Racconti di esperienze vissute in lab
il tecnico del nostro lab!
se lo dici hai delle basi di conoscenza e sicuramente hai ragione, allora cosa si usa?
Cita messaggio
acqua... alcol... acetone... acidi... toluolo... Non certo l'etere che è ben noto per formare miscele esplosive in un ampio range di concentrazioni con l'aria nonchè tendente a formare perossidi esplosivi che ne rendono il reciclaggio e/o lo smaltimento più complicato... per non parlare del costo.
Cita messaggio
appunto... etere dietilico per lavare vetreria?!? geniale quel tizio...
come ha detto Nexus sono ben altre le scelte...
Cita messaggio
Io ho sempre usato acqua o acetone... ma l'etere non mi è passato "neanche per l'anticamera del cervello"... oltrettutto non è sempre un ottimo solvente... se la vetreria è bagnata forma solo un'inutile emulsione; l'acetone invece costa poco, si scioglie in acqua, elimina la maggior parte delle sostanze anche se grasse o idrofobe.
Cita messaggio
Settimana scorsa:

Stavamo aspettando che il grignard partissi, all'improvviso inizia la reazione e la volvola cloruro di calcio messa sopra il refrigerante a ricadere ha preso il volo xD

Se no ... qualche mese fa:

Stavo dividendo con imbuto separatore la fase organica da quella acquosa con etere, dopo l'agitazione mi son dimenticato di sfiatare e quando ho tolto la mano è partito il tappo com la maggior parte del prodotto all'interno dell'imbuto
...
Mollia non rigidus caespes tegat ossa nec illi,
terra, gravis fueris: non fuit illa tibi. ( Marziale )
Cita messaggio
poi se acetone o altro non danno i risultati sperati, ci sono altre vie ma si deve sapere cosa si fa...
mi è capitato di vedere miscelare alla càzzo reagenti, acidi e quant'altro senza logica... nel vano tentativo di togliere incrostazioni, macchie, peciazze, etc.
come ieri che uno tentava di rimuovere da un setto poroso con dentro carbone palladiato con non ho ben capito quale solvente... mistero
Cita messaggio
Per il carbone palladiato basta e avanza acido nitrico conc. e caldo. Diglielo al tapino.asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Oggi in lab di organica un mio compagno mentre stava facendo un'aggiunta al riflusso di una reazione ha abbassato il bagno ad olio, ha staccato il pallone, ha fatto l'aggiunta e poi ha riattaccato tutto. Ritirando su il bagno ad olio non si è accorto che il fondo del pallone toccava il fondo del bagno a olio.
Dopo qualche minuto il pallone è scoppiato, come solvente usava alcol etilico che è finito sulla piastra, ha fatto una fiammata e gli si è bruciata tutta la manica del camice.... E via a spengerlo con estintore!!
oO° elena [pink_chemist] °Oo
Cita messaggio
certo Moreno... basta dell'acido nitrico a caldo... glielo volevo dire ma è di coccio e ho lasciato stare... pace... se la vedrà lui da solo... basta che se fa cacate non ci si vicino io...

certo che di gente scema ce ne è fin troppa... e io dovrei lavorare con a fianco individui così? giammai...
caspio... non è che mi va' di lasciarci le penne a questa età...

non accade solo qui da noi ma anche spesso e volentieri all'estero...
leggevo tempo fa... non ricordo se ve ne ho parlato... di una ragazza morta all'UCLA per ustioni di 2° e 3° grado su 40% del suo corpo... in parte è stata colpa sua ma in parte in quel laboratorio non sono state rispettate le norme di sicurezza personale e collettive...
tale ragazza stava prelevando con una siringa del t-butil litio in pentano dalla bottiglia, preventivamente posta in sovrapressione con dell'argon per garantire ambiente inerte... probabilmente deve aver tirato troppo il pistone che è uscito dalla siringa... il t-butil litio si infiamma spontaneamente all'aria e brucia con un idrocarburo... si è ustionata mani, braccia e torace... indossava solo occhiali e guanti in nitrile che ovviamente hanno preso fuoco... non aveva il camice ma indossava un maglione in poliestere che è analogo al gasolio solo che è ovviamente solido... questo ha peggiorato la situazione... inutile la doccia chimica, inutile l'uso di un camice che soffocare le fiamme, inutile la corsa in ospedale... è morta

Researcher dies after lab fire
Cita messaggio
Tempo fa ho avuto uno spiacevole incidente con l'acido solforico concentrato.
Dovevo precipitare da una soluzione il solfato di calcio che si trovava in un becker da 50ml.
In un altro becker identico a quello con la sol. da precipitare c'era dell'ammoniaca 30%, appena 10ml.
Prendo per sbaglio il becker dell' NH3 e lo verso di botto nel becker contenente 50ml di acido solforico 96%.
Conseguenza: il becker è letteralmente esploso in maniera molto violenta proiettando schizzi di acido solforico bolente su tutto il mio braccio (non portavo i guanti azz! ).
All'inizio non mi ero accorto di avere l'H2SO4 sul braccio, ma poi ho sentito un fortissimo bruciore e sono corso a lavarmi il braccio, e a neutralizzare l'acido con del bicarbonato.
Non so come ma ne sono uscito completamente illeso (da allora però indosso sempre guanti che coprono l'intero avambraccio, occhiali e etichetto sempre i contenitori con sostanze pericolose)

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)