Preparazione acido tartarico
Ironia della sorte, poco fa stavo leggendo la discussione (Anatomia umana...disumana) sul suo famoso rene di maiale "pseudoplastificato" grazie a tecnica non ancora svelata ai sostenitori del forum...ho visto gli attrezzi del "lavoro" e letto alcune frasi del tipo "certo che li ho provati ma non con utenti del forum, momentaneamente asd ".

Adesso mi invita a Torino a fare il Pasteur della situazione e la cosa mi fa pensare (molto) *Fischietta*

Detto questo accetto molto volentieri il suo invito  si si asd *Sbav* (notare l'entusiasmo crescente)
Chemistry4888
Cita messaggio
So di andare fuori tema...ma urge una precisazione.

Non ho mai fatto a pezzi ciò per cui valeva la pena conservare l'intero.

Questo è quanto! asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Il mio prof di organica ha appena spiegato come il Pasteur separo' i due enantiomeri del tartarici: ha detto che Pasteur preparo' il tartrato di sodio e ammonio e lo fece cristallizzare a 20°, poi procedette con il microscopio!
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)