Sintesi del clorato di potassio
Per sintetizzare il clorato di potassio,un sale ossidante,bastano pochi reagenti:
-ipoclorito di sodio NaClO:irritante:
-Cloruro di potassio

inoltre serve anche una piastra riscaldante,2 becker e un filtro.

Per prima cosa bisogna produrre clorato di sodio,omologo del clorato di potassio.
Per ottenere questo sale è necessario scaldare una soluzione di NaClO (almeno al 5%) su piastra.
Perchè la reazione produca una quantità rilevante di clorato è necessario lavorare con un buon volume di NaClO.
Si può utilizzare ad esempio mezzo litro di NaClO. Ovviamente è consigliato utilizzarlo con cautela poichè dannoso per i tessuti (in tutti e due i sensi...xD).
Una volta raggiunta la temperatura di ebollizione si lascerà evaporare buona parte di acqua e far avvenire la decomposizione:

3NaClO---> 2NaClO3 + NaCl

Non appena vedremo formarsi dei cristalli sul fondo del becker bisogna interrompere il riscaldamento.
Bisogna poi preparare una soluzione concentrata di KCl e versarla nella soluzione di NaClO3. Nella reazione poco visibile avviene uno scambio degli ioni Na+ e K+.
Alla fine della reazione ,che richiederà del tempo ,avremo una soluzione contenente NaCl e KClO3

NaClO3+KCl---> NaCl+ KClO3

Il clorato di potassio "precipiterà" depositandosi sulla superficie della soluzione. Filtrando e asciugando il sale otterremo il clorato,che può essere utilizzato per diversi scopi.
La resa della reazione non è molto alta ma permette di ottenere questo sale pertendo da pochi composti facilmente reperibili.

Ciao!


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano AgNO3 per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, myttex, Nichel Cromo, Rocco451, jobba, Matt97, Raffaele, ClaudioG.
Messa così non può stare in sintesi... solo una descrizione di una sintesi. Meglio spostarla in "Chimica Inorganica".
Inoltre è il caso di evitare di parlare di forti ossidanti, materiale potenzialmente pericoloso e quant'altro...!!
Cita messaggio
(2010-11-15, 17:38)Max Fritz Ha scritto: Messa così non può stare in sintesi... solo una descrizione di una sintesi. Meglio spostarla in "Chimica Inorganica".
Inoltre è il caso di evitare di parlare di forti ossidanti, materiale potenzialmente pericoloso e quant'altro...!!

Ok,spostalo dove vuoi,non sono pratico di questo tipo di forum ,mi sono iscritto ieri,ma non capisco che senso abbia non dire parola forte ossidante o pericoloso....si vuole forse omettere le proprietà chimiche di una sostanza?? non capisco proprio,allora tanto valeva non fare articoli sulla produzione di HNO3 o H2SO4 o sali di mercurio che tra l'altro sono mortali.....ti prego di chiarirmi questi dubbi perchè proprio non capisco...
Cita messaggio
Sì, l'argomento è al limite, ma è ancora nel praticabile.
Il clorato di potassio è stato addirittura un farmaco, quindi di facile accesso. La sua "sintesi" non può destare sospetti, essendo molto ma molto più costoso di un banalissimo nitrato. Quindi non porrei nessun veto (ma non sta a me dirlo). Max ti ha voluto avvisare...nessun mescolamento del clorato con riducenti...se così vogliamo dire...Rolleyes
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2010-11-15, 17:53)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Sì, l'argomento è al limite, ma è ancora nel praticabile.
Il clorato di potassio è stato addirittura un farmaco, quindi di facile accesso. La sua "sintesi" non può destare sospetti, essendo molto ma molto più costoso di un banalissimo nitrato. Quindi non porrei nessun veto (ma non sta a me dirlo). Max ti ha voluto avvisare...nessun mescolamento del clorato con riducenti...se così vogliamo dire...Rolleyes

ok,preferisco così :-D la risposta è meno aggressiva...
Cita messaggio
Quando non potevo accedere ai prodotti chimici (ero troppo giovine), ricordo che usavo tutta la candeggina di mia madre per produrre clorato di potassio. Il KCl lo producevo da K2S2O5 e HCl. Con la SO2 preparavo solfito di ammonio o di sodio. Il metabisolfito era per uso enologico, mentre l'acido cloridrico era quello "muriatico" distillato (20%). Mi arrangiavo un po'...bei tempi allora...si stava meglio, quando si stava peggio! asd
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
ahah,da una parte è più soddisfacente ottenerli coi propri mezzi i composti...
Cita messaggio
Stima per il Dottore che rubava la candeggina alla madre, e poi andava in giro con la camicia bianca sporca di caffè!!

ovviamente scherzo riguardo la camicia!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano NaClO3 per questo post:
Dott.MorenoZolghetti
Domani ci provo subito.. anche io frego tantissima candeggina a mia madre per ossidare tutto l'ossidabile e ho alcune magliette a macchie bianche...
Per la decomposizione basta raggiungere i 101°C, cosa per niente difficile... Per separare il clorato di K basta la solubilità, dato che questo sale è pochissimo solubile in acqua ( 7,19 g/100ml a 20°c contro i 36 g/l di NaCl)
Cita messaggio
(2010-11-15, 17:45)AgNO3 Ha scritto: Ok,spostalo dove vuoi,non sono pratico di questo tipo di forum ,mi sono iscritto ieri,ma non capisco che senso abbia non dire parola forte ossidante o pericoloso....si vuole forse omettere le proprietà chimiche di una sostanza?? non capisco proprio,allora tanto valeva non fare articoli sulla produzione di HNO3 o H2SO4 o sali di mercurio che tra l'altro sono mortali.....ti prego di chiarirmi questi dubbi perchè proprio non capisco...
Sì... le motivazioni sono più o meno quelle che ha dato Moreno, addizionate al fatto che ho associato questa con l'altra tua discussione sul carburo d'Ag, e capisci cosa posso aver pensato Rolleyes
Ad ogni modo, fin qui va tutto ok, nulla da "censurare" ;-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)