquosa resta colorata e limpida. Bisogna evitare sicuramente di metterlo a contatto con riducenti, anche blandi e di scaldarlo. E' anche abbastanza igroscopico e molto molto molto solubile.
Comunque il persolfato d'ammonio lo puoi convertire nel sale potassico facendo un doppio scambio con una soluzione satura di KCl. Il persolfato di potassio precipita, ma non sarà ovviamente purissimo. Lavora sempre a freddo con i persolfati e non tentare di ricristallizzarli; tienili più asciutti possibili.
Cita messaggio
Il rame (III) non esiste. asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
è sicuramente un'invenzione dei comunisti asd
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Lo so che è una discussione un po' vecchiotta, ma mi è sorto un dubbio!
Secondo voi esiste un complesso analogo a questo, ma in cui l'anione è il perclorato e non il periodato?
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)