Rame (II) acetilacetonato
Materiali:
- rame (II) cloruro
- acetilacetone
- sodio acetato
- etanolo denaturato decolorato con carboni attivi o distillato
- vetreria base

Procedimento:

Dissolvere 4g di cloruro rameico diidrato il 25ml di acqua distillata. Preparare ora una soluzione di 5ml di acetilacetone in 10ml di etanolo. Porre questa seconda soluzione in un imbuto gocciolatore e farla gocciolare lentamente nella soluzione di CuCl2 tenuta sotto agitazione. Quando l'aggiunta è terminata si aggiunge una terza soluzione preparata dissolvendo 6,8g di NaOAc in circa 15ml di acqua distillata. Sin dalle prima aggiunte si nota la precipitazione di un solido lilla. Si scalda il tutto a bagnomaria a circa 80° per far evaporare l'etanolo presente, dopodichè si fa raffreddare e si filtra su bukner, lavando il precipitato con acqua distillata. Si fa asciugare il precipitato all'aria o su un calorifero. Il composto è già abbastanza puro e si presenta come una polverina lilla...ma sapete come la penso io riguardo alle cristallizzazioni...*Fischietta*
Ora viene il bello...sospendere il composto essiccato in circa 600 (!!!) ml di etanolo denaturato...è inutile usare quello puro..sarebbe solo un enorme spreco di risorse... Si scalda fino a portare ad ebollizione in solvente, agitando sempre la soluzione per favorire una più rapida dissoluzione del solido. Si filtra ora a caldo per eliminare le particelle indissolte e si fa cristallizzare una notte tenendo il becker o la beuta avvolta in uno o due stracci, per favorire una cristallizzazione molto lenta. La mattina seguente si decantano i cristalli e si filtrano su bukner (senza accendere il vuoto per non schiacciare i cristallini) e si fanno essiccare all'aria su fogli di scottex o carta assorbente.
A caldo il complesso è solubile in etanolo, a freddo lo è pochissimo, quindi si riesce a recuperarne una buona quantità. Le soluzioni in etanolo a caldo sono viola scuro, a freddo quasi incolori.
Ecco la foto del prodotto finito:
[Immagine: dscf8985.jpg]

[Immagine: dscf8987.jpg]

Mi dispiace non aver fatto altre foto....:-(
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
Mario, al-ham-bic, Rusty, ale93, fosgene
Colorazione inconsueta per essere un composto del Cu(II), molto belli i cristalli "pelosi" asd
Come è fatta la molecola?
Cita messaggio
Il complesso credo sia quadrato planare con i due acetilacetoni nelle posizioni equatoriali. Le assiali sono libere. Purtroppo non ho molte (anzi nessuna) abilità di disegno 3D (e anche 2D)..quindi stai certo che non ti faccio il disegnino! asd
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Da dove hai preso la "sintesi"? Reazioni, molecola... tanto per completezza ;-)
Ho letto da qualche parte che è un catalizzatore usato in chimica organica, ne sai qualcosa?
Cita messaggio
Bellissimo! Bravo!

Cita messaggio
La sintesi l'ho presa da un documento word trovato su google che si intitola "Synthesis of Metal Acetylacetonate Complexes" anche Max, se non sbaglio aveva preso spunto da questo.
La reazione è sempre la solita...
Cu2+ + 2Hacac + 2AcO- --> Cu(acac)2 + 2AcOH
   
Al posto di M in questo caso ci va il rame bivalente.

Grazie ale!
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Devo dire che condivido le perplessità di Rusty circa il colore di questo complesso.
Invece di rischiare una sterile discussione, ho preferito sintetizzare tale prodotto per verificarne il colore.
Per andare sul sicuro ho eseguito una sintesi "a regola d'arte" seguendo una strada leggermente diversa da quella di Marco.

Reagenti:
- soluzione di cloruro rameico: sciogliere 0,6 g di cloruro rameico diidrato in 4 mL d'acqua. La soluzione risultante è di colore azzurro.
- soluzione di acetilacetone: sciogliere 0,75 mL di 2,4-pentandione in 3 mL di metanolo. (non è necessario che l'alcole sia anidro, tuttavia meno acqua c'è meglio è)
- soluzione di sodio acetato: sciogliere 1 g di sodio acetato anidro in 3 ml d'acqua distillata

Vetreria:
- provettone da circa 20 mL a fondo piatto provvisto di tappo a chiusura a vite
- agitatore magnetico con piastra riscaldante. La potenza della piastra deve essere regolabile manualmente.

Procedimento:
Introdurre nel provettone la soluzione di cloruro rameico, un'ancoretta magnetica e sotto buona agitazione aggiungere a gocce la soluzione di acetilacetone in un tempo complessivo di 20 minuti.
Dopo poche gocce la soluzione inizia ad assumere un colore verde

[Immagine: fceyia7fkogqx83oywti_thumb.jpg]

Proseguendo le aggiunte il colore vira sul bluastro scuro ed inizia a formarsi un precipitato

[Immagine: zsq2zg1qm8tihdvmxa_thumb.jpg]

Al termine si sarà formato un abbondante precipitato bluastro scuro.

Addizionare allora, sempre sotto agitazione e in un tempo di 5 minuti la soluzione di sodio acetato.
A questo punto chiudere il tappo del provettone.

In precedenza si è provveduto a sistemare un becker contenente acqua sulla piastra riscaldante e a portare la temperatura del liquido a 80 +/- 2,5 °C.
Si mette il provettone a bagnomaria a 80 °C e mantenendo l'agitazione lo si lascia reagire per 15 minuti.

Questo è l'aspetto del contenuto del provettone dopo averlo estratto dal bagnomaria:

[Immagine: k6xwt30mf8k41multa6v_thumb.jpg]

Il provettone viene adesso trasferito nel frigorifero a circa 0 °C e lì lasciato per almeno 6 ore.

Trascorso tale periodo, si filtra rapidamente il contenuto su setto poroso di vetro lavando con porzioni di acqua a 0 °C per un totale di 8 mL circa.
Infine si essica in stufa a 110 °C per un'ora.

Le reazione avvenuta ha coinvolto 2 moli di acetilacetone per una di rame (II).
Si è formato il seguente complesso:

[Immagine: f31y898t5kj40yjjgt5_thumb.jpg]

Ed ecco l'aspetto della polvere di acetilacetonato di rame anidra:

[Immagine: pvmivn1yti4cf5el0kk_thumb.jpg]

la resa è stata di 0,88 g, pari al 95%.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Rusty, Max Fritz
Mario anche a me è uscita una cosa identica prima delle cristallizzazione, provi a ricristallizzarlo da etanolo 90%. Otterrà dei cristalli identici ai miei.
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Certo che è intrigante comunque, sembrano veramente due composti diversi; anche tralasciando la correzione del bianco nelle foto, rimangono ugualmente distanti tra loro cromicamente parlando azz!

   
Cita messaggio
Non è una cosa così straordinaria, a dire il vero esistono molti esempi.


AllegatiImmagini
      
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)