Ricerca Enzima Fosfatasi Alcalina Nel Latte Vaccino
Star 
Bene, sotto suggerimento/ordine del Dottore ho deciso di rendere pubblica la procedura per la ricerca dell'enzima Fosfatasi Alcalina nel latte vaccino.

L'enzima fosfatasi catalizza l'idrolisi degli esteri dell'acido fosforico ed è normalmente presente nel latte crudo e di ricerca per valutare l'avvenuta pastorizzazione;
infatti la fosfatasi alcalina viene disattivata alla temperatura di 70°C per 10'' oppure a 63°C per 30'.
L'assenza di tale rnzima indica l'avvenuta pastorizzazione e la conseguente distruzione di batteri patogeni non termodurici, tra cui il plurinominato Mycobacterium Tubercolosis, il quale viene a distrutto alla temperatura di 62°C per 31' o a temperature e tempi equivalenti.

ANALISI

Per determinare la presenza della fosfatasi si utilizza il metodo di LACTOGNOST
.

-Preparazione del reattivo: in una provetta contenente 10ml di acqua sterilizzata tiepida, non oltre i 40°C, aggiungere le compresse di Lactognost I e Lactognost II, lasciare sciogliere.

-Esecuzione della prova: introdurre nella provetta contente i reattivi, 1ml del latte da saggiare, utilizzando una provetta sterile, mescolare accuratamente.
A parte si scaldano, in un'altra provetta a bagnomaria, 10ml di latte a 85°C, si lascia raffreddare e si aggiungono le pastiglie di LActognost I e Lactognost II.
Porre le provette in termostato a 37°C per 1 ora;
le osservazioni possono essere significative anche dopo 10' di permanenza.
Trascorso il tempo necessario per la reazione, addizionare ai 2 campioni un cucchiaino dosatore pieno raso di reattivo di Lactognost III e lasciare riposare 10', mescolare indi capovolgendo le provette.
Attendere altri 5' e procedere alla lettura.

LETTURA E INTERPRETAZIONE

Osservare le colorazioni ottenute contro i colori standard contenuti nella scatola del reattivo, o con le seguenti indicazioni:

-colorazione rossiccia-bruna in assenza di Fosfatasi.
-colorazione più o meno azzurrina in presenza dell'enzima.

La II provetta darà risultato negativo(rossiccio-bruno).
Come confronto si può utilizzare latte UHT o latte sterilizzato.
Cita messaggio
Cos'è sta porcheria? Reattivo I, reattivo II....ma dove siamo?
Scrivi gli ingredienti dei reattivi o sarai punito! asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Chimico
A saperli.....ti prego non picchiarmi, non è colpa mia!!!
Devo saperli, dimmeli...
Cita messaggio
Ecco quello che volevo leggere...

Attività fosfatasica del latte

Reattivi:
- fenilfosfato bisodico soluzione all'0,1%: 0,1 g di sale in 100 mL di soluzione tampone a pH 10,6 preparata mescolando parti uguali di una soluzione al 5% di Ba(OH)2*8H2O e una soluzione al 2,2% di H3BO3.
- soluzione defecante: 3 g di ZnSO4*7H2O e 0,6 g di CuSO4*5H2O sono disciolti in 100 mL di acqua.
- soluzione tampone pH 9,8: 0,6 g di sodio metaborato e 2 g di NaCl sono disciolti in 100 mL di acqua.
- reattivo di Gibb: 0,4 g di 2,6-dibromochinonclorimide sono disciolti in 100 mL di metanolo.


Procedimento:
In due provettoni con tappo a vite si versano 1 mL di latte ciascuno, una provetta si pone a bagno maria bollente per un minuto, agitando periodicamente (è la provetta di controllo che servirà per allestire il bianco campione). Quando la provetta è raffreddata, si aggiungonoo a entrambe le provette, 10 mL di soluzione di fenilfosfato e, dopo averle tappate, si pongono in termostato a 37°C per un'ora , agitando periodicamente. Trascorsa l'incubazione, si disattiva l'enzima eventualmente presente, riscaldando le due provette a bagno mariabollente per un minuto. Quindi , dopo raffreddamento, si introduce in ciascun tubo un mL di defecante zinco-cuprica. Si mescola e si filtra su carta . A 5 mL di filtrato si addizionano 5 mL di soluzione tampone a pH 9,8 e 4 gocce di reattivo di Gibb. Si mescola e si lascia a temperatura ambiente per 10 minuti. Si legge allo spettrofotometro a 610 nm, azzerando con il bianco campione. In assenza di strumento è possibile valutare qualitativamente il colore blu e la relativa presenza dell'enzima, indice di mancanza di inattivazione termica nel processo di pastorizzazione. Le norme vigenti stabiliscono che il testdia esito negativo.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
rock.angel
O povero me, purtropo a noi, che non siamo della vecchia scuola, danno i reagenti gia pronti freschi di fabbrica.
Sarebbe meglio che la prossima volta mi documenti meglio per evitare di dimostrarti questa ma ignoranza!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)