Primo amplificatore stereo
Questo amplificatore è stato uno dei miei primi progetti elettronici, che purtroppo non sono ancora riuscito a far funzionare perchè non ho ancora assemblato l'alimentatore azz!
È un amplificatore stereo che sfrutta il TDA7250, che riesce ad erogare una potenza di 2*75W(o 2*60W dipende dalla potenza dell'alimentatore).
Il preamplificatore sfrutta il TDA1524A e consente di regolare volume, bilancamento, acuti e bassi.
Per l'alimentatore avevo pensato ad uno schema semplice con un trasformatore normale da 80VA, raddrizzatore a ponte da 2-3A e 4 condensatori da 7500uF.
I componenti dell'amplificatore finale sono:
   
Questo lo schema:
   
E questo il PCB del finale realizzato con fotoincisione
       
Mancano il VU metro, il preamplificatore e l'alimentatore, che farò al più presto.
P.S. dimenticavo, Ra e Rb sono rispettivamente di 38Ω e 20Ω

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ale93 per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, myttex
Bravo ale93... mi fa ricordare i vecchi tempi... ma non ho ancora smesso di giocare con i componenti oltre che con le beute Rolleyes
Cita messaggio
Io mi sto appassionando sempre di più di elettronica, anche se sono nuovo in materia, quindi per ora ho realizzato solo alcuni progetti molto semplici

Cita messaggio
Bravo Ale93! Quindi non l'hai mai alimentato e non sai per certo se funziona? Nel caso ricordati di alettare i darlington altrimenti cominciano a fumare asd
Il pcb poteva realizzarsi con meno spazio posizionando i componenti più vicini, ma per gli inizi può andar bene, purchè non si salga troppo in frequenza con i progetti :-P
Per il futuro ti consiglio di non montare mai direttamente i circuiti integrati su piastra, ma muniscili di uno zoccolo: potrai sempre sostituirlo agevolmente e non surriscalderai troppo il chip con il saldatore mentre saldi.
Hai usato un cad o hai sbrogliato a mano?
Hai già uno schema di alimentatore duale?

Buon lavoro.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Rusty per questo post:
ale93
Grazie :-D
Non so se è necessario il dissipatore,dato che i tip 142 e 147 mi pare siano progettati per lavorare con correnti superiori a 100 V, poi non so devo rileggere il datasheet...
Per il circuito l'ho disegnato su carta da lucido e poi l'ho inciso con il bromografo dato che non ho il cad
Per l'alimentatore ci sto lavorando, ma pensavo ad uno schema molto semplice con un ponte raddrizzatore a diodi e qualche elettrolitico

Cita messaggio
Come dice Rusty i finali li DEVI dissipare abbondantemente, in caso contrario alzando il volume dopo dieci secondi ... azz!
La corrente citata dai data sheet (non la tensione...) e quindi la potenza dissipata viene considerata a temperatura ambiente, quindi con il dispositivo raffreddato in maniera ottimale, altrimenti va in autodistruzione, come è giusto che sia.
Per un uso come questo un alimentatore come quello che hai detto va bene, senza minimamente lesinare sulla capacità di filtro.
15mila microfarad per ogni ramo del ponte in genere sono sufficienti se la tensione di alimentazione non è proprio bassa.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
ale93
Come mi rode....vi ammazzerei per scoprire i vostri circuiti cerebrali...e assimilare un po' di "tecnologia elettronica"...io che ho dei dubbi su come alloggiare una pila alcalina... asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2010-12-20, 21:22)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Come mi rode....vi ammazzerei per scoprire i vostri circuiti cerebrali...e assimilare un po' di "tecnologia elettronica"...io che ho dei dubbi su come alloggiare una pila alcalina... asd
Guarda che è semplicissimo incidere PCB, se ci sono riuscito io asd
Le prime volte certi disastri, ma dopo un po' ci prendi la mano
Se vuoi apro una discussione con una guida su come incidere circuiti stampati.


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ale93 per questo post:
Dott.MorenoZolghetti
Eh bravo te! Chiedi ad Al quale sia il mio livello...altro che circuiti stampati...non so distinguere un resistore da un ristorante...asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2010-12-20, 21:33)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: ...non so distinguere un resistore da un ristorante...asd

Questa è buona... e magari un'induttanza da un'ambulanza... Moreno a volte fa il modesto... :-P
---
Se vuoi parlare di c.s. visto che siamo in ambiente chimico, dicci magari cosa usi per la corrosione del rame e se riesci a trovare ancora il FeCl3, che sembra completamente sparito dal mercato. E magari gli altri due tre metodi.



Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)