Sintesi della Malachite (o Carbonato Basico di Rame (II) )
La Malachite è un pigmento verde conosciuto fin dall'antichità e ottenuto macinando il minerale o tramite una sintesi in laboratorio.
È una preparazione molto semplice, ma può essere interessante per dipingere o per avere un sale colorato da aggiungere alla collezione.
Il carbonato basico di Rame (II) è ottenuto facendo reagire il solfato di rame con il carbonato di sodio in leggero eccesso stechiometrico. 
La reazione è la seguente:
2CuSO4×5H2O+2Na2CO3
-->CuCO3Cu(OH)2+CO2+2Na2SO4+9H2O

Si inizia sciogliendo 6.2g (0.025) di solfato di rame (II) pentaidrato in 25ml di acqua, preferibilmente sarebbe meglio usare un becker abbastanza capiente da accogliere lo sviluppo di anidride carbonica della reazione. 
Si prepara un'altra soluzione, ma di carbonato di sodio, solubilizzandone 2.9g (0.027 mol) in acqua.
Si aggiunge la soluzione di carbonato a quella del solfato di rame.
Si forma immediatamente un precipitato azzurro che da una certa consistenza cremosa alla soluzione. Come previsto anche lo sviluppo di anidride carbonica è immediato (a me ha quasi fatto strabordare il tutto, ho dovuto mescolare come un folle per evitare il rovesciamento😅).
Terminato lo sviluppo si mette in bagno di ghiaccio per 30 minuti per aumentare il precipitato.
Passato questo tempo si filtra su filtro a pieghe (anche se probabilmente una filtrazione sottovuoto è più indicata) e terminato il gocciolamento si raccoglie il sale ancora molto umido e lo si mette in una pétri a farlo seccare. Una volta asciutto assume la sua colorazione tipica verde acqua. Il mio ha formato una sottilissima patina bianca che però non ho tolto perché personalmente mi interessava solo il suo scopo artistico e non la sua purezza, quindo l'ho pestato in mortaio per renderlo omogeneo e l'ho conservato in una provetta con tappo.
Ecco qualche foto, sfortunatamente mi sono dimenticato di fotografare il prodotto prima di metterlo in provetta, ma avevo il verdigris da fare contemporaneamente 😅😅
   
Ecco il precipitato umido 
   
Qui invece la Malachite macinata e messa in provetta
_________________________________________
When you have excluded the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano RhOBErThO per questo post:
ClaudioG., EdoB, FLaCaTa100, thenicktm, valeg96, zodd01, luigi_67, Claudio
La patina bianca potrebbe essere dovuta a del solfato di sodio rimasto intrappolato sul carbonato di rame. Sfruttando la notevole differenza di solubilità di questi due sali, con un paio di lavaggi in acqua dolce avresti rimosso praticamente tutto, ottenendo un prodotto più puro e perdendo poco sulla resa finale.
Tale operazione si poteva fare rimuovendo la soluzione dal becker dopo che il carbonato era precipitato sul fondo e aggiungendo acqua pulita, agitare e lasciar precipitare nuovamente, ripetendo tale procedura un paio di volte.
Avendo la possibilità di filtrare sotto vuoto, si può fare il lavaggio aggiungendo acqua direttamente nell'imbuto sul filtrato e lasciandola aspirare. in questo modo l'operazione è più efficiente e veloce.

Comunque se per i tuoi scopi il risultato finale è sufficiente, va bene così. :-)

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
RhOBErThO
Grazie😊 potrei filtrare sottovuoto per purificare maggiormente il sale anche se l'ho messo già in provetta. Credo che durante la prova la professoressa non ce l'abbia fatto fare perché eravamo all'inizio del laboratorio e non tutti sapevano usare quel tipo di filtrazione.
_________________________________________
When you have excluded the impossible, whatever remains, however improbable, must be the truth.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)