Progetto Lab.
Question 
Ciao ragazzi è da un po che covo dentro di me l'idea di allestire un piccolissimo laboratorio di nicchia in casa. Questa idea nasce innanzitutto dalla voglia di 'mettere le mani nella pasta' come si suol dire, perché le ore di laboratorio che si fanno all'universitá sono sempre poche e spesso confusionarie. Inoltre mi sembra un'ottima idea fare delle proprie esperienze e iniziare a far propri alcuni metodi. L'idea nasce anche dalle diverse esperienze e discussioni che si postano in questo forum che sono per me come il carburante per un'auto. Ci sono buone probabilità che vinca una borsa di studio tra qualche mese e quindi una parte dei soldi donatomi la userei volentieri per questo progetto. Io ho un'idea di base e cioè iniziare col prendere (oltre alla vetreria) reagenti che mi permettessero di fare analisi ambientali. Tipo analisi delle acque (durezza, metalli con edta...). Sono consapevole però del fatto che non posso fare solo questo anche perché sarebbe troppo riduttivo e per questo dovrei prendere anche qualche reagente che mi permetta di fare delle sintesi semplicissime (organiche e inorganiche).
Come potete ben pensare sono un po' confuso per paura di spendere soldi in reagenti che non userò mai e che magari mi servono solo per le prime esperienze. 
Per questo cerco il vostro aiuto; ho bisogno di tutti i tipi di consigli che mi permettano  di poter avviare questo progetto in maniera consapevole e utilizzando le esperienze degli altri (come sono stato abituato a fare) cercando di non commettere gli stessi errori (e perché no di farne di nuovi asd ).  Io vi ringrazio per il tempo che eventualmente mi dedicherete  Blush

Pace non trovo, et non ò da far guerra.


Cita messaggio
Buongiorno Adriano,
è sempre da apprezzare chi, conscio delle difficoltà a cui andrà incontro, vuole allestirsi un piccolo laboratorio a casa per sporcar provette :-) .

Quello che posso dirti, per esperienza diretta, è che la prima condizione per poter fare sintesi è quella di operare in un posto che abbia un buon ricambio d'aria, per evitare di respirarsi e diffondere nell'ambiente di lavoro gas tossici. Se hai la possibilità di lavorare all'aperto è l'ideale, se invece lavorerai "indoor" la prima cosa che dovrai fare è allestire in qualche modo una sorta di cappa.

Per il discorso reagenti, visto che hanno il brutto vizio di costar cari, io ti consiglierei di acquistare man mano quello che ti servirà nelle varie esperienze: in questo modo il tuo laboratorio crescerà con il tempo e in maniera "logica".
Devi tener conto che questo è un "hobby" molto costoso, considerando anche che alcuni reagenti li utilizzerai solo per pochissime esperienze e da qui puoi renderti conto dei costi a cui potrai andare incontro. Ma in ogni caso se fai acquisti mirati e diluiti nel tempo, se magari ti orienti verso un particolare settore, puoi riuscire ad ottimizzare le spese.
Inizia con cose semplici, poi a fare quelle più impegnative fai sempre in tempo, come vedi sul forum ci sono molti spunti...

un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
Adriano
Ciao, moltissime sontanze di uso comune e di grado tecnico le trovi i negozi comuni a prezzi ragionevoli, quelle potresti già comprarle, personalmente consiglio l'acquisto della vetreria e poi dei reagenti per il semplice fatto che avendo diversi articoli tra cui scegliere ti permette di lavorare sempre con vetreria pulita asciutta e ideale per lo scopo. Io, almeno che non servano di alta purezza, i reagenti cerco di prenderli di qualità inferiore ma di minor prezzo, per esempio, se mi serve dell'idrossido di sodio o l'omonimo carbonato vado a comprarlo alla coop non sul sito della Carlo Erba. Per la cappa io aspetterei poichè è molto dispendiosa da fare e finchè non ne avrai una puoi lavorare all'aperto. Comunque, tornando ai reagenti, c'è una discussione che spiega dove acquistare quelli di uso comune. Altra cosa importante è l'acqua, possibilmente avere quella corrente di rete per lavare vetreria, mani e (in uno sfortunato caso di necessità) altri parti del corpo contaminate in più avere sempre a disposizione acqua distillata è importante per reazioni e risciacquo vetreria. DPI varie anche essi indispensabili, camice guanti vari, occhiali, estintore... Ti servirà anche una fonte di calore, bunsen o lampada a spirito va bene per molte cose ma una bella piastra riscaldante (se hai tanti ma tanti€ con agitatore magnetico) spesso risolve molti problemi con solventi infiammabili.
Cordiali saluti,
Edoardo 


"Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e sulla prima ho dei dubbi"  (A.Einstein)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano EdoB per questo post:
Adriano
Luigi quindi tu mi consigli di prepararmi una "scaletta" di possibili esperienze e comprare dapprima il materiale che mi serve per quelle esperienze e poi la "fame vien mangiando" . Per quanto riguarda la cappa, come dice Edoardo, è un acquisto poco poco expensive quindi considerando che il progetto lo avvierò (si spera) in primavera e considerando che ho uno spazio all'aperto dovo poter operare penso che mi metterò all'aria proprio per mancanza di possibilità di acquisto cappa.
Mentre per quanto riguarda Edoardo, si sicuramente i reagenti che non mi servono di grande purezza vedrò un po come ricavarli magari seguendo il tuo consiglio e inveve per i DPI sono già fornito facendo laboratorio (didattico) da 7 anni.

