Rischio acido cloridrico in ambiente
Salve a tutti, mi si è presentato un piccolo problema.
Tenevo alcune bottiglie di solventi e reagenti in un garage aperto su un lato, e profondo una quindicina di metri.
I reagenti in questione si trovano proprio sulla parete di fondo del garage in questione, quindi in una zona non so fino a che punto areata.
Il problema è che in quella stessa zona, a un paio di metri dalle bottiglie in questione, si trovano delle casse piene di patate che consumiamo regolarmente.
Ieri, tornando a prendere una bottiglia di acido cloridrico (la tipica bottiglia di plastica rossa) a bassa concentrazione, di quello aquistabile in qualsiasi negozio di detersivi e per la pulizia della casa, mi sono reso conto che la bottiglia presentava uno spacco longitudinale al suo asse di 4/5 cm.
Il livello del liquido è inferiore al punto di rottura, quindi non ve ne è stata uscita nell'ambiente.
Mi preoccupa però il fatto che dei fumi dell'acido stesso possano aver contaminato in qualche modo le patate lì vicine, che consumo, torno a ripetere, regolarmente.
E' probabile che la bottiglia sia rotta ormai da 3/4 mesi, in quanto risale ad allora il suo ultimo utilizzo.
C'è qualche rischio sulla salute derivante dal consumo delle patate esposte in queste modalità e per questo periodo di tempo?
Cita messaggio
certo... non dirmi che hai mangiato le patate... dipende a che altezza si trova lo spacco... i reagenti bisogna metterli SEMPRE lontano da cibi o metalli (tipo alluminio ecc.)
probabile non vuol dire certo.
Cita messaggio
l'acido cloridrico è volatile... anche se è quello casalingo... è difficile dire cosa possa aver fatto
non ti dico di far test sulle patate ma capirai se sono marce o intossicate o no... non sono un esperto ma ho sempre vissuto in una paesino dove le patate o le coltivi da te o te le danno agricoltori amici... sicuramente hai fatto una càzzata (perdona il termine) a metter composti chimici vicino ai cibi... già io odio quando mia madre mette alcuni prodotti in cucina sotto il lavabo accanto a bottiglia dell'acqua o del vino... ergo non credo che la gente debba far questi errori... non si scherza
ora non dico che capiterà chissà cosa però ogni cosa va al suo posto... anche se è difficile trovarne di posto specie in casa...
io in laboratorio metto acidi e composti pericolosi o sotto una cappa adibita a questo scopo o all'aria aperta in una bocca di lupo (sono sottoterra e di finestre ho queste)... c' ottima areazione e non ci sono rischi per persone o ambiente... ovviamente evito di metter lì composti eccessivamente tossici... a parte qualche eccezione (oleum al 40%)
io personalmente non so se mangerei quelle patate. comprane di nuove e sposta da lì i reagenti o solventi o cose chimiche
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Il fatto è che le patate in questione già le ho mangiate.
Mi sono accorto della rottura troppo tardi, sicuramente c'è da molto prima che me ne accorgessi, anche da mesi..
Cita messaggio
ti senti bene?? *Si guarda intorno*
probabile non vuol dire certo.
Cita messaggio
Mah, tutto ciò è sicuramente "no good", ma dipende molto anche dalla quantità effettiva che realmente puoi aver ingerito tramite ste patate, e quanto HCl, che ti ricordo è un gas, possano aver assorbito le patate.
Magari il Dott. Moreno Zolghetti potrà dirti sicuramente più di tutti noi messi assieme, ma secondo me, se non hai ad oggi nessun sintomo o disturbi anomali, puoi andar tranquillo e BUTTARE al cesso le patate rimaste, perchè valgono sicuramente meno della tua salute e della salute dei tuoi familiari.

La prossima sicuramente non sbaglierai, ora che lo sai 8-)
Cita messaggio
Ma dai ragazzi, stiamo parlando di acido muriatico per lavare i pavimenti!
Qualsiasi donna delle pulizie ne respira i vapori per anni tutte le volte che lo versa in acqua calda per lavare i bagni. Così per l'ammoniaca e per la candeggina, per non parlare dei solventi che si sniffano nei lavasecco.
Non penso proprio che un po' di vapori di HCl faranno crescere un terzo braccio, non stiamo parlando di mercurio, di cromo o di chissà quale composto tossico.

Ora verrò tacciato di essere uno sprovveduto ed un irresponsabile a parlare in questo modo ma questa volta mi sembra che ci si stiano facendo delle tare per nulla.

E' comunque valida l'osservazione di non tenere prodotti chimici, vernici, solventi etc nello stesso locale dove si tengono i cibi!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano arkypita per questo post:
Chimico, Nichel Cromo
Se le hai gia mangiate dubito che possano farti male,l'HCl è molto tossico se inalato,perchè distrugge i polmoni,il fosgene è un esempio,dato che causa danno non per la sua tossicità in se, ma perchè nei polmoni libera HCl...almeno che tu non l'abbia respirato,per ingestione il Cl- non è tossico,il rischio di HCl ingerito è solo per la corrosione dei tessuti,l'HCl in piccole quantità è anche contenuto nei succhi gastrici...dopo se sia andato a denaturare la "patata" è un altra storia...
potresti titolare l'HCl rimasto e vedere quanto si è volatilizzato e farti una idea tra quello assorbito dalle patate e quello disperso in atmosfera (lo so è troppo);-);-)
In physica veritas!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Davide93 per questo post:
**R@dIo@TtIvO**
Per questo specifico caso, trattandosi di HCl commerciale e a bassa concentrazione, concordo in toto con arkypita.
Non nego però che l'idea di mettere prodotti per la pulizia o reagenti vicino agli alimenti non è da lodare.
Cita messaggio
Che peraltro sono passato spesso per il garage, e così altri membri della mia famiglia.
Le piccole dosi respirate passando per di là possono aver causato danni di altro genere?
Ragazzi, so di aver fatto la cazzata, ma ora vorrei sapere quale sia davvero l'entità dei pericoli.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)