Saggio alla perla
venerdì scorso prima esperienza di laboratorio... si, vabbè niente di che però è stato bello come primo impatto; l'esperienza si divideva in:
- lavorazione vetro (fare una spatola e due contagocce partendo da due bacchette di vetro, una piena e una vuota)
- faggio alla fiamma
- saggio alla perla
delle prime due non dio niente perchè tanto tutti le conoscono, ma l'ultima esperienza magari è più sconosciuta, tant'è che anche il professore ci ha detto che non si usa più farla in laboratorio ma è ormai tradizione eseguirla come prima esperienza, una specie di iniziazione asd

in ogni caso come si svolge il saggio alla perla:
materiale occorrente:
-busen
-filo di platino (Ni-Cr)
-sali da analizzare
-tetraborato di disodio decaidrato (Na2B4O7 * 10H2O)

si prende un po' di borace con il filo e si arroventa sulla fiamma (ossidante), si vede che prima la polvere si ingrossa, poi diventa una pallina incandescente simil-vetro che assomiglia ad una perla (da qui il nome del saggio).
la reazione è: Na2B4O7 * 10H2O --> B2O3 + 2NaBO2 + 10H2O
a questo punto con la nostra pallina si prende il sale da analizzare (ne serve veramente poco) e si pone tutto sulla fiamma, la perla si riscioglie mescolandosi con il sale, togliendola poi dalla fiamma assume una colorazione caratteristica sia per il sale sia per il tipo di fiamma (riducente o ossidante)... se si è messo troppo sale appare nera, se troppo poco resta trasparente. Penso sia per questo che il saggio sia in disuso: è un po' complicato da fare rispetto all'immediato saggio alla fiamma, che poi da risultati simili se ben fatto!

ecco i sali analizzati:
sale fiamma ox fiamma rid
Cu(NO3)2 * 3H2O azzurro/verde rosso salmone
MnCo3 * nH2O violetto incolore
Fe(NH4)2(SO4)2 * 7(H2O) giallo/bruno verde
Co(OH)2 * CoCO3 blu blu
NiCl * 6H2O rosso/bruno grigio



qualche nota pratica: il salmone del rame è estremamente difficile da ottenere come anche il giallo del ferro (questo sale in particolare poi si decomponeva con il calore); mentre il più semplice da avere è il blu del cobalto
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano theiden per questo post:
Rusty
Ottimo.
Il tubo vuoto si chiama "canna". ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
theiden
è proprio carino il saggio alla perla =)
a scuola mia, la lavorazione del vetro è la 2a lezione di chimica della prima superiore(la prima norme di sicurezza :-)) mentre i 2 saggi li facciamo in seconda... molto affascinanti per novizi come noi studenti =)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)