Pace non trovo, et non ò da far guerra.


Cita messaggio
Se hai spazio all'aperto sei a cavallo, ti risolve un sacco di problemi.

Per il discorso reagenti secondo me ti conviene magari prenderti subito quelli più comuni - i principali acidi inorganici, acetone, idrossido di sodio che trovi anche al supermercato e così via, questi si utilizzano sempre.
Per il resto, ti consiglio di prendere secondo necessità, così fai acquisti mirati e pian piano ti troverai un assortimento di reagenti impossibile da comporre altrimenti.
Alcuni li utilizzerai in varie esperienze, altri purtroppo resteranno confinati solo all'esperienza per cui lo hai acquistato, purtroppo è così... Se poi magari ti orienterai verso un settore specifico, tipo che so, all'inizio ti metti a fare esteri, a quel punto con pochi reagenti riesci a fare molto... insomma secondo me conviene procedere in questo modo...

Ovviamente di pari passo ti occorrerà anche la vetreria ma qua il discorso è più semplice: parti all'inizio con un set minimo di accessori (se fai laboratorio sai già cosa serve nell'immediato) riservandoti di acquistare un po' alla volta le cose più impegnative (un apparato completo per la distillazione, un soxhlet, un refrigerante a bolle per ricadere, ecc..). La vetreria ha di bello che non scade e la riutilizzi sicuramente :-)

