Seignette-Rochelle
ergo basta OT asd

attendiamo l'altro esperimento ordunque ;-)
Cita messaggio
Mi riallaccio a questa discussione per chiedere ad Al se il suo esperimento aveva a che fare con l'effetto piezoelettrico, perchè anche io vorrei produrne un po' per questo scopo.

Ho a disposizione dell'acido tartarico, del cloruro potassico, bicarbonato sodico... è possibile da questi, ottenere il sale di Rochelle?

Ho dei dubbi soprattutto su due punti: come faccio ad ottenere il tartrato acido di potassio? Posso sostituire al carbonato di sodio il bicarbonato?

Grazie :-P
Cita messaggio
dato che il tartarato acido di K è insolubile, penso si possa fare da KCl + ac. tartarico, ma potrebbe anche non fungere poichè HCl è un acido forte e magari il tartarato acido di potassio non è abbastanza insolubile da permettere lo spostamento completo dell'acido cloridrico da parte del debole acido tartarico. Puoi usare sia carbonato che bicarbonato di sodio, è la stessa cosa, cambiano solo le quantità! Io nei prossimi giorni proverò a fare i cristalli del sale di Rochelle, dicono che siano spettacolari...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Al supermercato vendono il cremor di tartaro, come agente lievitante, che è tartrato acido di potassio. Da lì dovrebbe essere molto semplice ;-) (identico a come ha fatto Al)
Cita messaggio
Grazie Max, nello specifico, come è fatto/venduto sto cremor tartaro? Perchè io conosco solo il lievito di birra in panetti, è chiamato proprio cremor tartaro? Che nomi "commerciali" potrei trovare?

Grazie a tutti! asd
Cita messaggio
anche io ho pensato all'effetto piezoelettrico...ma penso voglia andare oltre...

ho cercato la solubilità in altri solventi...ma niente...ho trovato solamente ''alta solubilità in acqua'' e ''insolubile in etanolo''....comunque dovrebbe essere tetraidrato...e a 70°C si decompone... :-)

se provassi ad aggiunger poco etanolo all'acqua prima della cristallizzazione inoltre non saresti certo che a precipitare sarebbe il sale voluto..dato che il tartrato di sodio è inslubile in etanolo...e quello di potassio invece è poco solubile...
Cita messaggio
Mi sembra che lo chiamino proprio cremor di tartaro Rusty, sono bustine vendute non singolarmente... le trovi solitamente a fine corsia del reparto farine e ingredienti per dolci XD
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
Rusty
Concordo, le ho trovate qui a Siena, alla Coop!
Cita messaggio
Sì, il cremor di tartaro (cari, vecchi bei nomi... Rolleyes ) si trova facilmente.
Il mio scopo era proprio quello di visualizzare all'oscilloscopio (con relative foto) l'effetto piezoelettrico, ma per questo servono veramente dei bei cristalli singoli, non una bella "massa" cristallina.
Vediamo se Marco riesce a farli, dopo aver ottenuto il sale doppio.
Magari ci riprovo anch'io, visto che l'avete ricordato.
Se si usa la massa cristallina, l'effetto elettrochimico degli elettrodi della sonda confonde o sovrasta quello piezo, e non si vede niente di preciso.
(Ovvio che questi impulsi transitori non si vedono con un tester... )
Cita messaggio
Al io non devo farmelo.... ho 100g di sodio-potassio tartarato al 99% della Carlo Erba, se non sbaglio.
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)