Racconti di esperienze vissute in lab
tutto quello che hai scritto è successo anche a me tranne per il triioduro che non ho mai avuto il coraggio di fare!
Cita messaggio
A me è capitato di respirare fumi di miscela cromica (perchè la gente non ha la buona abitudine di LAVORARE SOTTO CAPPA) e per due giorni ho sputato muchi giallastri [lo so non è una bella immagine, soprattutto detto da una ragazza XD]!

Inoltre un paio di settimane fa mi è capitato di filtrare con la pompa a vuoto un sale nella cui sintesi avevo usato piridina e piperidina e fumi puzzolenti sono usciti dal tubo di scarico della pompa a vuoto!!
E poi occhio che per i maschietti la priridina è dannosa se maneggiata per lunghi periodi di tempo!
oO° elena [pink_chemist] °Oo
Cita messaggio
Se tu fossi fumatrice sarebbe la normalità (ho avuto amiche scatarrose XD).
Per quanto mio riguarda, ho avuto a che fare in primis con le anidridi di S, cuocendo della pirite a 12 anni XD a parte le scintille blu della polvere, ottenni ossidi ferrici (la feci cuocere un po') e molta, molta anidride :S SO3 o SO2 che fosse, mi fece venir mal di gola per mezzora :S
Anni fa mi bruciò il naso per 10 minuti buoni, dopo aver "sniffato" del cloro elementare :S
Per ultimo, mi creò problemi l'HCl, ma non per colpa mia: il barattolo era difettoso e una quantità minima usciva senza che io me ne accorgessi... Ho avuto un'iniziale pesantezza al petto e mal di gola, dopo un'oretta! Ho subito sigillato il buco e trasportato all'esterno il flacone :S
Cita messaggio
la piridina l'ho vista solo una volta da lontano dato che ho mandato il mio collega a prenderla XD
In realta io proprio non potevo perche ero con le stampelle :-P
Ho respirato tuttavia tonnellate di H2S ma funziona ancora perfettamente...ahahahah

Attenti anche a quelli ke si tolgono le provette puzzolenti da sotto il naso e le mettono sotto il vostro!
Cita messaggio
(2009-11-17, 14:00)Rusty Ha scritto: Esperienza con triioduro d'azoto: non sapevo potesse essere così ipersensibile, ho lasciato un bicchierino a riposo dopo aver mescolato ammoniaca commerciale (senza profumi) e tintura di iodio (quella che mi era rimasta in casa).... il barattolino dopo giorni si è seccato e come sono andato per prenderlo e spostarlo, inavvertitamente ho fatto cadere un'asta di legno che era affianco, ha beccato in pieno il bicchierino ed è letteralmente esploso in mille pezzi, facendo un botto tremendamente forte e secco (detonazione, mi son fischiate le orecchie per un quarto d'ora)... fortuna che ero abbastanza lontano e che non sono arrivato a prenderlo con le mani, mi sarebbero saltate di certo un paio di dita... non lo farò mai più, nemmeno per provare: ho chiuso con l'infido NI3.
O_O Questa proprio non la sapevo! meglio guardare la schede di sicurezza prima, che farsi male poi...!

personalmente mi è capitato di far esplodere una bauta piena di idrogeno :-D, avevo estratto l'H2 con la reazione tra NaOH + Al e volevo fare una "candela" a idrogeno, purtroppo il tubicino di vetro che avevo usato per ridurre il foro d'uscita della beuta era troppo piccolo e così... BOOOM, per fortuna non ho provocato troppi danni né a me né alle cose intorno a me (tranne che per la povera beuta... RIP asd)

PS
Discussione molto interessante, si impara sempre dai propri e dagli errori degli altri
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
Io un pò di tempo fa ho portato a calcinazione una soluzione di un sale che ho preparato non accorgendomi dell' acido solforico in eccesso azz! a causa di una pesata falsata, la nuvoletta bianca di H2SO4 mi ha fatto preoccupare non poco! Poi ho letteralmente disintegrato un becher da 400ml a causa della reazione tra l'acqua e il litio estratto dalle pile, ( tutto ciò grazie a un solo quadratino di 3X3 centimetri ritagliato dalla lamina) una pallina di litio fuso è andata a intaccare la parete del becher che si è crepata all'istante, riversando la soluzione concentarta di idrossido di litio dappetutto... *Tsk, tsk*

Saluti

P.S: Sarei curioso di sentire qualche storia dagli altri esperti del forum !
Cita messaggio
Non è un'esperienza mia ma di un mio amico, successa quest'estate e sempre con le pile al litio.
In mansarda (legno, letto e tappeto) stava ricaricandone due di grosse con un alimentatore senza limitatore di corrente e quella sera doveva andare in pizzeria, lasciando la casa senza nessuno. Per un contrattempo casuale e imprevisto ha ritardato la partenza di qualche minuto. Proprio in questo tempuscolo le batterie (già surriscaldate da mezza giornata di eccesso di carica) sono esplose più o meno come un raudo. Corsa in mansarda giusto per trovare pezzetti di litio infiammato in tutta la stanza, alcuni che bruciavano allegramente sul tappeto, sulle travi in legno e sul letto.
Sudore freddo per una settimana, pensando che ha salvato LA CASA per un puro miracolo. In più c'era anche... la moglie! *help* *help* (Mi ha detto che non è più andato in pizzeria *Fischietta* )
Cita messaggio
porca miseriaccia! Che esperienza!!!! O_O
Addirittura la casa? E in mansarda? accipicchia.... :-D



Cita messaggio
io pochi giorni fa, in casa mia, (non avendo giustamente un laboratorio a disposizione) mi sono messo a scaldare in un pentolino del bicarbonato di sodio, per ottenere il carbonato...però da grande intelligentone non ho pensato che la cappa scarica comunque i gas in casa...perciò mi sono ritrovato tutta la famiglia con il mal di testa...che danno!
Cita messaggio
mi spiace per la stanza ma...
(2009-11-20, 11:08)al-ham-bic Ha scritto: In più c'era anche... la moglie! *help* *help* (Mi ha detto che non è più andato in pizzeria *Fischietta* )
LOL, questo fa ridere! asd asd asd
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)