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
Adriano
Parlo solo della parte relativa alla attrezzatura ed alla vetreria.
Come attrezzatura dovresti cercare di procurarti almeno una base con asta (meglio 2 se devi distillare) e dato che i costi non sono proibitivi, ma neppure bassi potresti cercare di fartela da te, se la cosa però esce raffazzonata lascia stare. Non serve necessariamente che sia inattaccabile da solventi ed acidi/basi, un minimo di accortezza e gli allunghi la vita
Per la piastra conviene acquistare una piastra di quelle con la manopola per la regolazione della potenza e/o T max che vendono al brico (con 5 o 10 tacche di regolazione), non avrai la possibilità di “fissare” la temperatura, ma già avere fra le mani una piastra in grado di scaldare velocemente/lentamente e di non superare certe soglie di temperatura è una ottima cosa! La mia vecchia piastra invece aveva solo On/Off ed arrivava senza problemi a 500-600 gradi in 5 minuti col rischio che l’Enel mi spedisse in anticipo la bolletta...
Pinze e morsetti sono un bel dilemma, perché costano parecchio, 8-13 euro per una pinza non son pochi!
Consiglierei di provare a prenderle su aliexpress, si trovano a 5 euro e non sono malaccio (ne ho 2-3 e non sono male), stessa cosa per i morsetti.
Che differenze hanno da quelle più costose? Azzardo solo qualche ipotesi, ma penso sia dovuto ai trattamenti a cui vengono sottoposte, probabilmente sono di ferro e vengono solo zincate e passivate, mentre quelle più costose saranno in acciaio inox e la gomma che ricopre le pinze sarà sicuramente più resistente alle alte T ed agli attacchi dei solventi.
Come prima: un minimo di accortezza e gli allunghi la vita di parecchio.
Per la vetreria: qui dipende da cosa vuoi fare…se vuoi avere tutto dovresti avere:
• Un impianto di distillazione semplice quindi pallone, testa di distillazione, refrigerante liebig, raccordo curvato pallone di raccolta.
In aggiunta al posto del raccordo curvato uno curvato con presa da vuoto (dipende se avrai una pompa da vuoto o meno), un termometro (con o senza smeriglio, in quest ultimo caso basta un adattatore, lo trovi sempre a poco su aliexpress) ed una colonna vigreux.
• Un refrigerante a bolle è sempre utile se devi lavorare a riflusso. Minimo 6 bolle e meglio se con racc femmina e maschio, in questo modo potresti anche utilizzarlo per la distillazione in verticale, basta montare al “contrario” il distillatore (pallone di raccolta, refrigerante, testa di distillazione, racc curvato e pallone/caldaia.
• Un pallone da 250 ml, uno da 500 ml, uno da 1 o 2 litri a 3 colli più un altro da 250 ml o 500 ml.
• Beute 1 o 2 da 250-500 ml.
• Becher quanti ne volete, hanno un prezzo abbastanza ridicolo, però ovviamente averne 20 non serve a niente…meglio averne uno da 1-2 litri qualcuno da 500 ml, 2 da 250 ml e 3-4 da 150 ml o anche più piccoli.
• Nel tuo caso se devi fare analitica ovviamente una buretta e qualche matraccio, da 50 ml, 100 ml e 200/250 ml. Non prenderne da 500 ml o da 1000 ml (al max 1) ingombranti, costosi e li userai poche volte. In generale comunque non prendere troppi matracci -_- penso che con 5 si sia a posto…
• Come pipette conviene prenderne di graduate (1 ml, 5 ml e 10 ml) più una tarata da 25 ml.
• Un imbuto separatore da 500 ml sarebbe perfetto, meglio affiancarlo con uno da 250 ml, ma se le tasche non lo permettono io personalmente opterei per quello da 250 ml e basta.
• Per la filtrazione con pompa da vuoto un buchner in porcellana da 6 cm di diametro andrebbe già benissimo, li poi però dipende anche da che quantitativi devi filtrare. Molti utenti si trovano meglio con quelli di plastica perché sono smontabili e quindi più facile da pulire. Lo puoi accompagnare con una beuta da vuoto da 250 ml che nella maggior parte dei casi basta ed avanza.
• Se invece si tratta di filtrazione per gravità un imbuto da 8 cm di diametro e basta.
• Un cristallizzatore da 1 litro o 500 ml.
• Un mortaio non eccessivamente piccolo.
• Qualche capsula, magari 3, una da 30, una da 75 ed una un po’ più grandicella da 150-200 ml.
Si potrebbe continuare all’infinito, dopotutto c’è di tutto e di più e a far da padrone è il portafoglio, ovvio che avere i soldi potresti aggiungere alla lista soxhlet, dean stark ecc…
Ps. Evita di acquistare Pyrex/Duran NUOVI, perché i prodotti della Simax/Kimax/ TGI Ilmabor costano molto meno e sono altrettanto validi, si tratta pur sempre di borosilicato 3.3.
Tranquillo che quando un pallone Duran cade si frantuma come un qualsiasi altro pallone della Simax…
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
Adriano, NaClO
ciao sono nuovo del forum ma è già un po' che vorrei metter su un piccolo laboratorio di chimica.
ho visto molte discussioni interessanti e persone ben preparate.
volevo un consiglio su cosa acquistare(parlo di vetreria e attrezzatura, niente reagenti) per iniziare.
tutti i consigli sono ben graditi. :-D
P.S. ho a disposizione meno di 300 euro
Cita messaggio
Allora,con molto meno riesci a comprare abbastanza attrezzature per fare sintesi basilari.Per me,il kit ideale è composto da:
•Beaker 100 ml
•Beaker 250 ml
•Beaker 600 ml
•Beuta 100 ml
•Beuta 250 ml
•Beuta 500 ml
•Cristallizzatore 500 ml
•Capsula di porcellana d10 cm
•Imbuto d8 cm
•Carta da filtro d125mm
•Cilindro graduato 100 ml
•3-4 bacchette in vetro
•Spruzzetta 500 ml
Poi non ricordo altro.Molte cose mi sono state consigliate dal Trevize,il nostro venditore di fiducia.Chiedi a lui se ti serve qualcosa!
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
Ho unito le 2 discussioni dato che l'argomento è lo stesso.

Come già ti ha detto NaClO con 300 euro puoi comprare gran parte del necessario per allestire un home-lab, ovviamente più si vuole più si deve spendere, ma, se uno desidera allestire qualcosa di semplice, 300 euro sono anche troppi.

Se hai bisogno di info chiedi pure!
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
NaClO
Oltre alla già citata vetreria cercherei un buon numero di fiale o flaconcini con tappi e etichette per disporre i futuri
reagenti o i composti autoprodotti.
Una buona scorta di provette in Pyrex e portaprovette
Una fonte di calore fornello ad alcool, piastra elettrica economica, fornellino a gas.
treppiedi, reticella spargifiamma, un supporto con un anello per l'imbuto, e una pinza per provette.
Sicurezza: guanti in gomma, occhiali, mascherina antipolvere.

Oltre all'"Hardware" non sottovalutare il luogo, se sei fortunato e hai a disposizione uno stanzino dedicato, assicurati che abbia almeno una finestra
per il ricambio d'aria e magari un lavandino  o un bagno vicino. 

Se non sei cosi fortunello, allora procurati un paio di quelle cassette di plastica chiudibili con il lucchetto dove riporre in una la vetreria e nell'altra i reagenti
Il consiglio di chiudere le cassette ma anche eventualmente una stanza adibita a laboratorio si impone nel caso abbia dei fratellini o cuginetti curiosi che in
tua assenza potrebbero farsi molto male.

Segui il consiglio di NaClO e senti Trevize che è un espertone sul rifornimento Lab.

Buon lavoro e fai attenzione.

Roberto.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Roberto per questo post:
NaClO




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)