REACH
Ciao,
A proposito di sicurezza, ho letto che recentemente (2006) è stato pubbilcato sul GUCE, la gazzetta ufficiale dell'unione europea, un regolamento, che è diventato legge, chiamato REACH che sta per Registration, Evaluation, Authorization and restriction of CHemical substances.

Questo regolamento, (che è simile al codice civile nelle fattezze) regola la circolazione in Europa delle sostanze chimiche, ed è il primo nel suo genere. La cosa più interessante è l'obiettivo di questo regolamento, e cioè la tutela dell'ambiente e dei cittadini dell'unione europea.
Per chi fosse interessato, vi linko il sito ufficiale del reach, dove troverete informazioni più dettagliate di quelle che ho riportato:
http://echa.europa.eu/home_it.asp
Cita messaggio
2006 non è recentemente. Mi suona strano che non sia molto conosciuto il REACH *Si guarda intorno*
Io da subito l'ho conosciuto tramite l'università. A Milano organizzano il REACH quasi annualmente. Sono iscritto alla loro newsletter e ogni tanto leggo sul sito.
Mi sa che sei arrivato tardi *Si guarda intorno* Comunque è da apprezzare il gesto ;-)
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Ecco una lista delle sostanze che richiederebbero speciali autorizzazioni:

http://echa.europa.eu/web/guest/candidat...desc&cur=3

Ci trovate il borace (ben cammuffato, con un nome altisonante ed un po' spettrale), ma non ci trovate il benzene, ci trovate banali esteri dell'acido ftalico, e non ci trovate nè il disolfuro di carbonio nè il carbonio tetracloruro. Cobalto, ma non tallio o mercurio, piombo, ma non cadmio, fenolftaleina ma non alfa-naftilammina. E attenti tutti: il picrato di piombo è proibito perchè tossico alla riproduzione, non perchè esplosivo.
Io mi domando in base a cosa abbiano fatto questa lista...
Sono sempre più convinto che ambientalisti e UE, in fatto di chimica, ragionino CON I PIEDI. D'altronde si sa che parlare un po' di ambiente, far finta di tutelare la salute pubblica, pretendere di ridurre l'inquinamento sono buoni pretesti per ottenere sovvenzioni. E si sa anche che poco importa a politici e burocrati di quello che pensano gli scienziati... i quali sono spesso obbligati a far circolare dati distorti secondo le esigenze di chi sovvenziona.

Abbiamo veramente bisogno che i primi arrivati si mettano a fare una lista RANDOM di 73 sostanze chimiche? ... scusate, ma lo trovo al limite del ridicolo.

(questa risposta non vuole essere un attacco a Etioacca nè a quimico; volevo solo sottolineare l'assurdo di certi provvedimenti)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
Rusty, jobba, Davide93
E infatti non ha alcuna rilevanza, se non quella di aver tolto dalla circolazione alcuni prodotto di uso comune come trielina, paradiclorobenzene, naftalina, ecc.
Per il resto, non vale neppure la pena leggerlo.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
jobba, quimico
Tutte queste liste, e altre, sono, per me, dico per me, M pura elevata alla quinta.
Amen
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
jobba




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)