Precursori di stupefacenti: normativa
Credo che per un chimico sia importante conoscere la normativa di base sulle sostanze regolamentate come precursori di stupefacenti, a maggior ragione se ci si diletta ad acquistare, detenere ed utilizzare sostanze varie in casa.
Il Doc aveva postato qualcosa anni fa, ma la legislazione in materia cambia rapidamente.

Esistono 4 Categorie di precursori, la 1 è quella che comprende le sostanze sottoposte a restrizioni maggiori.
Sono state recentemente riviste ed è stata aggiunta la Categoria 4, che include alcuni preparati medicinali.

Queste sono le Tabelle aggiornate al 6 Luglio 2018:

.pdf  Categoria 1.pdf (Dimensione: 79.88 KB / Download: 15)

.pdf  Categoria 2.pdf (Dimensione: 35.04 KB / Download: 13)

.pdf  Categoria 3.pdf (Dimensione: 34.93 KB / Download: 14)

.pdf  Categoria 4.pdf (Dimensione: 6.67 KB / Download: 14)

Esiste poi una serie di molecole controllate a livello internazionale, che non vengono vendute a soggetti non autorizzati oppure richiedono dichiarazioni d'utilizzo a discrezione delle ditte esportatrici.
Dipende comunque molto dal soggetto esportatore in questione.
Per fare un esempio questo è un elenco che fa riferimento alla legislazione dell'Australia, che ha una normativa molto severa sull'argomento, ma è basato sulle restrizioni imposte dalle principali aziende chimiche del mondo, come le citate Merck e Sigma Aldrich:

.pdf  Precursor supply guidelines.pdf (Dimensione: 44.18 KB / Download: 11)

Questo è l'articolo 70 del Testo Unico Stupefacenti, che regola la suddetta problematica in Italia:
https://www.brocardi.it/testo-unico-stup...art70.html
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ohilà per questo post:
NaClO, luigi_67, ClaudioG., Claudio
Aggiungo solamente in modo completo il testo unico sugli stupefacenti, direttamente dalla gazzetta ufficiale. Eventualmente aggiungete al messaggio di ohilà l'allegato e cancellate questo.


Allegati
.pdf  DL 36 - 2014 Stupefacenti.pdf (Dimensione: 182.55 KB / Download: 4)
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano NaClO per questo post:
ohilà




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)